I 10 comandamenti infernali – I – Non avrai altro dio

Cari giovani demoni, diavoletti e aspiranti tentatori
Sono indicibilmente felice dell’opportunità che mi è stata offerta di tenere questo corso Master di Tentazione Applicata.
Nel corso dei nostri incontri applicherò il razionalismo, caratteristica della nostra razza infernale, al Decalogo del Nemico, mostrando come possa essere un utile strumento per acquisirci le anime.

E comincerò proprio dall’inizio. Il primo comandamento del Nemico. “Non avrai altro Dio all’infuori di me”.
Ma vi rendete conto dell’arroganza? Il Nemico, solo perché per caso gli è capitato di crearci e farci esistere vuole avere l’esclusiva della divinità, escludendo da essa non solo il nostro Padre Infernale ma noi stessi, con la precisa volontà di tenerci fuori dalle stanze del potere.
Noi a questo sopruso diciamo no! Ma la cosa ridicola è che in proposito anche quelle patetiche creature umane pensano di avere diritto di dire la loro. Anzi, è proprio questa pretesa che ce li mette in mano nostra.

Vedete quanto è buffo? Noi li spingiamo a imitarci, e loro neanche se ne accorgono. Pensano di essere originali, tanto che chiamano questa loro aspirazione peccato originale. Pensano veramente di essere all’altezza del Nemico, capite? Loro, esseri di carne mortale!

Che il Nemico abbia inserito il difetto strutturale della libertà in noi demoni e poi abbia ripetuto lo stesso errore anche negli umani…questo, da solo, basta a confutare la sua onnipotenza. Il Padre Nostro che sta Quaggiù non avrebbe mai fatto uno sbaglio del genere.

Il nostro scopo è sfruttare quello sbaglio per allontanare gli umani dal Nemico. Una volta rinunciata alla sua protezione saranno sottomessi alla nostra, e del loro difetto ci prenderemo cura.

La prima Legge del nostro Decalogo sarà quindi tutta volta ad assicurare tale effetto. Che il soggetto da noi tentato pensi di potere fare tutto, che tutto gli sia permesso, e agisca di conseguenza.
Ed è questa:

I – Non avrò altro dio all’infuori di me.

Vedremo le altre Leggi nelle prossime lezioni…

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 9 marzo 2012 su comandamenti infernali. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 21 commenti.

  1. Faccio una domanda: non è che alla fine dell’applicaizone dei dieci “comandamenti” si ritorna al primo di essi, cioè “io sono Iddio onnipotente?” e, al contempo, si rimane chiusi nella propria mente e staccati del tutto dalle realtà? Immagino che la china sia simile.

  2. Non sono sicuro di avere capito la domanda…

  3. Volevo dire:

    non è che gli altri 9 comandamenti si riducono al primo che hai enunciato, ossia “io sono Dio”?

    Il fine di questi 10 nuovi comandamenti non è forse staccare dalla realtà e isolare nella mente?

  4. Denise Cecilia S.

    Forse Ago non ha del tutto torto.

    In ogni caso, pur godendo dell’abilità con cui rappresenti à la Lewis cosa sia il “male” ed in cosa consista; ho letto con una smorfia.
    Pesa ritrovarsi descritti tanto precisamente, e sapere di non aver avuto “attenuanti” perché non solo ci si comportava da dèi di se stessi, ma di questo comportamento si era fatta una filosofia scelta consapevolmente.

  5. xAgo: in un certo senso sì, esattamente come i comandamenti mosaici si possono far risalire al primo. Ma l’implementazione – se così si può dire – non è banale. Tanto che noi non confessiamo le trasgressioni a un solo comandamento, ma a tutti.
    In altri termini: l’adesione al primo si riscontra nell’azione degli altri nove.

    xDenise: se pensi sia pesante leggerlo, non hai idea di quanto sia pesante scriverlo. Dopo ti viene voglia di una doccia alla mente.

  6. Denise Cecilia S.

    Temo di averne un’idea.
    Appunto per questo, la smorfia.

  7. Cecilia, peggiore la caduta, più gloriosa la risalita.
    E proprio l’essere caduti tanto in basso ci fa apprezzare ancor di più l’aria pulita dell’alto.
    In un certo senso, felix culpa (anche se è un’espressione ambigua e fraintendibile).

    Quella smorfia trasformala in un sorriso di soddisfazione e gratitudine, del tipo: “sono successe davvero grandi cose se io, che ero lì, adesso sono qui”.
    E non c’è niente che faccia più arrabbiare il tizio dal piede caprino che vedersi sfuggire tra le dita un’anima che stava già assaggiando.

  8. Denise Cecilia S.

    Diciamo che la smorfia occorre a restare vigili, e non pensare che necessariamente non possiamo più cascare in certi tranelli.
    Epperò, sì: è proprio vero che si respira bene da queste parti, ed ancora meglio dopo aver avuto il naso tappato :)
    Capita ancora (e spero continui a capitare) che rimanga lì come una torda e mi chieda cos’è successo? Wow!

    Ecco, c’è sempre il pensiero che altri stanno ancora lì.

  9. Se fossi in te avrei anche parlato dell’Incarnazione… Insomma: Dio che si fa uomo non rischia di essere un fatto che confuta la tesi sopra enunciata? E l’assunzione di Maria? Insomma, questa volontà di Dio di fare parte della sua stessa vita e dignità alle Sue creature ma come dono liberamente donato e accettato… Credo sia più qui la differenza (almeno dopo Cristo)!

  10. Intendo dire che se fossi uno studente del “master” farei questa obiezione al docente (forse rischiando le… Corna) :-).

    Insomma, immagina questa scena: “Egregio supremo tentatore! La ringrazio per la Sua esposizione così pregna di fredda logica. E’ assolutamente chiaro che il Nemico non può rivendicare la natura divina solo per via della creazione e della Sua potenza, fino ad ora (ahimè) capace di tener testa alle nostre rivendicazioni (benchè come è ovvio supportate dalla pura e semplice ragione come avete così degnamente argomentato).
    Ma volevo richiamare la Sua attenzione sul fatto che questo Nemico, così meschino da negarci la Sua natura, abbia voluto prendere quella di quegli schifosi ibridi spirituali – animali! Perchè sembra voler partecipare quelle creature così imperfette della Sua stessa natura? Perchè torturarci così, proprio noi? I primogeniti della Sua opera, costretti per l’eternità con il tormento di non essere partecipi della Sua vita più degli esseri umani? Con loro sembra essere così generoso? Perchè negare solo a noi questa partecipazione? La ringrazio in anticipo per la Sua risposta”.

  11. “Caro fra-tollo. la ringrazio della sua domanda. E’ chiaro, come lei ben sa dai corsi di Nemicologia, che non esiste concordanza tra gli studiosi sulle vere ragioni dietro quella mossa. Alcuni sostengono che non si tratti che del tentativo, disperato e fallito, di rimediare al suo stesso errore. Altri negano che ci sia una qualsivoglia razionaità, e sia solo per capriccio che sia sceso tra le larve umane; una minoranza, ma autorevole, sostiene invece che fosse tutto un piano preordinato fin dall’inizio dal Nemico pr i suoi sordidi scopi. Si tratta di vera preferenza o di un altro inganno come quello perpetrato ai danni del nostro Signore Infernale? Non so dire.
    In ogni caso il tema del nostro prossimo passo verterà proprio sull’argomento da lei introdotto.
    Ah, a proposito: se vuole cortesemente seguire i due demoni che vede in piedi accanto al suo sedile, credo che le vogliano fare qualche domanda su quella maiuscola che ha usato più volte in congiunzione con il Nemico. Solo uno scambio di opinioni, è chiaro: non ha niente da temere.”

    xClaudi\Denise: Non tanto cascare, quanto scoprirsi affine al Caduto.

  12. Ma Dio cosa prova nei confronti di Satana? Lo ama? Lo odia? In fondo era pur sempre un suo figlio o sbaglio

  13. Mi sa che dovrò ripetere il corso di Nemicologia :-)

    Grazie comunque per esserti prestato alla finzione :-)

  14. Sbagli, Asmodeo…una sua creatura. Credo che Dio lo ami tuttora. Ma lui ha scelto altrimenti.

    Grazie a te, Fra_Tollo, domanda interessante.

  15. Ami una ragazza alla follia, questa un bel giorno ti molla. Tu ci stai male come un cane anche se è stata lei a scegliere di andarsene.

    Ne deduco che Dio è un Dio triste

  16. Non so se Dio sia triste.
    Ma mi sa che è come il Padre della parabola del figlioll prodigo: sempre a spiare la strada che scende dalla collina, se mai appaia lassù il figlio che se ne è andato.
    Questa non è tristezza: è speranza.

  17. Una volta tanto Asmodeo potrebbe aver fatto – incidentalmente, ovvio – un commento meno insulso del solito.
    Dio può soffrire? Questione teologica interessante. Io penso che si possa dire sì, che Dio sia triste per i peccati degli uomini, per gli angeli e i dannati che si sono allontanati per l’eternità da lui.
    Potrebbe non soffrire Dio? Certo che potrebbe. Potrebbe costringere gli uomini a non peccare, potrebbe costringere demoni e dannati a tornare da lui. Ma non lo fa, perchè ha scelto di rispettare la loro libertà. L’uomo subisce il dolore; Dio lo abbraccia. Per questo la sua sofferenza non è un limite alla sua perfezione.

  18. In effetti Cristo è triste in più occasioni. “Tristis est anima mea, usque ad mortem…”.
    Peguy, in una bellissima pagina, dice che quello che lo strazia sulla croce non sono i chiodi, ma la consapevolezza di tutti quelli che lui non riuscirà a salvare.

  1. Pingback: Se la realtà è un’opinione « Seme di salute

  2. Pingback: Su ciò che piace e “non” piace a Satana. Dalle Lettere a Berlicche all’esoterismo di Dan Brown: Codici, Demoni e l’Inferno | Escogitur.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: