Valentino

Innamorarsi è una questione seria.
Quand’ero giovane, decisamente più giovane di adesso, mi innamoravo spesso. Una volta a settimana, in media. Per davvero. Avevo un cuore inquieto, unito ad una timidezza che mascheravo con cinismo e saccenteria. Non l’abbinamento migliore per trovarsi una fidanzata, ne converrete. Forse per questo conservo un ricordo tanto nitido, tanto dolce di quegli amori. Perchè non si sono mai tramutati in possesso, in uso, non hanno mai avuto a che fare con l’altro autentico, reale.

La difficoltà inizia quando l’oggetto del nostro innamoramento si concretizza improvvisamente, diventa anch’esso un soggetto. Due soggetti in una frase difficilmente stanno bene. Presto o tardi inizia la lotta per imporre sè, per imporre il proprio desiderio. Quello che è nato come un sentimento puro rischia di mutarsi in quello che Jacopone da Todi esprime con questi termini un po’ fortini:

O Amore carnale,
Sentina puzolente,
Solfato foco ardente,
Rascion de om brutata;
Che non ha altro Dio
Se non d’empir lo ventre,
lussuria fetente
malsana, riprovata
 
Forse potrà sembrare eccessivo; forse frutto di una concezione antica e sorpassata; ma non credo che si possa negare che quando l’amore è tutto localizzato sotto la cintola quello che c’è sopra, cuore e cervello, passa in secondo piano. E, per come è fatto l’uomo, la tentazione del possesso dell’altro (carnale, mentale, affettivo) difficilmente può essere evitata con la pura volontà.

Nel mondo in cui viviamo sembra che l’amore possa essere solo quello fatuo del giorno di S.Valentino oppure quello erotico della notte di S.Valentino. Ben pochi insegnano ancora che l’amore vero è altro, non un guardarsi negli occhi ma guardare insieme nella stessa direzione. Non meraviglia quindi che sempre più spesso non si riesca neanche a riconoscerlo, l’amore; che non si riesca neppure a capire se si è innamorati oppure no, e si perda la vita nell’attesa di un qualcosa che non arriva e non può arrivare. Come nella tragica barzelletta:

Dopo anni di fidanzamento lei dice a lui: E se ci sposassimo? Lui: Ma chi vuoi che ci prenda, a noi due!

L’amore vero è una speranza di futuro fatta oggi concreto. E’  riconoscere la presenza di un altro, è desiderare la presenza di un altro, è la consapevolezza di un destino comune.
E occorre pregare S.Valentino che ci sia concesso un amore così.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 14 febbraio 2008 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. Bellissimo post Berlic!!
    Mi vengono in mente due aforismi, uno di Antoine de Saint Exupéry, autore de “Il piccolo Principe” che tu stesso hai citato: «Amare non è guardarsi a vicenda, è guardare insieme nella stessa direzione.»
    Ed un’altro dello scrittore russo, Fëdor Dostoevskij: «Amare significa vedere l’altro così come Dio l’ha ideato.»
    Purtroppo il 14 febbraio ormai è diventata solo una festa commerciale, di rose rosse e cioccolatini.
    Ti auguro tanto amore Berlic, oggi e tutto il resto dell’anno!

    Luce

  2. Beh…
    Quasi un anno fa il “Grande Capo” avrà pensato:”Questo imbranato non si troverà mai una fidanzata da solo” e mi ha fatto incontrare una persona intelligente, divertente e con gli occhi ben aperti.
    A volte i miei occhi non sono abbastanza aperti da accorgermi di quanta bellezza c’è in questa persona e di quali meraviglie siamo capaci quando stiamo insieme. E i nostri cammini divergono lievemente per poi ricongiungersi pur tendendo verso la stessa direzione.

    Per qualcuno un anno è un periodo molto breve, per altri (poveri loro) è un periodo lungo…
    io spero in ordini di grandezza superiori.

  3. Bella battuta! Ho sempre pensato che il matrimonio fosse una forma gratuita d’assistensa al “sociale”: il patner. In realtà sento ripetere: “I nostri cammini divergono lievemente per poi….proseguire su due binari paralleli”. Beh, sempre di ferrovia si parla!

  4. Ho visto dal vero quel dipinto e la guida spiegava che si ritenga che rappresenti l’amor sacro e l’amor profano… ma qualcuno dice che quello nudo è l’amor profano, mentre per qualcun’altro l’amor profano è la donna vestita e agghindata (seduzione) mentre l’amor sacro è nudo perchè innocente…

  5. Questo post mi fa venire in mente una cosa che mi hanno detto una mia amica “navigata”: stai attento, perché dopo la prima volta tutto gira attorno a quello!

    Dopo di quel momento, il rischio che divenga “lussuria fetente” è ancora più alto…

    Icaro

  6. Non meraviglia quindi che sempre più spesso non si riesca neanche a riconoscerlo, l’amore
    Come è vera questa frase. E non importa se sai che è così. La cultura dominante un po’ ci entra dentro, anche se abbiamo anticorpi…(figurarsi per chi non li ha!)

  7. In gioventù con le tempeste ormonali in corso, è difficile considerare l’amore per qualcosa di più di quello che riferisce Petrarca, Quello che dici tu, arriva poi magari con l’età e i primi figli…

    Mara nada.

  8. Sono imbarazzata, personalmente mi sono innamorata una sola volta e di Uno che desidererei con tutto quello che ho (membra, anima, testa e cuore…soprattutto).
    Come la mettiamo con la tua eccellente disanima?!
    Non so, nemmeno io so cosa ci sia da escludere in un innamoramento nè cosa venga prima e cosa dopo. :-((

  9. I guai cominciano quando si esclude parte dell’altro, non quando si comprende tutto.
    E con tutto intendo la vita tutta: per cui diventa ragionevole l’attendere perchè questa completezza ci sia.

  10. Sì, giusto, grazie ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: