Oggi sposi – II – Venuti insieme

E così un giorno ci si trova in una chiesa, con accanto la persona con la quale si ha intenzione di passare il resto della propria vita. Davanti, un prete. Che comincia…

Carissimi N. e N.,
siete venuti insieme nella casa del Padre,
perché la vostra decisione di unirvi in Matrimonio
riceva il suo sigillo e la sua consacrazione,
davanti al ministro della Chiesa e davanti alla comunità.
Voi siete già consacrati mediante il Battesimo:
ora Cristo vi benedice e vi rafforza con il sacramento nuziale,
perché vi amiate l’un l’altro con amore fedele e inesauribile
e assumiate responsabilmente i doveri del Matrimonio.

Pertanto vi chiedo di esprimere davanti alla Chiesa
le vostre intenzioni.

Attenzione, attenzione alle parole, perchè non ce n’è una di troppo, e tutte sono importanti. Non ne deve scappare una. Perchè quello che si sta facendo è, in tutti i casi, la scelta, la decisione più importante che un uomo e una donna possano prendere. E’ cosa da fare tremare i polsi. E’ la lama che divide miseria e felicità.
E quello che il sacerdote sta cercando di fare è avvertire, definire, inchiodare alla propria responsabilità. Se si era ragazzi, è il momento di crescere. Questo è il luogo dell’adulto, e l’adulto è colui che si assume doveri. Non è un gioco, non più, qui si fa sul serio. Se le cose andassero storte, non tirate in ballo Dio: "siete venuti insieme" nella Sua casa, siete stati voi a cercarlo, a prendere la decisione; quello che Lui fa è prenderne nota, e rendere questa vostra scelta una scelta sacra; cioè eterna.
La scelta è vostra; Lui ci metterà la forza, la gioia, ogni benedizione; e vi ricorderà quell’amore che non finisce, quell’amore che non tradisce, ogni volta che lo vorrete.
Ma non vi toglierà la libertà, e quella gioia e quella benedizione e quel ricordo potranno anche essere rifiutati.

Insieme alla casa del Padre vuol dire non che dovrete per sempre guardarvi negli occhi, ma guardare insieme nella stessa direzione.
Camminare guardandosi negli occhi è la maniera migliore per inciampare e cadere, perchè non si guarda dove si va. Quello, e camminare ad occhi chiusi.
Qui gli occhi occorre tenerli bene aperti.
Qui non si fa il giochino dei diritti: qui ci si assume doveri.
E così, davanti a Dio, davanti alla Chiesa, cioè davanti a tutti, siete voi, adulti, a dire chi siete e chi volete essere.
E quello che volete essere è uniti per l’eternità con la persona che vi sta a fianco; è affermare che lei è il vostro destino.
Non è così?

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 4 luglio 2007 su Oggi sposi, tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. utente anonimo

    Mi permetto di segnalarvi questo sito
    http://www.fiat.it/cgi-bin/pbfiat.dll/FIAT_ITALIA/home.jsp
    trasmettono il nuovo spot televisivo della nuova fiat 500….
    lo trovo veramente “ipocrita” e non posso fare a meno di chiedermi se persone vicine a falcone e borsellino (parenti ed amici) abbiano gradito favorevolmente paragonare lo spot pubblicitario anche solo alla loro fotografia.
    “Buona visione”
    scusate l’interruzione….Gennaro

  2. utente anonimo

    Tra qualche mese farò anch’io il corso famoso: sarà una potatura o un semplice pro forma?
    Forse ho aspettative dettate dalla non conoscenza…
    L’aspetto più bello e terribile è senz’altro il perdono reciproco, perché davvero “getta i peccati sul fondo del mare”. Al contrario le piccole mancanze quotidiane avvelenano la vigna.
    E’ così? La tua teologia dell’esperienza matrimoniale cosa consiglia?

  3. Più che teologia dell’esperienza matrimoniale, esperienza matrimoniale tout court… Circa il perdono, ne parlerò in un prossimo post della serie, ma confermo: è il fondamento. E’ il contrario della tolleranza, che invece il matrimonio lo avvelena. Ne ho già anche parlato:
    http://berlicche.splinder.com/post/6004167/L'intollerante
    ma dettaglierò.

  4. Il mio non è un commento ma una domanda. IO sapevo che i celebranti del Sacramento del Matrimonio erano gli Sposi stessi, nel senso che sono loro che celebrano il Sacramento, il quale può essere anche una cerimonia molto semplice senza messa, mentre il Sacerdote svolge, si può si dire, solo una fuzione notarile.

  5. Guarda si può ma è un eccezione alla norma.

    dal catechismo
    1621 Nel rito latino, la celebrazione del Matrimonio tra due fedeli cattolici ha luogo normalmente durante la Santa Messa, a motivo del legame di tutti i sacramenti con il Mistero pasquale di Cristo . Nell’Eucaristia si realizza il memoriale della Nuova Alleanza, nella quale Cristo si è unito per sempre alla Chiesa, sua diletta sposa per la quale ha dato se stesso. E’ dunque conveniente che gli sposi suggellino il loro consenso a donarsi l’uno all’altro con l’offerta delle loro proprie vite, unendola all’offerta di Cristo per la sua Chiesa, resa presente nel sacrificio eucaristico, e ricevendo l’Eucaristia, affinché, nel comunicare al medesimo Corpo e al medesimo Sangue di Cristo, essi “formino un corpo solo” in Cristo [Cf ⇒ 1Cor 10,17 ].

  6. Oggi sposi V – Fecondi educatori[..] Le prime due domande sono centrate sui due sposi. Ma la terza imprime una accellerazione verso il futuro, d’un tratto rende palese che una famiglia non sono solo due persone. Il matrimonio cristiano è rendersi conto che c’è un’altra pres [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: