La forza che nei verdi steli guida il fiore

C’è armonia segreta in ogni cosa. Gli stessi numeri che governano l’arrotolarsi delle conchiglie e degli uragani governano le dimensioni del nostro corpo, dalla pressione sanguigna alla lunghezza delle braccia. E’ un’equazione misteriosa di cui non siamo consapevoli, e ci accorgiamo di lei solo quando con grande fatica esploriamo ciò che ci circonda. E la conoscenza arriva come una sorpresa: come il segno di ciò che non capiamo, ma che ordina allo stesso modo le galassie infinitamente distanti e i fiori dei campi. Una sapienza che non è la nostra e che possiamo, e dobbiamo, solo riconoscere.
Se c’è una legge intrinseca a girasoli e stelle, come non pensare che ce ne sia una anche per l’uomo?

The force that through the green fuse drives the flower

The force that through the green fuse drives the flower
Drives my green age; that blasts the roots of trees
Is my destroyer.
And I am dumb to tell the crooked rose
My youth is bent by the same wintry fever.

The force that drives the water through the rocks
Drives my red blood; that dries the mouthing streams
Turns mine to wax.
And I am dumb to mouth unto my veins
How at the mountain spring the same mouth sucks.

The hand that whirls the water in the pool
Stirs the quicksand; that ropes the blowing wind
Hauls my shroud sail.
And I am dumb to tell the hanging man
How of my clay is made the hangman’s lime.

The lips of time leech to the fountain head;
Love drips and gathers, but the fallen blood
Shall calm her sores.
And I am dumb to tell a weather’s wind
How time has ticked a heaven round the stars.

And I am dumb to tell the lover’s tomb
How at my sheet goes the same crooked worm.

Dylan Thomas

La forza che urgendo nel verde calamo guida il fiore,
guida la mia verde età; quell’impeto che squassa le radici degli alberi
è per me distruzione.
E muto non so dire alla rosa avvizzita
che questa febbre invernale piega anche la mia giovinezza.

La forza che guida l’acqua tra le rocce,
guida il mio rosso sangue; quella stessa che asciuga le sorgenti che gridano,
le mie raggruma;
e son muto a gridare alle mie vene
che a quell’alpestre polla succhia la stessa bocca.

La mano che mulina l’acqua dentro alla pozza
sommuove il fondo limo; quella che lega i vènti, ora il sudario
della mia vela spinge.
E sono muto a dire all’impiccato
quant’è della mia argilla in chi lo impicca.

Le labbra del tempo lambiscono dove la fonte fa vena;
goccia l’amore, gonfia, ma il sangue che cade, di lei
addolcirà le pene.
E sono muto a dire al soffio che si leva
che paradiso è scandito dal tempo intorno alle stelle:

muto a dire alla tomba dell’amante
che sul mio letto appare lo stesso verme aggrinzito.

(trad. Eugenio Montale)

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 21 aprile 2010 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. un paio di spunti che avevo trovato tempo fa:spiraleggiando su gravità zero (musica rock)http://www.gravita-zero.org/2010/03/spiraleggiando.htmlNature by numbers (spiegone scientifico con video allegato)http://www.etereaestudios.com/docs_html/nbyn_htm/about_index.htm

  2. utente anonimo

    [«Est in arundineis modulatio musica ripis»]C'è una melodia nelle onde del mare,Un'armonia nelle dispute degli elementi,E un armonioso fruscio musicaleScorre per gli ondeggianti canneti.Un'armonia imperturbabile in ogni cosa,Una piena consonanza nella natura,Solo nella nostra fantomatica libertàNoi ci riconosciamo discordi da essa.Donde è sorta questa discordanza?E perché nel coro universaleL'anima non canta ciò che canta il mare,E, canna pensante, si ribella?F. I. Tjutcev

  3. Grazie, Energio.Molto bella, anonimo #2, non conoscevo l'autore. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: