Giuda, amico mio

Amico mio: così lo chiama. Lo sta consegnando alla morte più orribile immaginabile, e gli dice amico.
Diciamolo chiaramente: noi non chiameremmo così chi ci sta uccidendo. Noi invocheremmo leggi, un processo, una pena. Se non esiste un reato, lo si inventi, per una così grande colpa. Capi d’accusa, aggravanti. La vittima lo conosceva, gli aveva dato la sua fiducia.
E lui ha fatto quel gesto orribile ed omicida. L’ha baciato. Per denaro.
 
Eppure lo chiama amico.
Noi avremmo invocata la Costituzione. Le Leggi. I Giudici. Giustizia. Perchè giustizia deve essere fatta, no? Occhio per occhio, o qualcosa del genere. Non è che ce ne possa importare di cose come pentimento o simili. Non importa neanche se sei cambiato: hai commesso atti orribili. Devi pagare.
 
Così riusciremo ad eliminare tutto il male dall’uomo, finalmente. Leggi certe. Pene certe. Imprigionare e buttare via la chiave. Eliminare dal mondo, in un modo o nell’altro. Per avere una società perfetta. Senza male. Dove ogni conversazione sarà registrata, ed esaminata in cerca dell’errore; ogni atto filmato ed esaminato, in cerca del reato. Di ognuno. In ogni momento. E poi la punizione. Che elimini il male. Il male che decido io. Eliminato il male, estirpato il male, non ci sarà più neanche bisogno del bene.
 
E lui lo chiama amico. Questo non riusciamo a capire. Che lui possa chiamarlo amico.

L’infelice gettò via il prezzo del sangue e, alla fine, si appese ad una corda.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 25 marzo 2010 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. utente anonimo

    L'espressine della parola Amico ha un effetto positivo ma non sempre salvifico.Essere chiamati "Amici" può lusingarci ma non è tutto.Amico è colui che non ti ostenta avversità: ma non per questo è tenuto ad amarti.Essere amici di Gesù è il primo passo di far parte del Suo Regno.Lui dice: Se farete ciò che Vi dico, sarete miei amici.Ma si sa che l'Eredità non viene spartita tra amici, ma è patrimonio dei Figli.E come si fà ad essere figli?Oltre ad essere "amici" bisogna saper amare con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutte le forze!Allora non sei più "amico" ma Figlio di Dio.A mio padre non mi sogno di dirgli che lui è mio amico… lo trovo riduttivo e… offensivo. 

  2. Mi ha sempre fatto un po' pena Giuda, con quel suo ostinato non vedere, con quel suo voler rimanere da solo,  con il dare la colpa a promesse non mantenute, con la sua pretesa di sapere cosa avrebbe dovuto dire e cosa vrebbe dovuto fare il figlio di Dio e come avrebbe dovuto essere il suo regno…Sarà perché gli assomiglio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: