99 pecorelle +1

Dal Vangelo secondo Mattia, l’apostolo che non c’era

Si avvicinavano a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano: «Costui riceve i peccatori e mangia con loro». Allora egli disse loro questa parabola:
"Un pastore ha cento pecore, e ne perde una. Allora lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova. Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta."
"E gli amici e i vicini dicono: Ma che razza di pastore sei? Che te ne importa di una pecora smarrita? Ne hai, 99, accidenti, guardate, una più una meno non si vede neanche la differenza. Sei un allevatore con un sacco di bestie e corri dietro ad una misera pecora? Quella merita tutto quello che le può accadere, ha preso una cattiva strada; e diremo di più, se l’ha presa è colpa tua, pastore, che non hai fatto sufficienti controlli e non l’hai cucinata a dovere non appena cominciava a svicolare. Questo dimostra che è proprio lo stesso allevamento di pecore ad essere sbagliato. E’ l’ovile che induce alla fuga. E siccome urta la nostra sensibilità, ti bandiremo, tu e il tuo gregge, e sulla tua terra potremo allevare bestie di qualità migliore, che so, galline. Con le ali tagliate."
E scribi e farisei lo guardavano meravigliati per la sua sapienza. Allora Egli portò la mano al volto e, posto il pollice sul naso, la sventolò aperta verso i suoi uditori emettendo un suono come di tromba.
Poi diede di gomito a Matteo che prendeva appunti e gli disse sottovoce: "In verità ti dico, questo è meglio se lo lasci fuori".

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 20 aprile 2010 su diavolerie e cattiverie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. utente anonimo

    Sono convinto che Gesù abbia uno spiccato senso dell'umorismo. Tuttavia, immaginarmelo che fa marameo (o il gesto equivalente ai suoi tempi) mi risulta molto difficile.Solo un diavolaccio come te può scrivere certe cose!sbit(mentre allestiamo il nuovo laboratorio di informatica della nuova scuola di Ovindoli)

  2. Non per niente il tag è "diavolerie e cattiverie"…

  3. Non Gli si perdona la Sua capacità di perdonare. Lo si vorrebbe giudice impietoso. Con gli altri. Anche oggi.

  4. Io Gesù me lo sono sempre immaginato dotato di uno spiccato senso dell'umorismo e la ragione è molto semplice: partiamo dal fatto che Dio è "il creatore" per definizione, e quindi è anche il creatore di quello, no?. E poi di sicuro conosce un sacco di barzellette sui preti e sugli ebrei…

  5. utente anonimo

    Questa piace anche a un "mangiapreti" (come si dice dalle mie parti) come me ;)Tommaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: