Clerostorica: Conclusione

Se volete mettere alla prova la vostra fede, leggete la storia della Chiesa.
Ai papi terribili del secolo X succedono i papi tremendi del secolo XI. Che Dio ci scampi da quelli del XV. E ancora non si era (forse) ancora toccato il fondo. Non che il resto della cristianità stesse meglio.
A S.Ignazio di Loyola consigliano di evitare di andare a Roma, se vuole conservarsi credente. A Martin Lutero non fanno lo stesso favore, questi vi si reca e poi succede quel che succede.

Le varie leggende nere che in questa serie di post ho cercato di smitizzare sono, appunto, leggende. Esagerazioni dei fatti, distorsioni, spesso vere e proprie consapevoli menzogne. Ciò non vuol dire che i componenti della Chiesa siano stati sempre tutti santi, limpidi, onesti e puri. Non per niente Padre Dante ci riempie mezzo inferno.

Quando Costantino legalizza la Chiesa, in apparenza sta facendole un gran favore. In pratica, cinque minuti dopo i soliti furbastri capiscono che i soldi che Costantino non darà più ai templi pagani a qualcun altro andranno. E improvvisamente i "convertiti" fioccano.
Come si fa a distinguere l’opportunista dal credente sincero? Come si fa a dividere chi cerca il potere da chi fa l’Opera di Dio? Come si fa a separare il buono dal malvagio? Come si fa, quando dentro noi per primi si svolge in permanenza lo stesso combattimento?

Nel corso di duemila anni la Chiesa è caduta molte volte e molte volte si è risollevata. Qualsiasi altra struttura umana così tante volte in mano a persone corrotte e immorali, squassata da divisioni e immobilismi, sempre sull’orlo di venire ingoiata dal potente di turno, sarebbe caduta. Si sarebbe disfatta, dimenticata, come è successo ad ogni altra realtà storica. Ma non è successo a lei, la Santa. La cui sostanza va oltre gli uomini di cui pur è fatta.
E’ ancora qui, che fa quello per cui è stata fondata, e che non ha mai smesso di fare pur nelle ore più buie: portare nel mondo la memoria di Cristo. Coloro che, credendosi migliori, se ne sono andati, si sono persi.
Sì, leggete la storia della Chiesa. Ne rimarrete stupiti. Se non l’hanno affondata i cristiani, la navicella di Pietro non affonderà mai. E le porte degli inferi non prevarranno.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 12 marzo 2008 su Clerostorica, meditabondazioni, tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. Ti ringrazio per la tua Clerostorica: è stata molto avvincente ed interessante.
    L’ho proprio letta con piacere.
    Grazie.

  2. Qaunto è vero, che nonostante tutti i nostri sforzi,
    la navicella di Pietro è ancora qui!

    http://lafilosofiadiorazio.splinder.com/post/12397250/La+Chiesa

  3. utente anonimo

    parole sante , berlic!
    nonostante noi, la Chiesa prosegue.
    caposkaw

  4. Ciò che conforta, nel dire “non prevarranno”, è che non si parla degli altri, ma dei propri lati peggiori.

  5. utente anonimo

    caro Berlic, sbagli. non “qualunque altra struttura umana”, ma “tutte” le altre strutture umane negli ultimi 2000 anni sono crollate e sparite. Solo la Chiesa cattolica è sempre qui.

  6. Tant’è vero che anche i suoi (della Chiesa) peggiori nemici sono costretti
    ad ammetterlo.

    Pochi giorni fa un super-laicista che lavora qui da noi e che non perde occasione per denigrare la Chiesa, ha detto, parlando ad un altro mio collega
    “… e ricordati che comunque Berlusconi muore ma Ruini No!”

    forse non s’è reso conto di quanto fosse vero quello che lui ha detto in tono semiserio…..

  7. semi OT:
    molto bello quel quadro.
    di che si tratta?

    diavoletto di Maxwell

  8. utente anonimo

    A proposito di lavoro Berlicche, lavori per qualche organizzazione religiosa? O per qualche sottoinsieme di CL?

    Mara nada.

  9. Berlicche, hai detto l’essenziale: la Chiesa è santa, gli uomini che la compongono no. E meno male, perché se la Chiesa fosse composta solo di santi non ci sarebbe posto per me.
    Un solo piccolo appunto: ti prego, non avvallare anche tu la leggenda nera anti-costantiniana che tanto va di moda fra i catto-comunisti. Non è vero che Costantino ha rovinato la Chiesa unendola al potere politico. Come già notò Paolo VI, Leone Magno non fece della Chiesa un potere politico (che sarebbe teocrazia) ma fece della Chiesa un contrappeso al potere politico, impedendone la degenerazione dittatoriale. La “costantinizzazione” della Chiesa dunque ha fatto bene al potere politico e ha fatto bene anche alla Chiesa, che chiusa nel suo feudo romano ha potuto mantenersi indipendente dai potenti di turno. Soprattutto, la costantinizazione ha permesso l’esistenza di un popolo cristiano di gente niormale, mentre prima per essere cristiano divevi per forza essere un martire. Poi ci sono stati ripetuti abusi politici da parte degli uomini di Chiesa, come tu hai detto. Ma gli abusi non mettono in discussione il principio.
    Reginadistracci
    http://www.fugadalfuturo.ilcannocchiale.it

  10. xRegina: Non sto avallando la leggenda, però sto all’evidenza. Prima di Costantino i cristiani non sono per forza martiri, ma devono essere disposti al sacrificio: non è facile per loro, non vi è una “convenienza secondo il mondo”. Eppure sono così tanti che hanno capito che la convenienza per la propria vita c’è. Dopo Costantino, piano piano, in alcuni casi diventa anche conveniente secondo il mondo. E’ appena normale che ci sia chi ne ha approfittato. E’ storia che per secoli papi, vescovi, cardinali siano stati espressioni delle famiglie potenti. Eppure nonostante questo la Chiesa ha continuato, non tradendo la sostanza del messaggio, se pure talvolta ne ha tradito la forma. Il demonio, con tutti i suoi sforzi, non è riuscito a distruggerla, per quanto spesso ci sia andato vicino. Anzi, con i suoi sforzi ha svolto, se vogliamo, l’azione del vignaiolo che periodicamente brucia i tralci improduttivi perchè la vite dia più frutto.

    xDiavoletto: Cristo e gli Apostoli durante la tempesta, di Van Plattenberg

  11. utente anonimo

    Gesù chiede a Pietro, per tre volte se lo ama. Per tre volte l’apostolo afferma di amarLo e per tre volte Cristo gli dice ” Pasci le mie pecorelle ” ( rimandando al triplice tradimento prima del canto del gallo). Sono convinto ( scopro l’acqua calda ) che l’episodio stia proprio a significare le molteplici cadute della Chiesa storica a cui Cristo, nonostante i tradimenti non revoca mai il mandato.
    Scusate la banalità e le frasi un pò involute.
    Saluti,
    Max.

  12. Concordo con te. L’unico problema è che servirebbe qualcuno che sappia leggere il Verbo in relazione ai nostri giorni. E’ vero che l’uomo, in fondo, è sempre quello di 2000 anni fa, ma la società è cambiata radicalmente. Spero che qualche guida spirituale cattolica sappia rileggere la parola di Cristo senza estraniarsi dalle istanze moderne.

  13. Ce ne sono! Ce ne sono! Il punto è essere nel mondo, ma non del mondo. E la società moderna così si può capire e giudicare. E questo nostro Papa lo fa, se solo lo si vuole seguire.

  14. Un flash su Costantino e la Chiesa. Ci si dimentica, spesso, che “affiancarsi” alle vicende dell’impero d’occidente ai tempi di Costantino, nell’imminenza del tracollo dell’impero nella sua totalità, fu ancora e per lo più una scelta di sacrificio e martirio. Si legga il De civitate Dei di Agostino, e si vedranno le nefandezze alle quali i cristiani saranno sottoposti durante il sacco di Roma in quanto esponenti della “religione” ufficiale.

    L’essersi fatti carico dell’eredità romana, più che di quella imperiale, fu un onere, ancora una volta, non una scorciatoia.

    Cristo entrò nella romanità nel periodo più buio di questa, salvandone la sanior pars, e, da par Suo, la salvò effondendovi il Proprio sangue attraverso i suoi testimoni, i martiri.

    Non vi fu compromesso con il saeculum, a partire dall’editto di Milano, vi fu anzi la cristianizzazione di questo, o per lo meno il tentativo di ciò.

    Cordialità

  15. utente anonimo

    Vorrei si riflettesse che cosa significa essere nel mondo ma non del mondo:
    secondo me è un modo di pensare estremamente pericoloso, consente di fare i propri comodi senza farsi carico della sopravvivenza del mondo stesso.

    Mara nada

  16. Infatti sono 2000 anni che questi pericolosi estremisti si fanno i proprii comodi.
    Falsità e menzogne, Nada. Specie per uno che si dice buddista, e che del mondo è proprio fuori.

  17. “secondo me è un modo di pensare estremamente pericoloso, consente di fare i propri comodi senza farsi carico della sopravvivenza del mondo stesso. ”

    infatti gli ospedali li hanno inventati i cristiani, brutta gente che si fa i propri comodi senza farsi carico del mondo

  18. Scusate, ho fatto male a rispondere e ad assecondare la vena masochistica del troll.

  19. utente anonimo

    No Belicche, credevo che con la clerostorica volessi osannare l’istituzione, ma con questo finale ti sei riscattato, sei più equilibrato di quel che pensassi.
    Sottolineo, che solo in quest’ultimo periodo, quando al mondo siamo un po’ tantini, un semplice modo di pensare può modificare la capacità di sopravvivenza del mondo stesso.

    Mara nada.

  20. Ciao Berlicche. C’è la possibilità di raccogliere la tua Clerostoria in un file pdf? Thanks.

  21. xfaber18: Sì, purchè lo faccia tu :-)
    Non ne’ tempo, ahimè, nè Acrobat writer.

  22. PDF writer? esagerato…basta PDFCreator o CutePDF…

  23. Oppure basta avere un Macintosh e stampare su disco le pagine in formato PDF (il formato è supportato in maniera trasparente da tutte le applicazioni).

    Vorrei si riflettesse che cosa significa essere nel mondo ma non del mondo:
    secondo me è un modo di pensare estremamente pericoloso, consente di fare i propri comodi senza farsi carico della sopravvivenza del mondo stesso.

    Ma dove? Questa frase mostra totale ignoranza di ogni forma di monachesimo o di vita religiosa cristiana. Una fuga dal mondo per timore non è mai monachesimo.

    Con questo non intendo incoraggiare polemiche o sciocchezze, che se ne dicono fin troppe.

  24. cioé, tu in una disputa indichi come fonte di consultazione TE STESSO.
    strabiliante…
    orsopio off

  25. No, Orsopio, i documenti che mi hanno consentito di scrivere questi post…e se non credi a loro approfondisci pure la questione, sono qui pronto.
    Ti faccio sommessamente notare che non era una disputa. Tu hai protestato la tua ignoranza in materia. Io ti ho indirizzato ad una breve disamina dei fatti. Quello che veramente stupisce è che tu sia così prevenuto. Per uno che crede a Mel Brooks…

  26. lo prendo come un complimento, visto che proviene da uno che crede a paolo di tarso :)

    interessante -e istruttiva- anche l'enfasi con cui dichiari che le condanne a morte emesse dall'inquisizione furono SOLO 500 (1,83%).

    che é un po' come se io salissi su una torre con una carabina con mille colpi come il soldato tedesco di unglorious bastards* e mi mettessi a sparare sui passanti. finiti i colpi, visto che a sparare sono una pippa e sono anche miope, potrei dire all'ucigos che viene a prendermi: "ma che volete? suvvia, ho ucciso solo diciotto persone!"** 

    *noi politeisti/pastafariani oltre a mel brooks crediamo anche a tarantino, oltre a innumerevoli altre, come diresti tu, "sciocchezze"…

    ** lo 0,3% rimanente lo consideriamo come un ferito grave, diciamo colpito alla vertebra di atlante e condannato al polmone d'acciaio. lo cureranno fino a tarda etá le suore misericordine, spero.

    ramen!

    unglorious orsopio off

  27. ec: lo 0,03%

    orsoscarso in equivalenze off

  28. Bizzarro, orsopio, che quando l'1.8% è la percentuale, chessò ad esempio, di miracoli avvenuti in un sito di pellegrinaggio, questo numero diventi trascurabile, irrisorio etc etc…

    orsomolesto

  29. Orsopio, comprendo perfettemente che, essendo ignorante come tu stesso ti definisci, non riesci ad apprezzare appieno cosa voglia dire quella cifra in questo caso.
    Stiamo parlando di un epoca dove non è che si andava tanto per il sottile.  Dove il carcere non si usava, se non molto di rado. Dove in molto paesi la norma era che se rubavi un pollo ti impiccavano. Dove se ti accusavano di avere rubato un pollo…  
    Una percentuale così bassa vuole dire che erano veri processi con avvocati, un giudice non di parte. Che non era automatico che alla denuncia seguisse la condanna. Che ci si sforzava di giudicare secondo giustizia. Non le cazzate alla Mel Brooks. I nazisti nel film di Tarantino non hanno ricevuto lo stesso trattamento di favore. Se tu fossi stato il giudice, avresti totalizzato un 100%, vero? 

  30. l'epoca! i tempi! un barlume di relativismo! allora funziona 'sta cazzo de maieutica…. bravo, continua a esercitarti. il ProdigiosoSpaghettoVolante ama anche te.

    ramen
    orsopio off

    "Se tu fossi stato il giudice, avresti totalizzato un 100%, vero? "
    ti rispondo con le parole di un'altra delle divinitá del mio affollato pantheon: "se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare"…

  31. @orsomolesto: non é che sia irrisorio, è che chi fa questi conti mi dice che è paragonabile, e in alcuni casi addirittura inferiore, alle remissioni spontanee che si verificano senza l'uso di mantra e/o riti magici… peró se questa informazione è falsa mi corigerete, spero.
    orsopio su campo minato (la statistica)

  32. In altre parole mi stai dicendo: non so rispondere e quindi svicolo.
    Non è che non ci sai stare: giudichi ma non vuoi sporcarti le mani, ridi ma trasudi rabbia, fuggi la serietà ma lanci accuse mortali. 
    Tu non ci vuoi stare, perché finché fai il buffone puoi evitare di confrontanti seriamente. Almeno così ti pare.

    Ah, a proposito: aspetto la citazione esatta del numero delle remissioni spontanee con le stesse caratteristiche inspiegabili dei miracoli riconosciuti…e in ogni caso il tuo dio spaghettiforme sta a zero. Come tutto ciò che da mano o mente d'uomo è fatto.

  33. "In altre parole mi stai dicendo: non so rispondere e quindi svicolo."

    ma rispondere a che? a quanti ne avrei condannati io? naturalmente nessuno, io non giudico reati d'opinione… il FSM preferisce di no.

    " ridi ma trasudi rabbia,"

    questo è un sogno. per la cronaca, non rido. il mio divertimento é piú simile a quello di uno che guarda un bambino di due anni che cerca di calciare un pallone.

    "perché finché fai il buffone puoi evitare di confrontanti seriamente. Almeno così ti pare."

    devi scusarmi, ma io uso applicare la serietá alle cose serie. la tua religione non lo é. al massimo é tragica,

    "e in ogni caso il tuo dio spaghettiforme sta a zero. Come tutto ciò che da mano o mente d'uomo è fatto."

    certo che sta a zero. il ProdigiosoSpaghettoVolante, essendo -lui si- essere perfettissimo, non fa predilezioni. anzi, in genere non fa proprio nulla, a meno che non sia ubriaco

    quanto alla mano dell'uomo, mi spiace ma non mi risulta che la novalgina si raccolga nella piscina di lourdes, per citare uno dei miracoli piú ordinari.

    in due o tre commenti mi hai dato dell'ignorante, del calunniatore, della mosca molesta e dannosa, del buffone e del vigliacco.

    e quindi adesso un indovinello: chi scrisse "si criticano le idee, non i commentatori"?

    l'orsopio mansueto che dovrebbe ereditare la terra e staremo a vede'

    ah, ramen…

  34. ah, dimenticavo:
    lo sai che l'uaar vende fialette di sangue di san gennaro?

    l'orsopio sempre off

  35. Orsopippo, spaghettomane, lo sai che delle 7000 guarigioni di Lourdes, togliendo le remissioni spontanee (o quel che somiglia a una remissione spontanea) restano ancora almeno 70 casi che non sono certamente remissioni spontanee? 

    Qualcuno non diceva una volta che basta un solo miracolo per abbattere l'ateismo?

    Orsomolesto

  36. Orsopio, 

    ti sei descritto come ignorante tu  stesso, quindi non è una critica, ma una constatazione; il resto l'hai dedotto applicando a te stesso le mie frasi. Sono false? Tu stesso dici di no, giustificandoti. Francamente credevo di trovare più senso dell'umorismo; evidentemente si può scherzare su tutto tranne… Eppure non fai il serio, quindi dovrei poterlo fare.
    Per criticare le idee dovrei trovarne, di idee. Io di argomenti (seri) ne ho portati; perdonami ma da te non ne ho trovati. Una volta che ho appreso che l'UARR smercia fialette, come ciò mi cambia? Cosa dimostra della realtà della vita (della tua e della mia vita) o, a dire la verità, sul vero sangue di San Gennaro?

    Non giudichi le opinioni? Allora che stai facendo qui? Ti ricordo, peraltro, che anche brigatisti e nazisti avevano le loro opinioni e da queste deducevano azioni.

    La mia religione, caro Orsopio, non è tragica. Una tragedia è una vita senza speranza, comeforse è la tua (a meno che tu non creda in una giustizia e una verità portata da un piatto di spaghetti). La nostra vita, la vita dei cristiani, è drammatica: non ci è risparmiato nulla, ma rimane una possibilità di bene, una certezza di bene.

    Grazie per il paragone con il bambino. E' un esempio bellissimo. A me non fa ridere, però: riempie il cuore di tenerezza per il grande cuore, il destino di quel bambino alle prese con cose tanto più grandi di lui. E' chi ride di lui che mi riempie di tristezza.

    Per finire, mi dispiace se ti ho offeso. Veramente. Non avrei dovuto farlo.
    Ma, nota, non è quello che sei, ma quello che fai. Sei intelligente, hai la possibilità di capire se hai la volontà di capire. Prova ad esprimere idee e non preconcetti – sai, quando parti dicendo che il cristianesimo non è serio è proprio ad un preconcetto che dai voce – e a verificare quanto dici tu e dico io. E' difficile che tu possa scoprire quanto è vero se non cominci -seriamente- a dare fiducia. Quantomeno a tentarci.

  37. berlicche berlicche… non fare il gesuita con me; sono stato addestrato dai salesiani, e i trucchi li so tutti :) orsopio off

  38. Trucchi?

    Oh, quant'è comodo etichettare per evitare di mettersi in gioco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: