Un amore splendido

Beh, doveva accadere prima o poi. C’ero andato vicino parecchie volte, ma questa ci sono caduto.

La giornata è stata lunga e pesante: lavoro intenso, riunioni. Non sono uscito tardi, per le sette e mezza ero a casa, e quindi mezz’ora di calcio con i bimbi. Ho insegnato a Simone a parare e gli ho ammaccato il naso con una pallonata, ma non ditelo alla mamma. Dovevamo cominciare il film alle nove, ma alla fine si sono fatte le dieci. Tra un documentario sui lemuri e un orribile telefilm su Robin Hood nel frattempo mio figlio si è addormentato, e ormai portarlo a cuccia, lungo com’è diventato, è una impresa. Un giorno o l’altro volo giù per i gradini.
Quindi, cancellato la pelllicola avventurosa in scaletta, mia moglie ha optato per un classico. Cary Grant insidiava Deborah Kerr e ne veniva conquistato mentre massaggiavo i piedi delle mie due donne. Che grandi attori, capaci di far capire uno stato d’animo con un guizzo del volto. Quelli di oggi al confornto sembrano scolpiti nel granito.
La più piccola ha retto fino alla scena dell’Empire State Building, poi ho trasbordato nel lettino pure lei. La grande ha resistito fino alla fine, mentre io fingevo di essermi strofinato gli occhi con quella maledetta crema rinfrescante. Chiudere la casa, la cantina, e poi sono già mezzanotte e un quarto…

Mezzanotte e un quarto? Prima o poi doveva succedere. Dopo tre anni e mezzo ho lasciato trascorrere un giorno feriale senza postare. Buonanotte cara, vai pure e sogna un amore splendido e puro, che faccia cambiare e considerare come nulla ricchezza e vita facile, che ci faccia scordare il nostro cinismo e arroganza; un amore come vorremmo tutti. Io devo ancora scrivere qualcosa. Non so cosa: ma con la dolcezza ancora nel cuore, qualcosa troverò.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 5 luglio 2008 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. :D
    ;) Probabilmente se non ritardavi di un po’ non veniva fuori questo bel post!:)

    (E poi… puoi sempre pensare che considerando l’ora solare era ancora il 4luglio quando hai messo questo post;D)

  2. Nel petto dell’arcigno diavolo batte un tenero
    CORE, sì
    strappalacrime senza dubbio.

  3. utente anonimo

    A pensare che tu insegni a parare a Simone mi viene un po’ da ridere.
    Ma non importa come parerà … non campioni, ma uomini.

  4. Una serata da telefilm americano… solo il calcio al posto del basket!

    bella però.

  5. Ehi, anonimo #5, ai miei tempi non ero male come portiere…specie sulle parate in tuffo. Certo, adesso ho un po’ di zavorra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: