Gli adoratori del sole

La notizia che ad Oxford è stato deciso di sostituire il Natale con la "festa della luce invernale" non mi ha sorpreso più di tanto. E’ una tecnica già collaudata, è già stato fatto in passato da personaggi storici molto più famosi. Uno su tutti, Aureliano, l’imperatore romano.
Già, perchè chi vi dice che furono i cristiani ad espropriare la festa pagana del "Sol Invictus" con il Natale dice una emerita panzana, in quanto questa festività fu istituita nel 274 dopo Cristo proprio per cercare, tra l’altro, di cancellare quella ricorrenza che i cristiani già celebravano.

Insomma siamo al solito rovesciamento dei ruoli. I cristiani, dall’Illuminismo in qua, sono stati accusati di avere trafugato le festività altrui ricoprendole con le proprie, mentre è avvenuto esattamente il contrario. Il Natale i cristiani lo festeggiano il 25 dicembre perchè cade 9 mesi dopo il 25 marzo, data che in occidente era ritenuta dai primi cristiani quella della crocefissione. La tradizione ebraica vuole che la morte dei profeti avvenga il giorno della loro nascita o loro concepimento; se è morto il 25 marzo è stato anche concepito in tale data. Da qui arriva il calcolo. Che però è sostenuto anche da prove archeologiche.
Mentre si sa che il Natale era già festeggiato all’inizio del III secolo, non ci sono prove che prima di allora venisse celebrata una festa a Roma il 25 dicembre; i due tempi dedicati al sole avevano festività in tutt’altra data. I primi cristiani nel definire il Natale se ne sono fregati alla grande di Isis, Giove, Apollo, Mitra e tutte le altre divinità solari. Per i cristiani il sole è una creazione dell’Onnipotente, quindi serve per il bene dell’uomo, e non è quindi un dio vendicativo da ingraziarsi. E anche se Cristo può essere visto come sole di giustizia redentore dell’umanità, questo è un simbolo, nulla più.

E’ bufala pure l’analoga contestazione per la festa di Ognissanti, che cade il 1 novembre perchè in tal data fu istituita da Papa Gregorio III (morto nel 741) per la dedicazione della cappella di Tutti i Santi a Roma e che fu estesa nell’840 a tutta la cristianità da Gregorio IV. Non creata quindi allo scopo di obliterare oscure feste celtiche.

Rimane l’ignoranza e l’ostilità al cristianesimo (e quindi alla loro stessa civiltà e tradizione) dimostrata da questi adoratori del sole anglosassoni.
Speriamo almeno che per i sacrifici umani aspettino ancora un po’.

Versione inglese

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 3 novembre 2008 su tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 38 commenti.

  1. utente anonimo

    Wow, non li conoscevo questi dettagli sul Natale! Grazie.
    Posso usare questo post tra un mesetto e mezzo circa?
    Conosco un gruppo di gente che per Natale usa scambiarsi foto con il Sole e raccontarsi quella che tu, credo giustamente, chiami una “emerita panzana”… sarebbe dirvertente (o cattivo) mandarglielo assieme alla riproduzione del Volantone di Natale :).

    crazy

  2. grazie anche da parte mia, fin nei dettagli non c’ero…
    non so le lo hai letto ma mi ricorda uno dei racconti di padre Brown, dove c’è uno pseudo profeta del sole…

  3. Visto che porti dati abbastanza precisi, non ho motivo di dubitare,
    se il primato dell’istituzionalizzazione di certe feste spetti al Cristianesimo o ad altre religioni non so dirlo e mi affido ai tuoi dati, mi limito però a osservare che già nell’antichità acerte cadenze ‘astronomiche’ equinozi e solstizi erano abbondantemente conosciute e credo che ad esse sia stato dato un significato fortemente simbolico fin dalla antichità…

  4. Io comunque ci trovo una coincidenza non casuale nel fatto che certe festività cristiane siano fissate in prossimità di alcune di queste ‘scadenze astrologiche’: come il Natale (solstizio d’inverno), o la Pasqua (equinozio di Primavera)…

  5. Il racconto di padre Brown lo trovate qui: http://ebooks.adelaide.edu.au/c/chesterton/gk/c52fb/chapter10.html

    xCrimson: Per i dati, controlla pure in giro, come anch’io ho fatto. Che solstizi ed equinozi fossero conosciuti è certo, ma dove erano realmente festeggiati? Non a Roma, infatti “Sol Invictus” è di origine siriaca. E poi, a mio parere Colui che ha fatto l’Universo non credo che avrebbe avuto difficoltà a scegliere date particolari…

  6. utente anonimo

    A me, non importa un fico secco.

    Se anche venissi a sapere che le feste cristiane sono state sovrapposte a date di feste celtiche o romane o retiche (cosa che ritenevo prima della lettura di questo post, devo dire), non mi stupirei per nulla: perché, in fin dei conti, è normale nel cristianesimo non sconvolgere nulla ma attribuire se mai significati nuovi a quanto antecedente la sua venuta, come avvenne anche per le basiliche ad esempio… o alla croce stessa.

    Perciò, se qualche scoperta archeologica confutasse il 25 dicembre a favore del 12 marzo, o del 7 di ottobre, a me la vita non cambierebbe né tanto né poco…

    E a voi?

    Icaro sloggato

  7. la notizia che ha pubblicato berlik ha però un contenuto be diverso: non si tratta di dire chi ha fatto una ceta festa prima dell’altro, o spostarne la scadenza. si tratta come hanno fatto ad oxford o come fanno in tantissime scuole statali e comunali, ad esempio l’asilo che frequentava mia figlia – di eliminare fisicamente la festività più importante del mondo moderno, il Natale, sostituendola con una alternativa. cioè non dire più ai bambini che è nato il figlio di Dio, vietare la conoscenza di un fatto storico ben preciso. mettere i presupposti culturali ed educativi per un mondo senza Dio.

  8. La Francia giacobina e la Russia dei soviet hanno cercato di abolire la settimana sostituendole raggruppamenti di 10 o 5 giorni. Perché? Ma è ovvio, per abolire la domenica, il giorno del Signore, l’ottavo giorno.
    La storia, come sempre, si ripete, e non c’è nulla che non si sia già visto.

  9. Berlicche, Diavolo di un uomo,

    il Sole è una creazione dell’Onnipotente, dici. Il quale Onnipotente però lo ha creato due volte, dice Genesi. Spiegami il perché.

    Come? Vuoi sapere perché secondo me nella Genesi il Sole è creato due volte? Perché la Genesi è scritta da uomini, e non da Dio. Come l’Iliade è scritta da Omero e non dalla Diva.

  10. In effetti ha ragione Icaro: la vera notizia è che si vuole smettere di adorare un Dio buono per adorare il sole che sorge. Decisamente molto meno impegnativo, il sole non ti dice che stai facendo cavolate; ma neanche cambia in meglio la tua vita.

    Margite, non ti seguo. Se ti riferisci a Genesi 3 e Genesi 16, nella prima non è creato il sole, ma la luce. Esattamente come gli astrofisici dicono che la luce fu creata pochi nanosecondi dopo la nascita dell’Universo, e il Sole 9 miliardi di anni dopo.

  11. Quoto Icaro, è come per la Pasqua che la spacciano per Festa della Primavera, ma allora di questo passo finiremo per festeggiare anche i non compleanni, e le feste perderebbero di valore!
    Slegate, come stanno diventando, da un “Perchè” importante!

    Ciao, R

  12. NIENTE NATALE A OXFORD[..] La notizia che ad Oxford è stato deciso di sostituire il Natale con la "festa della luce invernale" non mi ha sorpreso più di tanto. E’ una tecnica già collaudata, è già stato fatto in passato da personaggi [..]

  13. utente anonimo

    Berlic a me risultano “dati” diversi (vedi Wikipedia).

    Il problema è che oramai voi cattolici siete alla frutta.

    La gente in massa non crede più alle vostre superstizioni.

    E meno male aggiungo io. A quando uno stato laico anche in Italia?

  14. utente anonimo

    perché, in Italia abbiamo uno stato confessionale? il CC e il CP sono scritti sulla base delle sacre scritture? la giustizia è amministrata dai vescovi? i parroci sono anche sindaci (a vita)? concistoro e parlamento sono la stessa cosa? e il presidente della repubblica ha preso i voti, e regna vita natural durante?
    strano, non m’ero accorto di vivere in Iran.

    ma soprattutto, mi spiegate come e quando il termine “laico” è diventato sinonimo di “miscredente”? e dove e quando si è iniziato a dimenticare che non può esistere laicità senza il cristianesimo, o al di fuori di esso?

    meravigliosi, sono, questi novelli sanculotti. gli originali almeno dell’ignoranza facevano un vanto, non credevano di esserne immuni come questi qui…..

    baron litron

  15. x Anonimo #13: “A me…” a te chi (Asmodeo)? Se non metti un nome sei nessuno.
    Wikipedia l’avevo vista anch’io. Dove sarebbero i dati diversi?
    Se i cattolici sono alla frutta, voi comunisti avete già sparecchiato la tavola. Per il resto quoto baron litron.

  16. Sinceramente apprezzoquello che scrivi, la tua costanza, le tue convinzioni. Tuttavia mi domando se serve a qualcosa o a qualcuno in questo mondo dove l’accettare regole, indicazioni, sentieri possibili sembra un violare la libertà individuale. Già… la libertà, che concetto straziato!

  17. utente anonimo

    Giusto, Berlic.

    L’unica cosa che vorrei correggere è che il 25 Marzo è la festa dell’Annunciazione dell’arcangelo Gabriele alla Vergine Maria (non della Pasqua), esattamente 9 mesi prima della nascita di Gesù.

    C’è un libro di Andrea Tornielli sul Natale (di cui mi sfugge adesso il titolo), che indaga per bene sulla data di nascita del Signore Gesù e che smonta l’idea, piuttosto diffusa, che il Natale è una data “inventata” dai cristiani.

    Conferma cioè l’attendibilità del 25 Dicembre come REALE data di nascita di Nostro Signore Gesù Cristo.

    Un salutone,
    R.

  18. xR.: Forse non sono stato chiaro. Certo che il 25 marzo è la data dell’Annunciazioneconcepimento. Quello che intendevo dire nel testo è che, considerandola come data della morte (e del concepimento), avrebbe ricondotto al 25 dicembre come data della nascita.
    C’è da dire che la data della morte di Gesù è tutt’altro che certa. Quando sono andato a verificare, non ho trovato due fonti che concordassero…la data più convincente mi sembra però quella del 5 aprile 33.

  19. utente anonimo

    “In effetti ha ragione Icaro: la vera notizia è che si vuole smettere di adorare un Dio buono per adorare il sole che sorge. Decisamente molto meno impegnativo, il sole non ti dice che stai facendo cavolate; ma neanche cambia in meglio la tua vita.”

    Berlic hai bevuto o sei vittima di allucinazioni?

    Dio vs Dio sole, quale delle due frottole prevarrà?

    Lo vuoi capire che si tratta di superstizioni? Per gli antichi esisteva il Dio sole per te esiste l’altro Dio.
    Entrambi non hanno fatto un cazzo per l’uomo e nessuno dei due ha mai parlato.

    Credulone….

  20. utente anonimo

    Dio ha parlato all’inizio del tempo, e l’eco non s’è ancora spenta.
    anche tu ne fai parte, con la tua incredulità, e la cosa sorprendente è che ciò non crea stonature nell’accordo della creazione, dove c’è posto per tutto e tutti.

    baron litron

  21. Anonimo #20, credulone tu, che credi a quelli che dicono che non ha mai parlato perchè non l’hanno mai ascoltato.
    Dio si è fatto uomo, anonimo. Non lo sapevi?

  22. utente anonimo

    Berlic, vuoi ragionare seriamente o vuoi prendermi in giro?

    Per un attimo lascia perdere quello che dicono. Dovessi credere a quello che dicono si finisce col credere in tutto.

    Tu personalmente questo Dio (oggi però non 2000-3000 anni fa) lo hai mai ascoltato o visto?

    Tu dici che Dio si è fatto uomo. Ma quali prove hai?
    Perchè credi questo? Possibile che non ti venga mai un dubbio?

  23. Come ti ho scritto decine di altre volte, i dubbi mi vengono: e scrivo su questo blog la maniera in cui me li chiarisco.
    Sei tu che non sei serio, perchè rifiuti a priori la mia e le altrui testimonianze.
    Sei tu che prendi in giro, perchè ti rifiuti di firmarti e fai sempre le stesse domande e gli stessi interventi.
    Ancora una volta, verifica, come ho fatto io. Ti ho sfidato in passato e ti sfido ancora a trovare la maniera di vivere meglio.
    E se non vuoi credere a quello che dico, perchè dovrei sprecare altro tempo con te?

    PS: e cerca di trovare qualcosa di diverso da dire dalle ultime 10 volte.

  24. utente anonimo

    Chi ti dice che rifiuto a priori la tua/vostre testimonianza/e?

    Voglio solo capire se siete veramente sinceri, o vittime di “suggestioni”.

    E se siete sinceri voglio capire cosa realmente avete “scoperto”?

    Se è qualcosa di buono mica sono fesso che non “vengo” anche io?

    Però mi sembra tutto così strano e assurdo.

    Il dubbio è sempre forte

  25. ciao anomimo,
    capire si capisce se si prova… non sragionando a vuoto…
    :)

    @ berlic
    grazie del link del racconto! è uno dei miei preferiti, adesso uso l’originale per rispolverare il mio inglese, visto che ho l’italiano…

  26. NIENTE NATALE AD OXOFORD (EDIT.SOL)[..] La notizia che ad Oxford è stato deciso di sostituire il Natale con la "festa della luce invernale" non mi ha sorpreso più di tanto. E’ una tecnica già collaudata, è già stato fatto in passato da persona [..]

  27. Niente natale ad Oxford – Editoriali Samizdat[..] La notizia che ad Oxford è stato deciso di sostituire il Natale con la "festa della luce invernale" non mi ha sorpreso più di tanto. E’ una tecnica già collaudata, è già stato fatto in passato da pers [..]

  28. utente anonimo

    Obama c’è

  29. Grazie Merins.

    Solo una nota su Obama: mi fanno un pochino ridere quelli che irridono i cristiani per la loro fede in Dio e poi pongono la loro fede negli uomini.
    Mi auguro che Obama sia un Presidente USA degno; ma so che comunque deluderà, appunto perchè è un uomo (e, devo aggiungere, un uomo la cui immagine è stata “costruita” oltre le dimensioni reali).

  30. utente anonimo

    è un po’ o.t. scusate…
    vediamo un po’…
    l’immagine è della dea kalì , la personificazione della morte nella cosmogonia hindi…
    i suoi seguaci applicavano il loro credo con omicidi rituali (e non parlo di salgari, ma di dati ufficiali coloniali) si parla di decine di migliaia di persone assassinate per strangolamento lento…
    oggi in messico (altro paese con cosmogonia balorda) sembra sia in ripresa l’adorazione della “santa muerte” sopratutto tra i delinquenti narcotrafficanti. sembra che questo abbia a che fare con lo stermino di ciudaz juarez…
    un cristiano sa bene indicare la radice di questi avvenimenti…
    sono gli altri che non capiscono…
    caposkaw

  31. Sempre su questo tema sconcertante, mi sembra molto bello l’ articolo di Davide Rondoni pubblicato ieri su Avvenire.

    Un abbraccio.
    Cuoredipizza
    __________

    La vita è saporita…
    ad Jesum per Mariam

  32. NIENTE NATALE AD OXFORD[..] La notizia che ad Oxford è stato deciso di sostituire il Natale con la "festa della luce invernale" non mi ha sorpreso più di tanto. E’ una tecnica già collaudata, è già stato fatto in passato da personaggi storici molto più famosi. Uno su tu [..]

  33. Questi adoratori neopagani del sole sono preda degli adoratori del Dio unico. I sacrifici umani già avvengono. In Gran Bretagna si servono kebab di carne umana…
    http://www.dailymai l.co.uk/news/ article-457444/ Killer-joked- schoolgirl- lover-kebabs. html

  34. A partire dal 10.000 a.c. la storia è piena di graffiti o scritture che rappresentano il rispetto e l’adorazione verso il Sole. Per gli antichi il Sole doveva sembrare la prova tangibile dell’esistenza di una divinità, anzi il Sole doveva sembrare una divinità stessa, posta in lontananza, che guardava gli uomini dall’alto, non poteva essere guardato direttamente ed era visibilmente qualcosa di superiore e potente. Ogni giorno il Sole sorge, porta luce e calore salvando l’uomo dal freddo, dall’oscurità e dai predatori notturni nel buio della notte, regalando cioè la vita. Tutto questo per millenni ha reso il Sole l’oggetto più adorato di tutti i tempi ma non certo l’unico.

    Le stelle sono state studiate attentamente per cercare di riconoscere ed anticipare eventi che si ripetevano nel corso di lunghi periodi di tempo come le eclissi e le lune piene. Le stelle sono state catalogate in gruppi, quelle che oggi conosciamo come Costellazioni. La croce dello Zodiaco è una delle immagini più antiche dell’umanità, essa rappresenta il Sole come se metaforicamente attraversasse le 12 maggiori costellazioni nel corso di un anno. Rappresenta anche i 12 mesi dell’anno, le quattro stagioni, i solstizi e gli equinozi.
    Le civiltà antiche non solo osservavano il Sole e le stelle, ma li personificavano elaborando mitologie circa i loro movimenti e legami : il Sole con il suo potere di dare la vita era personificato come colui che rappresenta il Creatore Invisibile ovvero Dio mentre le 12 costellazioni rappresentavano le tappe del suo viaggio che venivano personificate con elementi della natura che si manifestano in quel periodo dell’anno. Per esempio, l’Acquario è personificato come l’uomo che versa l’acqua e sta a significare le piogge primaverili.

    Gli Dèi del Sole

    Horus è il Dio Sole dell’Egitto, risalente all’anno 3000 avanti Cristo. È la divinità del sole antropomorfa più importante, e la sua vita è una serie di mitologie allegoriche del movimento del Sole nel cielo.

    Horus è nato il 25 dicembre dalla vergine Isis-Meri, la sua nascita è stata accompagnata da una stella dell’est che i re seguirono per trovare il neonato salvatore e portagli dei doni. All’età di 12 anni era un prodico insegnante adolescente, all’età di trenta anni egli fu battezzato da Anup e da quel momento iniziò il suo ministero.

    Horus aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui mentre compiva miracoli come la guarigione dei malati e il camminare sulle acque. Ad Horus venivano attribuiti nomi simbolici come “La verità”, “La luce”, “Il figlio eletto di Dio”, “Il buon pastore”, “L’Agnello di Dio” e molti altri. Dopo essere stato tradito da Typhon, Horus venne crocifisso, sepolto per tre giorni, dopodiché è risorto.
    Questa stessa struttura mitologica è stata ripresa da molte altre divinità successive.

    Mitra della Persia, 1400 a.c., è nato da una Vergine il 25 dicembre in una grotta, veniva chiamato “Il Salvatore”, “Il Redentore”, “Il Messia”, “la via e la verità”, ed il altri modi. Egli aveva 12 discepoli e compiva miracoli, la sua religione comprendeva il rito dell’Eucarestia, della benedizione e del battesimo. Dopo la sua morte venne sepolto per 3 giorni dopodiché è risorto. Il giorno sacro per il culto di Mitra era la domenica detto anche “Giorno del Signore”, e la sua resurrezione veniva celebrata ogni anno nel giorno di Pasqua.

    Krishna dell’India, 1200 a.c., è nato da una vergine il 25 dicembre in una grotta con una stella dell’est che segnalava il suo arrivo, alla sua nascita ha ricevuto la visita di tre uomini saggi che gli hanno portato in dono delle spezie, è sopravvissuto ad un infanticidio da parte di un re, ha compiuto miracoli con i suoi discepoli e si è anche trasfigurato, fu crocifisso (alla sua morte il Sole si oscurò) e poi è risorto dopo tre giorni. Krishna ritornerà sulla terra per giudicare i morti.

    Attis della Frigia, 200 a.c., è nato da una vergine il 25 Dicembre, veniva chiamato “La Verità”, “La Luce” ed in molti altri modi, fu crocifisso, sepolto e poi risorto dopo tre giorni.

    Dioniso/Bacco della Grecia, 200 a.c., è nato anche lui il 25 dicembre da una vergine, era un insegnante viaggiatore che compiva miracoli come trasformare l’acqua in vino, veniva chiamato “Re dei Re”, “L’Unigenito di dio”, “L’Alfa e l’Omega” ed in molti altri modi, fu crocifisso dopodiché è risorto.

    Ovviamente queste sono tutte le caratteristiche peculiari di Gesù Cristo.

    Per farla breve, ci sono dozzine di salvatori nati il 25 dicembre, per lo più da una vergine, che hanno effettuato miracoli, sono morti su croci/alberi/oggetti fatti di legno, poi sono risorti, e presentano tra loro delle somiglianze impressionanti. La domanda sorge spontanea: perché queste caratteristiche?

    Il perché delle caratteristiche comuni delle divinità del sole

    Innanzitutto, la sequenza della nascita ha un’origine del tutto astrologica: La “stella d’oriente” non è altro che Sirio, la stella più luminosa del cielo notturno. Il 24 dicembre di ogni anno, Sirio – com’era già noto nei tempi antichi – si allinea con le tre stelle più brillanti della cintura di Orione. Queste ultime tre stelle vengono chiamate, oggi come nell’antichità, “I tre Re”.

    La linea retta descritta idealmente da queste 4 stelle (Sirio più “i tre Re” allineati) indica esattamente il punto dell’orizzonte dove il sole sorgerà il 25 dicembre. Ecco da dove viene l’allegoria della stella che, insieme ai tre re che la “seguono”, indica il punto dove il sole (cioè la divinità del Sole) nascerà.

    C’è un altro fenomeno molto interessante che si verifica nei giorni tra il solstizio d’inverno e il 25 dicembre: dal solstizio d’estate (Giugno) al solstizio d’inverno (21 dicembre) i giorni diventano sempre più corti e freddi e, dalla prospettiva del nostro emisfero, ovvero quello nord, il Sole appare muoversi verso sud e diventare più piccolo e debole, e quindi il Sole sembra quasi “morire”.

    Il 22 dicembre la “morte” del Sole si realizza completamente quando cioè raggiunge il punto più basso nel cielo. La cosa particolare è questa: dal punto di vista visivo, il Sole smette di muoversi verso sud per 3 giorni.
    Durante questo periodo, il Sole rimane in prossimità della Croce del Sud (la costellazione di Crux), e dopo questo periodo di tre giorni, il Sole ricomincia a muoversi questa volta verso nord facendo presagire giorni più lunghi, più calore e primavera.

    Il Sole è morto sulla croce, morì per 3 giorni per poi risorgere e nascere di nuovo: da qui l’idea di crocifissione, morte per 3 giorni e resurrezione che è comune a tante divinità del Sole come Gesù.

    Tuttavia, gli antichi non celebravano la resurrezione del Sole sino all’equinozio di primavera, o Pasqua, e questo perché solo a partire dall’equinozio di primavera il Sole supera la forza maligna dell’oscurità e le ore di luce superano le ore di buio.

    La vergine Maria non è altro che la costellazione Virgo (vergine), il geroglifico antico per Virgo era la M modificata, ecco il perché Maria, come molte altre madri vergini, iniziano per M. Alla costellazione Virgo ci si riferisce anche come “Casa del Pane”, la rappresentazione di Virgo è una vergine che porta con se un covone di grano, ed il simbolo del grano rappresenta i mesi di Agosto e Settembre, il tempo cioè della mietitura. È interessante il fatto che Betlemme si traduce letteralmente come “Casa del Pane”.
    Gli Apostoli sono semplicemente le 12 costellazioni dello Zodiaco, assieme ai quali Gesù, essendo il Sole, viaggia. In effetti, il numero 12 è ripetuto di continuo in tutta la Bibbia.

    Ritornando alla croce dello Zodiaco con la sua rappresentazione della vita del Sole, essa non era solo una rappresentazione grafica o uno strumento per identificare i movimenti del sole, ma era anche un simbolo di spiritualità pagano identificato graficamente con una croce con un cerchio all’interno, cioè quello che è anche il simbolo della cristianità. Questa è la ragione per cui Gesù nell’arte sacra antica veniva sempre mostrato con la sua testa nella croce, in quanto Gesù è il Sole, “il Sole di Dio”, “la Luce del Mondo”, “il Salvatore Risorto”, “Colui che ritornerà ancora o che rinascerà ancora”, “La Gloria di Dio che difende contro le forze dell’oscurità”, “Colui che può essere visto arrivare dal cielo con la sua corona di spine (o raggi solari)”.

  35. A parte le molteplici imprecisioni ed errori di questo commento, la differenza tra Cristo e gli altri è che Cristo non è un mito ma è un fatto storico, una persona realmente esistita; e i miti non sono altro che prefigurazioni ed indicazioni di quello che è il solo salvatore dell’umanità. Questa fu l’intuizione che causò la conversione, tra gli altri, di C.S. Lewis. cfr http://www.gliscritti.it/approf/2006/saggi/narnia.htm
    “(…) se io incontro l’idea del sacrificio in un racconto pagano questa non mi crea alcun problema: anzi, che se mi trovo davanti un dio che si sacrifica, ne sono attratto e misteriosamente commosso: ancora, che l’idea del dio che muore e risorge (Balder, Adone, Bacco) mi colpisce così tanto a condizione che io la trovi ovunque tranne che nei Vangeli. La ragione è che nei racconti pagani io sono stato preparato a percepire il mito nella sua profondità e suggestione di significati oltre ogni mia capacità di comprensione, anche se poi nella freddezza della prosa io non riesco a dire “cosa significhi”. Ora la storia di Cristo è semplicemente un mito vero: un mito che agisce su di noi come gli altri, ma con la tremenda differenza che questo è davvero avvenuto. […]
    Cioè, le storie pagane sono Dio che esprime Se stesso attraverso la mente dei poeti, facendo uso delle immagini che vi ha trovato, mentre il cristianesimo è Dio che esprime Se stesso attraverso quello che chiamiamo “realtà”. Perciò è vero, non essendo una “descrizione” di Dio (cosa che una mente finita non potrebbe racchiudere) ma la via attraverso cui Dio sceglie di mostrarsi alle nostre facoltà. Le “dottrine” che tiriamo fuori dal vero mito sono certamente meno vere di questo: traducono in concetti e idee quello che Dio ha già espresso in un linguaggio più adeguato, la vera incarnazione, crocifissione e resurrezione. E’ sufficiente tutto questo per credere al cristianesimo? In ogni caso adesso sono certo che: A) in un certo senso, questo è il metodo con cui il cristianesimo deve essere avvicinato, così come mi accosto agli altri miti; B) fattore più importante e ricco di significato, sono quasi certo che sia tutto accaduto per davvero.”

  36. Non è Natale se non riciclano le solite balle sui miti pagani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: