Dalla cenere: Mea culpa

Avevo previsto un certo itinerario per iniziare la Quaresima, una serie di post calibrati e consecutivi, e inopportunamente il Papa si è messo di mezzo.
La realtà è spesso inopportuna. Ci scompagina le carte. Ci costringe a rivedere i piani, che una volta rivisti saranno poi sconvolti ancora ed ancora. Ci porta ad ammettere, se proprio non abbiamo gli occhi foderati di formaggio, che siamo inadeguati.

Sì, inadeguati. Drammaticamente inadeguati, se abbiamo fede; disperatamente inadeguati se non ce l’abbiamo.
Ma l’inadeguatezza sarebbe ancora niente. Sarebbe normale. E’ il modo con cui spesso tentiamo di farvi fronte che causa i guai.
Possiamo ignorare il problema. Possiamo rifiutare di riconoscerlo. Possiamo dare ad altri il compito di agire e pensare per conto nostro. Possiamo dare addirittura a Dio il compito di farlo. E, infine, possiamo fingere di essere perfettamente adeguati.
Tutti questi atteggiamenti sono come ferite, come piaghe aperte. Ci indeboliscono. Ci distruggono. Ci faranno morire.

Oggi la Chiesa ci ricorda che da soli non possiamo fare nulla. Ma nulla viene fatto senza di noi.
Se buttiamo via la nostra libertà in pensieri, parole, opere, omissioni che non sono secondo la verità, secondo la realtà, secondo il bene allora la colpa è nostra. Se qualcosa va storto, la colpa è nostra. Se le piaghe sono aperte, la colpa è nostra. E’ mia, la colpa. E tutto si muta in cenere.

Partiamo da qui. Dalla cenere. E’ un buon posto da cui partire, perché è un niente che possiamo riempire.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 13 febbraio 2013 su Dalla cenere. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Memento homo qui pulvis es! Il nostro corpo si trasformerà in cenere (terra).Ciononostante possiamo dire che lavoriamo come soci di Dio.Se nulla possiamo fare senza di Lui, ogni cosa di buono lo facciamo col suo intervento, quindi in società con Lui.Il massimo della dignità che Dio ci dona ed il massimo dell’amore che da Lui riceviamo.La cenere è ciò che resta dopo una combustione e la nostra anima verrà glorificata per quanto abbiamo arso per la sua gloria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: