Assassini VI – Tribunali

IIIIIIIVVVIVII

Come fare allora ad impedire che il più forte prenda il sopravvento, che siano la sua legge e il suo interesse a vincere?
Il forte può essere trattenuto solo da uno più forte di lui, o dalla consapevolezza di una convenienza che va oltre l’immediato.

I gendarmi, i giudici, i tribunali sono il modo in cui si è tentato di fermare il forte con la forza, imponendo con la spada la bilancia che dà lo stesso valore all’occhio mio e all’occhio tuo.
Un mezzo che regge fintanto che il forte non si fa tribunale.

Ma altre leggi scritte dall’uomo fin dai tempi antichi, scese dalle montagne sacre ed uscite dai deserti, si spingono un poco più in là. Sono state redatte da saggi che hanno molto meditato sull’uomo, su quel suo inestinguibile desiderio di bene e inesauribile scegliere il male. Dicono che non devi uccidere neanche se ne hai motivo o opportunità. Amare i prossimi, i nostri amici, e risparmiare i nemici. E, siccome una cosa del genere non può essere accettata in un mondo dove regna la legge del leone, allora si spostano un po’ più su. In un cielo che è oltre questo mondo, dove uccidere è male.
Se uccidere mi può dare il predominio in questo mondo, la sola motivazione per non farlo è che ci sia un altro posto in cui le mie azioni, quello che faccio in questo mondo, si ripercuotono. Un posto in cui anch’io dovrò rendere conto. Un’altra vita, in cui questa sarà pesata.

Oh, questo ha fermato qualcuno. Ha creato pace dove non ce n’era. Ha permesso di creare le città, dove persone possono vivere senza uccidersi. Talvolta.
Però la scimmia omicida alla prima occasione salta fuori. Perchè, sghignazza, questo cielo chi l’ha visto?

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 16 settembre 2008 su Assassini, meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: