Ali di cartapesta

Il 12 maggio, al Family Day ho visto ben più di un milione di persone, famiglie, bambini, arrivati da lontano pagandosi il viaggio di tasca propria, senza patrocini e nell’ostilità di giornali e TV e spesso anche di chi avrebbe dovuto invece sostenerli.
Il 16 giugno non so quanti erano, perchè le inquadrature erano le solite a quattro gatti con una bandiera (o peggio) per mano, ma mi dicono che hanno avuto sostegni importanti, anche da quel governo che a tratti contestavano, e certamente una copertura mediatica non indifferente. Altrimenti c’era il rischio di farsi dare dell’omofobico, e venire bruciato quantomeno in effige.
Da una parte genitori che proteggevano i bambini dal sole, chiedendo discretamente, sommessamente e potentemente, anche solo con l’esserci, un futuro migliore per quei piccoli; dall’altra un’allegria ostentata, insolente, quell’allegria che mette tristezza, come i pagliacci di circhi disperati.

La mia Santa Madre Chiesa scuote la testa, come sempre fa una madre quando i figli si comportano male e credono per questo di essere i più furbi.
Quando dimenticano che l’orgoglio è sempre un male, è il dare valore a qualcosa che valore non è, è come voler volare con ali finte, di cartapesta.
 
Una riflessione mi sorge però spontanea: tra cinquant’anni, quelli del 12 maggio saranno nonni, padri, madri, e i figli avranno generato figli in una storia che cresce; quegli altri, sterili per definizione, saranno al più vecchi soli.
Se è il tempo darà ragione a qualcuno, non sarà certo a quelli che del tempo vedono solo l’istante.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 18 giugno 2007 su Maggiori, meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 236 commenti.

  1. OT: Chiedo scusa ai “cavalieri”, il loro post non ho ancora finito di scriverlo.

  2. l’hai detto vecchio mio!
    a me l’omosessualità dei gaio pride mi da tanto l’impressione di gente si guarda allo specchio e si dice “ma quanto sono bello! ma quanto sono felice!” ma oltre all’immagine riflessa non c’è niente…
    mentre l’eterosessualità è per forza di cose mescolanza e unione di cose diverse e complentari…
    caposkaw

  3. “dare valore a qualcosa che valore non è, è come voler volare con ali finte, di cartapesta”, di un po’ ma non è che tu ti fai ispirare dalla realtà? Splendido!!!

  4. Sorvolo sulle cifre e sulla copertura mediatica che non ha concesso la diretta al gaypride mentre c’era per il familyday.
    Il resto è intriso di una violenza verbale che si commenta da sola.
    Mi fa molto piacere che io che considero l’omosessualità il sintomo di una malattia mentale grave sia portato a difendere gli omosessuali da pensieri assurdi come quelli che esplichi nei tuoi post.

  5. Non sorvolare stai con i piedi piantati nel reale, che c’è, esiste, si nasce in famiglia e si muore in famiglia. La copertura mediatica non serve a qualcosa che c’è naturalmente da secoli, a qualcosa vive traspare senza sbandieramenti e manifestazioni carnevalesche, che invece senza copertura mediatica passerebbe inosservate perché specchio di piccole minoranze.

  6. Scusate gli errori.

  7. pensieri assurdi?
    quali pensieri assurdi?
    esplicare prego?
    se no hai scritto solo assurdità…:)

  8. “Mi fa molto piacere che io che considero l’omosessualità il sintomo di una malattia mentale grave sia portato a difendere gli omosessuali da pensieri assurdi come quelli che esplichi nei tuoi post.”

    Credimi, non hanno bisogno della tua difesa. Hanno poteri molto più forti che li difendono e li sostengono
    oltre i loro meriti/diritti

    E poi se li consideri matti, come li considero pure io, non vedo proprio cosa abbia detto di male Berlic.
    Semmai le sue parole più gravi sono proprio contro coloro che questi “matti” li sostengono nella loro follia.

  9. Forse non è il massimo chiudere i ragazzi al campus (sessi strettamente separati, che i genitori sono osservanti), dai 14 ai 26 anni, e poi andarli a riprendere pensando che abbiano sviluppato atteggiamenti eterosessuali.
    Mara nada.

  10. Due osservazioni.

    1) Mi risulta che organizzazioni come cielle offrissero sconti fino al 90% per i volenterosi del family day, pagare di tasca propria una gita a roma a condizioni simili non mi sembra un grande sforzo economico (senza nulla togliere a chi, invece, non ha usufruito di convenzioni simili). Non so se lo stesso sia avvenuto per il gay pride.

    2) Tra cinquant’anni quei gay e quelle lesbiche non ci saranno più, ma saranno rimpiazzati da una buona percentuale di quei bambini trascinati in piazza dai genitori il 12 maggio. Perché sì, gay e lesbiche anche nascono nelle famiglie cattolicissime, anche se magari sono meno propensi a fare coming out.

    Due altre osservazioni, giusto per chiarire.

    1) Penso che le istituzioni avrebbero dovuto patrocinare tanto il Family Day quanto il Gay Pride, in quanto ritengo che le richieste di entrambi siano giuste (escluso il no fermo ai DiCo del Family Day).

    2) Penso anche che il Gay Pride non verrà mai preso sul serio fino a quando sembrerà più un carnevale che una manifestazione civile, o forse sarebbe meglio dire fino a quando le televisioni faranno vedere solo il trans truccato in perizoma di turno che balla su un carro.

  11. si mormora, si mormora…
    è un leggero brusio che sale sale sale.La gente è stanca di un papa infallibile, la gente è stanca di regole che non servono a niente, la gente è stanca di sentirsi presa in giro.
    Questo volevo… che si parlasse!

  12. credo che quella del gay pride a roma sia stata una bella manifestazione. Come al solito per molti alcuni “festeggiamenti” sono risultati volgari e offensivi ma credo che non siano nulla rispetto all’essere definito come “persona contro natura”.

  13. Post stupendo ^_^ concordo in pieno!

  14. E’ vero Berlic, il tempo è galantuomo e non inganna mai.
    Bellissima riflessione!

  15. Forse sarebbe bene incomincire a distinguere in quelle centinaia di manifestanti al gay praid tra gli sfortunati che la natura non ha dotato di strumenti per definire la propria appartenenza sessuale e i depravati che sono sicuramente moplto di più
    Renzo

  16. gay pride… non gay praid

  17. xShimmtakula: 1-Io mi sono fatto 26 ore di viaggio a prezzo pieno, da Torino…il bus era organizzato da CL. Se sapevi di sconti dovevi dirmelo prima. 2-Forse sì, ma loro non ci saranno più. Loro. 2b-non ti domandi se forse non sia connaturato all’ideologia gay il ballare nudi su un carro?

    Anonimo #11: la smetti di parlare da solo?

    xAnarky: non è la persona che è contro natura, ma quello che fa.

  18. 1 – Beh per vie traverse conosco una ragazza che è andata a Roma con il suddetto sconto grazie ad amici di CL.

    2 – Non riesco a trovare un senso al tuo ragionamento. A parte che quelle persone chiedono diritti anche per se stesse e non solo per chi verrà. In ogni caso si lotta per qualcosa che rimarrà anche alle generazioni future, ha importanza se quelle generazioni sono figlie tue o figlie di altri? Nemmeno tu tra 200 (resto abbondante :P) anni non ci sarai più, ci saranno al più le tue discendenze. Non vedo dove sta la differenza. E magari tra le tue discendenze ci sarà un pronipote omosessuale che potrà legittimare la propria convivenza con un altro uomo grazie a una legge del 2010.

    – 2B Non posso certo negare che per taluni l’omosessualità è ostentazione, è ballare nudi su un carro. Taluni, appunto. È ovvio che se Repubblica vuole fare una copertina sul Gay Pride non fotografa una coppia di 40enni lesbiche che si tengono per mano, ma si dedica al carro di esibizionisti. Questo infanga forse le richieste dell’impiegato gay che vive nella normalità più assoluta una storia omosessuale che dura da decenni?

  19. Mi permetto anche di rispondere all’obiezione per xAnarky. Quindi un gay dovrebbe vivere nella castità più assoluta per tutta la vita? Per compiacere chi o che cosa?

  20. io mi chiedo da sempre cosa c’è di sbagliato e di “contro natura” nel constatare che due persone si amano anche se sono dello stesso sesso?

    (Ah poi per quanto riguarda il termine “contro natura”: le scrofe cosi come le bovine nel momento del calore ma anche durante il giorno montano spesso le altre femmine. Più natura di cosi :) )

  21. x Shymmtakula:
    Altro che vacanza gratis a Roma, anche perché se pure alcune organizzazioni hanno usufruito di promozioni particolari, è stata una sfacchinata tremenda fra andata e ritorno. Per inciso: nonostante un malore all’ultimo secondo che mi ha impedito di partire, i soldi che ho pagato non li ho mica rivisti più!!!
    Temo poi che l’atteggiamento volgare, osceno e irriverente sia non di alcuni ma una naturale inclinazione degli omosessuali, per i quali nutro – ben inteso – sentimentio di profonda stima e comprensione. Studi psico e sociologici dimostrano che le unioni omosessuali non sono mai o quasi mai stabili e destinate – per loro natura – alla fine (cfr Poterzio, sul Secondo Quaderno di Scienza e Vita, “Identità e Genere”, 2007). Quindi quelli atteggiamenti non sono un’esternazione isolata di una minoranza, ma la pura normalità in ambito gay. Gli omosessuali non saranno mai in grado di organizzare una manifestazione da cui siano bandite oscenità e volgarità stomachevoli. Poi, perché se uno va in giro nudo nella pubblica via debba risschiare una multa (se non il carcere) per atti osceni in luogo pubblico mentre a questi tutto debba essere consentito nella più totale ignavia….opss, pardon, “tolleranza”! non riesco proprio a capirlo.
    F.to IND

  22. @Shymmakulata:
    1) Ah si? A me non risulta proprio.
    Io mi sono pagato tutto da me.

    Lampisterio

  23. xShymm: Vabbè, avrà risparmiato. Presentameli, gli amici..

    Il senso del ragionamento è che la famiglia è una storia che continua, l’omosessualità è sterilità pura. Niente generazioni future. Vicolo cieco. Si investe in qualcosa che cresce e fruttifica, non nel nulla che dissecca.
    E’ come se ti proponessero un investimento per il tuo TFR: un fondo azionario oppure una cassa di fuochi artificiali. Se scegli i fuochi, dopo rimane solo odore di bruciato e pezzettini scoppiati per terra.
    E poi, “legittimare la convivenza”? Il marchietto?
    L’omosessualità è diversa dalla ideologia gay. Quest’ultima è ostentazione e “orgoglio” dell’essere diversi. Appunto.

    Ti spiego il “contro natura”, Anarky.
    Lo scopo del buco del sedere è infilarci oggetti o parti anatomiche o fare uscire gli escrementi? Se la risposta è la “B”, “A” è contro natura.
    Lo sbagliato è che, se per amore intendi sesso, quel sesso non conduce da nessuna parte. E se non è sesso non si chiama omosessualità ma amicizia.

  24. Ma che gli spieghi a fare… la “Natura”… credono che sia una roba verde o una Dea…
    E infatti dobbiamo prendere esempio dalle scrofe, no? Quale metafora migliore?
    Dobbiamo porci (con le ali di cartapesta) a novanta gradi Fahrenheit sotto il sole di Luglio sperando che ciò che ci lasciamo alle spalle non sia uno stereotipo del gay che balla nudo, perchè hai visto mai che si affeziona…

  25. una personale domanda?
    ma i gay sono capaci di accettare persone diverse da loro?
    mi sembra tanto che l’atteggiamento gaio verso gli eterosessuali sia questo:
    “noi gay siamo naturali, gli etero sono dei gay che non lo vogliono ammettere!”
    e insultare la Chiesa e i credenti non mi pare un atteggiamento che implichi volontà di accettazione, ma di prevaricazione.
    caposkaw

  26. Gay Pride?[..] [..]

  27. @Berlic

    La società cresce e fruttifica nel suo insieme, un Gay Pride chiede migliori condizioni di vita per gli omosessuali che vi fanno parte oggi e che vi faranno parte domani e dopodomani.

    La bocca è fatta per mangiare parlare e talvolta respirare, berlic l’hai mai usata contro natura per baciare tua moglie? E se non è sesso non si chiama omosessualità ma amicizia, questa grande verità su quali elementi si basa?

    @IND

    Non ho mai detto che non sia stata una sfacchinata andare a Roma, ho solo detto che mi risultano agevolazioni economiche non indifferenti. Anche quelli del Gay Pride o delle varie manifestazioni a Vicenza o a Roma, comunque, arrivavano da tutta Italia, non siete gli unici a sacrificare una o due giornate per un ideale. In ogni caso, dimmi tu se in giro per la strada vedi mai gay brillantinati che girano mezzi nudi. Eppure dove vivi ci saranno sicuramente dei gay e delle lesbiche, per caso loro e la loro discrezione non fanno testo? Nelle manifestazioni si vede di tutto, come ho già detto penso anche io che sia un grosso errore includere troppe carnevalate volgari nella loro controproducente volontà di provocare.

    @Caposkaw

    Ora mai si è creato un muro contro muro da entrambe le parti e i risultati sono insulti, “froci” di qua “bigotti” di là (giusto per rimanere su quelli soft). Personalmente trovo esagerati alcuni ragionamenti in entrambe le parti.

  28. se tu trovi esagerati certi atteggiamenti, perchè non c’è mai una stigmatizzazione quando i gaioni esagerano?
    perchè non c’è mai un politico omosessuale che dica che insultare gli altri non è il migliore modo di farsi accettare?
    e comunque c’è una sola verità, puramente biologica.
    gli omosessuali sono sterili, tutto qui.
    se gli omosessuali hanno figli, è perchè si sono adattati alla realtà, e hanno fatto violenza alle loro inclinazioni…
    caposkaw

  29. Secondo te un politico che ha passato la campagna elettorale a insultare potrebbe mai fare il moralista e dire che insultare è sbagliato? La politica di oggi -ahinoi- vede nell’insulto la propria arma principale.

    Io espongo la mia posizione e non ho mai detto che gli omosessuali non siano sterili mi pare.

  30. Per conoscenza diretta personale confermo che GAY nascono anche in famiglie cattolicissime da più generazioni, e che nonostante gli interventi dei migliori frati, esorcisti e vescovi della zona tali sono rimasti, solo che per poter vivere in pace hanno dovuto abbandonare la zona e le loro famiglie ed andare a vivere a Londra….

    Mara nada

  31. Scusate se scado OT ma questa notizia from Vatican City è troppo bella per non essere condivisa.

    “Il ricorso ai nostri intercessori celesti – si legge nel manualetto di 58 pagine – non deve far dimenticare l’importanza del segno della croce, fatto prima di iniziare un viaggio”. Ma anche recitare il rosario tutti insieme, durante le lunghe percorrenze, servirà a “sentirsi immersi nella presenza di Dio, a rimanere sotto la sua protezione”.

    Articolo di Repubblica

  32. Consiglio al padrone di casa di scrivere un articolo su come nascono i bambini. Pare che ce ne sia bisogno.
    Magari accompagnandolo con qualche disegnino.

  33. Grazie Shymmtakula per la tua segnalazione del #31!

    Gia’ da tempo, nei tragitti in auto uso utilizzare il mio tempo (invece che perderlo ascoltando insulse canzonette commerciali, che di solito si “piangono addosso”) recitando il Rosario o ascoltando Radio Maria.

    Fare memoria di Lui, di Chi ci fa, a Cui andiamo e’ respirare:
    “Troppo perde il temp chi ben non T’ama, dolc’amor Jesu sovr’ogni cosa” (Jacopone da Todi).

    Grazie daccapo.
    Ciao,
    R.

  34. MaruM, perchè non dai il tuo contributo al dibattito invece di fare dell’ironia non costruttiva che, tra le altre cose, non c’entra nulla con quello che è stato detto?

  35. x Shymmtakula
    Certo che non siamo gli unici a sacrificarsi per le loro idee, ma ANCHE noi ci sacrifichiamo, allora non definire il family day una “passeggiata” a Roma!
    Certo, ho amici omosessuali discretissimi, che fra l’altro sono persone splendide. Ma certi atteggiamenti omossesualisti e le sconcezze che immancablmente si vedono a ogni gay pride sono inqualificabili ed ingiustificabili, anche qualora venissero dalle persone a cui mi riferisco. Ed è significativo che puntualmente non ne riescano mai a fare a meno. Nella piazza del Family Day potevano esserci e c’erano i bambini, dalla piaza del gay pride, ne converrai, è meglio che i bambini stessero alla larga… e poi mi si dice che ai gay dovrebbero far adottare bambini! Si dovrebbe riflettere anche su questo, sul valore educativo di certe piazzate, quando si parla di “intrinseca sterilità” delle unioni omossesuali.
    IND

  36. Non mi pare di avere definito il Family Day una passeggiata, provo assoluto rispetto per chi manifesta le proprie idee e sacrifica del tempo libero e delle risorse.

    Ci sono sempre gli esibizionisti a ogni Gay Pride, ma sono sicuramente di più i partecipanti che si presentano vestiti e composti e manifestano civilmente. I media si interessano solo ai primi e l’immagine che ne risulta è distorta. Nella piazza del Gay Pride un bambino poteva benissimo starci e i suoi genitori avrebbero avuto l’occasione di spiegargli chi erano quelle persone e perchè erano lì. Perchè è a questo che servono i genitori, a introdurre un figlio alla realtà e non a tenerlo sotto una campana di vetro.

  37. (risponderò a eventuali nuovi commenti solo in tarda serata, a presto!)

  38. Se fossi in Berlic bandirei Shymmtakula fino a quando non cambia avatar, o almeno fino a quando non mi dimostra che non è blasfemo. Tanto, per quel che ha da dire…

  39. Abbiamo evidentemente idee inconciliabili sulla funzione educativa della famiglia, perché proprio per introdurre il bambino alla realtà, serve che i genitori gli spieghino cosa è bene cosa è male, cosa è normale, cosa no. E non è educativo che il bambino pensi sia lecito e normale andare nudi in piazza, anche durante una manifestazione. Occorre che loro lo guidino alla comprensione graduale della relatà, senza nascondergli niente, ma rivelandogli ciò che è opportuno al momento idoneo. . Sì, ti farò ridere, oggi è praticamente impossibile educare così… alcune famiglie che conosco per riuscirci hanno bandito la TV dalle loro case finché i bambini erano piccoli

  40. Chi ha detto che non si può andare in piazza nudi?

    “NEW YORK – Ha ottenuto un risarcimento di 29mila dollari perché la polizia le aveva negato il diritto di andare in giro in topless, come autorizzato invece dalla legge. È successo a New York, dove Jill Coccaro, 27 anni, una artista hippy nota sotto lo pseudonimo di Phoenix Feeley, è riuscita a vincere questa insolita causa sui diritti civili.”

    Mara nada

  41. “Lo scopo del buco è infilarci oggetti o parti anatomiche o fare uscire gli escrementi? Se la risposta è la “B”, “A” è contro natura. ”

    Capito ragazze?

  42. ecco qua.
    al genio anonimo la si può dire in inglese:
    “the two devices are the same, for me.”
    riprendendo le sue auliche parole:
    “avete capito ragazze? sopratutto io direi di stare attente all’anonimo. ha problemi di discriminazione dei bersagli.”
    caposkaw

  43. Oggi sono ad un corso, quindi non riesco a fare molto…salvo al solito intervallo caffè.
    xShymm, 26:
    ti risultano “facilitazioni economiche non indifferenti”, ma la tua fonte è una ragazza conosciuta per vie traverse (o forse te ne hanno parlato). Perchè non esemplifichi queste enormi facilitazioni, giusto per capire l’ordine di grandezza?

    Perchè “migliori condizioni” per gli omosessuali? Perchè dare cioè a loro privilegi che non meritano, visto che, come ammetti, sono portatori di sterilità?
    La bocca è fatta anche per baciare, tanto è vero che la saliva è ricca di ferormoni. Le altre parti del corpo a cui mi riferivo, invece, quando sfruttate a tal scopo causano spesso ferite e malattie – appunto perchè usate contro la loro natura.
    #31: personalmente cerco di affidare ogni cosa che faccio, perchè il risultato non è comunque nelle mie mani.
    #36: ti sfugge che si parla di Pride, orgoglio. 40 carri 40 per fare vedere che trasgressivo è bello…quello è la manifestazione, l’esempio, alla quale si vorrebbe fare adeguare gli altri, i discreti come li chiami tu.
    Ora, non mi pare tu abbia figli. Se li avessi, saresti sicuro di volere sottoporre alla sua immaturità un esibizionismo che non è in grado di valutare? I genitori servono anche a questo…a impedire che poi, atteggiandosi, vadano in giro con i genitali di fuori.

    xAlFat: Shymm non è un troll e ragiona, a differenza di altri che pur non bandisco. E il mio logo è un diavolo, quindi più di tanto non posso parlare…piena avvertenza e deliberato consenso, giusto?

  44. grazie Berlic del tuo post, la famiglia è l’unica entità da tramandare ai nostri figli, e al mondo. ciao
    massimo

  45. [pignolo; MODE: ON]
    Dai 250.000 ai 510.000 in piazza al Family Day per la precisione. Purtroppo il nostro metro di giudizio è viziato da anni di cifre sparate a caso! Se sapete usare autocad fatevi il conto da voi….senza far stare 17,6 persone in 1mq però. ;)
    [pignolo; MODE: OFF]

  46. Posso dare un giudizio non etico, ma estetico (sperando di non essere massacrata dai vari commentatori anonimi)?
    E’ più bello un seno scoperto che allatta, piuttosto che un seno posticcio ostentato da un trans.
    Mi sbaglio?
    Quante foto esagerate che ho visto del gay pride!!
    Secondo me non giova neanche ai gay questa manifestazione…anzi direi proprio che è altamente nociva per comprendere il fenomeno dell’omosessualità.

    Un saluto
    Angela

  47. Saki, stai basandoti sul rapporto personemetro quadro? perchè se è così è un calcolo sbagliato: erano piene anche tutte le vie attorno per un raggio di almeno un km – credo di più.

  48. Ciao a tutti,
    mi permetto di intervenire per dare la mia testimonianza su questo. Premetto che l’omosessualità è argomento molto delicato da trattare perché sconvolge nel profondo la natura dell’essere umano che ne è coinvolto e proprio le sofferenze, soprattutto quelle iniziali, ma anche quelle che perdurano durante la loro vita, lo dimostrano (e non dipendono da
    “un’opinione pubblica non accogliente” ma nel sentire che questa loro “tendeza” è contro se stessi). Ma qui non si parla di problemi legati all’omosessualità ma di Orgoglio Gay. Un omosessuale non è necessariamente gay: in genere è una persona che prova pulsioni sessuali verso lo stesso sesso, e le sente come un problema, un disturbo interiore. Un gay fa dell’omosessualità una scelta, perciò è un termine ideologico. Quindi non si può parlare di ri-vendicazione nel senso stretto della parola ma di imposizione (cioè se non ne parli a favore sei preso di mira da tutti e tacciato almeno di omofobia) di una nuova
    “specie.. ?” , “razza…?” o come vogliamo chiamarla!? (mi son sempre chiesto perché non c’è un movimento che rivendichi i diritti di quelli che gli piace far sesso tenendo su i calzini). Ma alla fine creano solo ibridi che, come tutti gli ibridi, sono sterili. Significa che la loro specie finisce con loro stessi. Quindi per “esistere” hanno bisogno di prendere da qualcun altro quella vita che da soli non possono darsi. Però poi ne rinnegano l’appartenenza e la discendenza.
    E non portano nulla di nuovo ma si tratta sempre e soltanto degli stessi peccati di sempre, come dimostra il brano di San Paolo che ho allegato.
    Una cosa però la producono certamente, cioè che chi si trova a fare i conti con pulsioni omosessuali proprio “grazie” al movimento Gay, e a tutti quelli che lo sponsorizzano (sarebbe poi curioso sapere il perché), hanno molte più difficoltà a viverci e soprattutto non hanno praticamente speranza di cambiare la loro situazione, mentere invece non è così.
    Pace
    tpuntopunto

    Lettera ai romani 1,21-32
    21 essi sono dunque inescusabili, perché, pur conoscendo Dio, non gli hanno dato gloria né gli hanno reso grazie come a Dio, ma hanno vaneggiato nei loro ragionamenti e si è ottenebrata la loro mente ottusa. 22 Mentre si dichiaravano sapienti, sono diventati stolti 23 e hanno cambiato la gloria dell’incorruttibile Dio con l’immagine e la figura dell’uomo corruttibile, di uccelli, di quadrupedi e di rettili.
    24 Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, 25 poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.
    26 Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. 27 Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento. 28 E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d’una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno, 29 colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d’invidia, di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità; diffamatori, 30 maldicenti, nemici di Dio, oltraggiosi, superbi, fanfaroni, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, 31 insensati, sleali, senza cuore, senza misericordia. 32 E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa.

  49. Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.

    E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due.
    Da a chi ti domanda e a chi desidera da te un prestito non volgere le spalle.

    Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti.

    Infatti se amate quelli che vi amano, quale merito ne avete? Non fanno così anche i pubblicani?
    E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?

    Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.

    Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli.

    Giovanni

  50. Nel ringraziarvi per i commenti, chiederei a tutti, per leggibilità, di usare i link quando le citazioni superano le poche righe.
    Grazie.

  51. Ma Berlic, eppure l’ano è pieno di terminazioni nervose che danno piacere (anche perché spero che un omosessuale non si faccia penetrare senza provare un minimo di piacere). Per quanto riguarda le facilitazioni economiche sinceramente non lo so quale sia l’ordine di grandezza, chiedo tempo per andare più a fondo. Di sicuro so che quella ragazza non è iscritta a CL ma si è infiltrata senza problemi. (Nel frattempo ho scoperto che Trenitalia offriva lo sconto comitiva del 20% anche a chi andava da solo al Family Day.) Quanto al fatto che si vorrebbe fare adeguare tutti allo stile dei carri, se così fosse, non lo condividerei. Non ho figli, ma se ne avessi uno di almeno, uhm, otto-nove-dieci anni non credo sarebbe un problema spiegare che da una parte non sta bene andare in giro mezzi ignudi e dall’altra spiegare il motivo per cui tutti gli altri sono in piazza. Se il bambino fosse più piccolo, non ci vorrebbe molto a portarlo al mare per una domenica.

  52. AlFat, se non ti piace quello che dico intervieni con delle argomentazioni invece di proporre la mia estradizione dalla discussione.

  53. X #41: Ahahahah ;D

  54. #48 “Un omosessuale non è necessariamente gay: in genere è una persona che prova pulsioni sessuali verso lo stesso sesso, e le sente come un problema, un disturbo interiore. ”
    Conosco persone omosessuali che vivono questo dilemma in solitudine,
    e sono certa che non si identificano con le mascherine o mascherone del gay pride.

  55. Ma come cazzo ragionate? Ma li avete viste le foto del gay pride?

    A me sembrano una banda di pagliacci. Il problema è che c carnevale bisogna aspettare ancora 8 mesi.

    E questi sono quelli che vorrebbero adottare?

    Ma mi fermi qui con i commenti altrimenti poi Berlic cancella.

    ASMODEO80

  56. foto1

    foto2

    Sono tutti pagliacci indecenti, già.

  57. Nella seconda foto la ragazza in primo piano ha troppi nei, posso capire il tuo biasimo nei confronti del suo senso della decenza.

  58. ASMODEO80.

  59. “Quello che combinano” mi sembra un po’ vaga come posizione, Asmodeo. Un forum con cinque foto pagliaccesche riassume tutto? Allora io sono libero di pensare che tutti i preti siano pedofili, secondo la tua logica. Siccome sono un minimo più intelligente, capisco che ci sono alcuni preti pedofili e c’è una grande maggioranza di preti perbene. (Molto utili le rappresentazioni infernali in quel forum.)

    La mostra, una provocazione esagerata dalla quale persino ArciGay si è dissociata.

  60. sto morendo dal ridere!
    il troll ufficiale del sito ha fatto incavolare un sostenitore della gayaggine!
    caposkaw

  61. I preti potranno essere pure pedofili ma a nessuno salta in mente di “legalizzare” la loro situazione.

    Questi signori invece pretendono un riconoscimento sociale della loro situazione che non può essere dato.

    Farlo significherebbe scivolare lungo una china pericolosa.
    Anche il divorzio, l’aborto, e il 68 apparentemente erano battaglie nobilissime, ma dietro vi era un grande inganno.

    Da pochi casi “tragici” oramai è diventata una pratica comune. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti: Divorzi all’ordine del giorno, aborti pure, immoralità dilagante con tutte le sue nefaste conseguenze.

    Ora si aggiungono ulteriori richieste ancora più gravi. Ma di questo passo fra qualche anno la famiglia esisterà ancora?

    Mi dispiace skimm ma su questo punto sono d’accordo con i cattolici.

    ASMODEO80

  62. ahr ahr ahr (risata alla gambadilegno)
    nemici comuni!
    ahr ahr ahr
    caposkaw

  63. caposkaw…

    In effetti, Shymm, i carri e l’autobus erano non laterali, ma il fulcro della manifestazione.
    Circa il sesso anale: un ombrello puoi anche usarlo per darlo in testa a qualcuno, si impugna bene. Ma ammetterai che il suo scopo primario non è quello, non è stato pensato per quello, tanto è vero che quando lo fai di solito si spacca. Il suo uso come corpo contendente è contro la sua natura che è di oggetto usabile per ripararsi dalla pioggia. Ora, se l’ombrello potesse parlare, se si chiedesse “qual’è il mio scopo, qual’è il fine della mia esistenza”, quale sarebbe la risposta?

  64. x Berlicche

    Le argomentazioni che vengono portate sono purtroppo risibili ma anche pericolose.
    Torno a ripetere che il problema degli omosessuali è di natura psichica e non ha nulla a che fare con il binomio natura/contronatura. Non ha alcun senso proibire agli omosessuali l’ unione civile in nome di una superiorità dell’ eterosessualità in quanto l’ inclinazione sessuale riguarda la sfera privata mentre l’ unione civile riguarda la sfera pubblica.
    E’ completamente da rigettare l’ idea della superiorità dell’ inclinazione eterosessuale in nome di una sterilità di quella omosessuale perchè si sta parlando di situazioni in continua trasformazione e quindi impossibili da codificare (una cosa giusta che ha detto Kinsey).
    Tutto il resto è chiacchiera di paese che da un retroterra pseudoculturale ai simpatici “ragazzi” che la notte fra venerdì e sabato scorso hanno imbrattato Roma con scritte minacciose e ingiuriose nei confronti dei gay.
    Nella reiterata proposta della non verità e dell’ assurdità c’è la violenza di cui parlavo nel mio precedente post. Pensateci.

  65. Accalarenzia,
    le “opinioni risibili è pericolose” sono quelle che esistono nel mondo da qualche millennio almeno.
    Se sono “impossibili a codificare”, perchè sostieni l’applicabilità dell’unione civile?
    Si sta parlando del modo di portare avanti una società, non di “psichicità”.

  66. a quanto pare, kinsey era un omosessuale un po’ pedofilo…
    se si ammette il diritto a una “famiglia” omossessuale non si potrà negare il diritto all’adottabilità ed dato che se l’omosessualità (secondo il tuo modo di vedere)è “psitica” e non genetica ( quindi può essere “insegnata” ) si pone il presupposto per la continuazione dell’omosessualità in barba alla sterilità reale dei suoi praticanti… se tu consideri l’omosessualità una malattia il tuo discorso è contradditori ,perchè sembra che la vuoi diffondere , invece di “curarla”…
    alcuni piccoli esempi: due lesbiche americane sordomute hanno scelto come donatore di sperma un uomo sordomuto per avere un figlio sordomuto…e se il personaggio fosse stato omosessuale con la sicurezza di procreare figli omosessuali, sarebbe stato anche meglio… questo mi sembra emblematico di un comportamento omossessuale assolutamente narcisistico…
    se poi metti quei “simpatici ragazzi” , che poi sono gli stessi che scrivono anche “milanisti ebrei” ,come paradigna dell’intolleranza omofoba, difficilmente qua dentro ne trovi epigoni…

  67. una piccola notazione storica…
    i nazisti perseguitavano l’omosessualità, solo quando era praticata dai maschi cosiddetti ariani, che così mancavano al dovere di produrre nuovi soldati per il reich. le lesbiche erano invece lasciate stare, dato che erano solo dei contenitori…
    l’omosessualità nei paesi occupati e nelle razze cosiddette inferiori non era perseguitata se non addirittura incoraggiata, in quanto avrebbe diminuito la fertilità delle popolazioni nemiche….
    caposkaw

  68. 1- per mandare avanti la società qualche domanda sulla psichicità occorre farsela e darsi risposte sensate.
    2- il riconoscimento civile dell’ unione deve essere disgiunto dalle inclinazioni. Se mi passi il paragone sarebbe come se tu volessi proibire diritti civili a chi è portatore di una malattia.
    3- le opinioni risibili derivano tutte dal concetto che le malattie mentali esistono ma sono curabili, cosa che il pensiero religioso aborre. Pensiero religioso che attanaglia gli omosessuali che considerano la loro situazione naturale e immutabile esattamente la stessa idea che hanno i religiosi della società.
    4- è simpatico constatare che i primi cristiani erano rivoluzionari rispetto all’ impero romano mentre adesso si configurano come ultra conservatori volendo impedire come una minaccia alla loro visione del mondo istanze che portatrici del nuovo.
    5- ripeto che a me degli omosessuali, di quello che fanno e di come vivono non interessa niente. Mi sento di combattere per i loro diritti quando questi vengono messi in discussione.
    6- Il diritto dei cattolici di vivere in un mondo che gli assomigli si chiama invece imposizione delle proprie idee agli altri.
    7- siccome non esiste una teoria della mente umana su cui basarsi non si riesce a distinguere fra la legittimità delle unioni civili e la pericolosità delle adozioni da parte degli omosessuali, la violenza efferata della pedofilia e molto altro ancora. Sono queste per me le idee assurde e pericolose. Idee nuove che non sono per forza la logica conseguenza di un pensiero lungo duemila anni ma ne sono forse una deviazione pericolosa molto al passo con i tempi.

  69. x anonimo
    Per me l’omosessualità non è una malattia ma è il sintomo di gravissime malattie mentali. A rigore però io non posso obbligare nessuno a curarsela. Sarà il disagio psichico che spingerà il malato a cercare e trovare una cura alla sua malattia. Detto questo non è per niente contraddittorio che io intenda assicurare uguali diritti a tutti i cittadini, malati o meno, di farsi una vita come meglio credono. Non vedo la contraddizione ma vedo un’ esigenza di libertà personale altissima. La continuazione della specie non c’entra assolutamente niente a meno che non si voglia ritenere anche chi sceglie il celibato, per motivi più o meno religiosi, una minaccia a questo e toglierli diritti. Dico che non c’entra assolutamente niente perchè omosessualità e celibato sono tutto sommato realtà la cui incidenza è fisiologicamente al di sotto del cinque per cento della popolazione mondiale e rimarrà stabile.

  70. L’ intuizione giusta (ma isolata perchè il resto sono stupidaggini) di Kinsey è l’ indefinibilità dell’ omosessualità. Questo e nient’ altro.
    Le scritte sul muro sono ahimè accompagnate da un ritorno di intolleranza verso gli omosessuali in questo paese. Basta leggere i giornali.

  71. gli omo sono malati.
    ma non si può curarli perchè si lederebbe la loro libertà.
    dato che bisogna rispettarne la libertà si deve permettergli di fare tutto.
    non sei un po’ contradditoria?
    caposkaw

  72. Esattamente come chi è malato di fegato.
    E’ il codice deontologico della professione del medico.
    E’ tutt’ altro che una contraddizione.
    Si deve varcare da soli la porta di uno studio medico e accettare la cura. Nessuno può costringere nessuno.

  73. poi ci si dimentica sempre di una cosa.
    tutto l’attuale caos è suscitato da una parte politica che ha contrapposto omosessuali a cristiani, semplicemente perchè i cristiani sono indipendenti. se qualcuno se lo è dimenticato, i comunisti hanno perseguitato il cristianesimo….
    caposkaw

  74. atteniamoci all’ attualità per favore

  75. va bene.
    ma io non sono un medico.
    e se la deontologia medica arreca dei danni alla società, io la bypasso.
    guardiamo alla realtà delle cose , aldilà della vuota retorica.
    e poi , da qualche parte del giuramento di Ippocrate, c’è scritto di non procurare aborti…
    caposkaw

  76. la campagna omossesualista ,eutanasistica ,e per l’uso degli embrioni da parte dei comunisti non è attualità?
    caposkaw

  77. caposkaw, non si tratta di comunisti e non comunisti. le persone favorevoli a tutte quelle cose stanno tanto di qua quanto di là. solo che di là non lo si dà a vedere, viste le caratteristiche del bacino elettorale.

    Una domanda OT ma voglio togliermi una curiosità: ma un vero cattolico medio a chi rivolge il proprio voto? Ora che anche Fini ha capitolato, non c’è un movimento che sia uno (nel centrodestra) senza un leader divorziato.

  78. @ caposkaw:
    Leader per l’omosessualità, eutanasia ed uso degli embrioni mi pare l’Inghilterra, che sia diventata comunista?
    Come son riusciti a farti credere che i protestanti siano comunisti?
    Mara nada

  79. il cattolico non di facciata si rivolge a chi effettivamente prosegue delle politiche conseguenti ai valori cattolici.
    tranne te le conclusioni…
    caposkaw

  80. xBerlic: se ogni parte del corpo ha un fine preciso e ben definito, perché mi ritrovo con due capezzoli dei quali non so che farmene? cosa direbbero i miei capezzoli se si domandassero il fine della loro esistenza?

    -questo commento mi farà venire gli incubi-

  81. Una persona che prosegue politiche conseguenti ai valori cattolici dovrebbe rispettare i suddetti valori. Io immagino che il cattolico medio voti UDC, ma che un Casini divorziato rappresenti i valori cattolici mi suona contraddittorio.

  82. Eh eh, con la nuova tendenza iper-razionalista della chiesa tutto deve avere uno scopo. Il senso e il significato rimangono indietro e chi si è visto si è visto.

  83. Già caposkaw, bypassiamo anche i codici deontologici professionali e imponiamo il pensiero unico. In quel chilometro quadrato a Roma, però. L’ Italia è un’ altra cosa. Spero.

  84. in Italia queste scelte, tipiche di un anticlericalismo anticattolico, sono state prese in carico dai comunisti.
    il sottoscritto non fa distinzioni tra sfumature o sbiadimenti, se poi si comportano allo stesso modo.
    in inghilterra se ne sono occupati i laburisti. per caso non sei al corrente delle pazzesche diatribe conseguenti al fatto che alla BBC si vedeva un’annunciatrice con una crocetta al collo? o che una receptionist in un areoporto era stato vietato di portare una crocetta personale al collo?
    caposkaw

  85. allora sei te che pensi in logiche di partito.
    il cristianesimo è un po’ più vasto.

  86. beh, mi sembra che tu sia un medico.. ti faccio un piccolo paradosso.
    se ti fossi trovato di fronte il paziente zero dell’aids, cosa avresti fatto?

  87. @ Shymmtakula:
    Hai ragione! Qui vari medici hanno aderito all’obiezione di coscienza nel servizio pubblico, per continuare ad operare più discretamente e lucrosamente nel privato, per fortuna è intervenuta la guardia di finanza!
    Fuori da un nostro ospedale pubblico c’è uno spazio pubblicitario pagato dal “Movimento per la vita” dove un cartellone recita: “La vita è di Dio, l’aborto è contro Dio”, Ben si guardano dall’ apporre lo stesso cartello fuori dalle lussuose cliniche private, vi lamentate che poi qualcuno vi perseguiti?
    Visto che stiamo parlando di aborto e Dio, voglio ricordarvi che il creatore dell’ aborto è indubitabilmente Dio.

    Mara nada

  88. Non sono un medico. Esistono anche cose come il trattamento sanitario obbligatorio ma tu lo proporresti davvero per gli omosessuali ? A me sembrerebbe pazzesco …… Pensaci.

  89. nooo… ma io non penso che gli omosessuali siano malati. al massimo mal programmati, ma non imporrei la mia volontà a nessuno.
    è appunto la politicizzazione del discorso a rovinare tutto.
    e poi sono gli omo a voler imporre qualcosa , non ti pare?

  90. E se il creatore dell’ aborto è indubitabilmente Dio, qualcuno vi ha travisato questa realtà per usarvi ad altri scopi!! (Economici? politici? Cattolici?).

    Mara nada

  91. dalla mancanza di risposte arguisco che non sapete niente delle minchiate laburiste…
    magari nei giornaletti che leggete queste cose non ci sono.
    quello che non capisco è la vostra pretesa, dato che evidentemente non siete cristiani, di dire cosa i cristiani debbano fare…
    non è un’altra contraddizione?

  92. Imporre il loro riconoscimento? Forse c’è qualcosa che non torna. Se mi parli invece delle frange radicali della “cultura” omosex invece hai ragione. Ma qui chi cerca di imporre qualcosa a qualcuno è chi non vuole riconoscere i diritti non chi li pretende se no si rovescia la frittata.

  93. Vedo che la discussione è degenerata…
    Accalarenzia, se il tuo ragionamento fosse giusto, occorrerebbe sancire il diritto civile di “sposarsi”:
    tra maschi
    tra femmine
    in numero variabile da uno a infinito
    con i propri genitori, figli, fratelli e sorelle
    con neonati, bambini, ragazzi
    con cadaveri
    con capre, cavalli, cani, cammelli
    con bambole gonfiabili e oggetti vari
    (c’è uno splendido post di Claudio – Liberoarbitrio su questo)

    Ma il matrimonio è tra un uomo e una donna. Punto. Poi siccome tu dici che le malattie mentali non sono curabili ma vuoi batterti perchè i malati mentali possano fare quello che la loro malattia chiede, cioè la pazzia al potere, parli di “psichicità” ma affermi che non esite una teoria della mente umana, che le idee nuove sono sì le stesse da 2000 anni ma deviano, non riesci a distinguere tra possibilità e impossibilità della riproduzione…temo che dovresti in prima battuta chiarirti le idee.
    Non per imporre un pensiero unico ma per avere un pensiero.

    xShymm: a cosa servano i capezzoli nei maschi io non lo so. Ma siccome c’è un senso per tutto, non me ne preoccupo…non credo che li userò in modo improprio ;-)
    c’è la leggenda di un santo eremita che, trovando un bambino abbandonato nella foresta, pregò Dio di farlo sopravvivere, e Dio gli rese possibile allattarlo…se fosse vera potrebbe essere anche la risposta.

  94. I cristiani possono ovviamente dire o fare quello che vogliono. Se però cercano di proibire i diritti degli altri membri della società io mi permetto di obiettare. Sono i cristiani come te che cercano di dire a tutti gli altri cosa devono fare, dire e pensare.

  95. Sto cercando di mettere in evidenza il contrasto evidente che c’è tra ciò che Dio (se ci credete) ha creato e permette e le idee cattoliche che tendono a Limitarlo,
    Un partito evidentemente Cristiano, ma certamente controi Dio.

    Mara nada.

  96. x nada:
    “il creatore dell’ aborto è indubitabilmente Dio”
    esattamente come indubitabilmente Dio ha scritto il tuo post, e questo commento.

  97. Io che credevo fosse il Creatore Signore e Padrone si tutte le cose!!
    (Compreso il mio post ovviamente).
    Mara nada.

  98. Insomma Berlic, ci sono due possibilità.

    A) Tu puoi capire il senso di qualcosa e tutto ciò che si discosta da quel senso è contro natura.
    B) Tu non puoi capire il senso di qualcosa e allora sostieni che sicuramente un senso ce l’ha.

    Quindi la mente umana è infallibile fino a quando ha delle risposte, ma sono previste altre possibilità quando non ci sono tali risposte. Ricordo che diversi mesi fa portavi a dimostrazione del fatto che l’ano non è fatto per essere penetrato la presenza di membrane che si lacerano. Anche la vagina ha una membrana che si lacera, l’imene. E se la natura avesse pensato per l’ano una duplice funzionalità? Come puoi essere sicuro che non sia così?

    In ogni caso stiamo degenerando dall’argomento di partenza O.o’.

  99. Shymm, lo scopo dell’ombrello qual’è?
    Esiste un particolare procedimento chiamato “rasoio di Occam”, che credo sarebbe utile applicare a questa discussione…

  100. L’ombrello è stato creato dall’uomo (di cui possiamo capire gli intenti), non dalla natura. Non sono elementi paragonabili a mio parere.

    Wikipedia riporta un interessante utilizzo ateistico del Rasoio di Occam! :)

  101. Nada, nada quando provochi per provocare, non ti riconosco, Dio ha permesso anche l’omicidio, ammazzami…

  102. Non mi addentro nella boscaglia dei commenti qui sopra perchè ne trarrei soltanto una profonda amarezza derivante dal palpabile odio che mi si riflette addosso anche da sconosciuti, ma qualcosa vorrei dirtela lo stesso.

    Mi dispiace “deturpare” così le tue illusioni, però:

    a) non sono sterile e ti assicuro che le mie ovaie non mancano di ricordarmelo mensilmente :)

    b) sono circondata da persone fiere di me, che mi amano e mi ameranno anche fra cinquant’anni come io continuerò ad amare loro

    c) siamo proprio sicuri che a rimanere da soli non siano quelli che non riescono ad amare se non cercando di plasmare l’amato in una forma che loro trovano consona?

    Non avere fretta di decretare quale sia il merito o il demerito di un altro essere umano.

    Specialmente perchè non si tratta, come spesso sembra, di una battaglia tra “quelli con Dio” e “quelli senza Dio”. Nel mezzo ci siamo anche noi, che non siamo cristiani eppure un Dio lo abbiamo lo stesso. E ci accetta pure così come siamo, pensa un po’.

  103. “…AUGURI ANCHE ALLE MADRI APPARENTEMENTE SENZA FIGLI. TUTTE QUANTE GENERIAMO, NON POSSIAMO FARNE A MENO, SOTTO FORMA DI BAMBINI O DI ARTE, DI BELLEZZA, DI LAVORO, SOPRATTUTTO DI CURE ARMONIOSE, TESE – QUASI SEMPRE – SOTTOVOCE, ALLA PACE…”

    VIVIANA LAMARQUE (POETESSA)

  104. cara leilani, non produrrai mai niente se non introdurrai dentro ti te qualcosa prodotta da un uomo, dal quale non sei attratta ,mi sembra di capire.
    questa è la verità, e spesso la verità è brutale.
    gli omosessuali non sono sterili fisicamente, è quello che fanno, cioè rifutare l’altro, che li rende sterili.
    la possibiltà della fecondazione artificiale non può far dimenticare che ,alla fine, c’è sempre un ovulo e uno spermatozoo che si incontrano.
    e non ci sono uomini con ovuli, e donne con spermatozoi.
    caposkaw

  105. xShymm: anche noi siamo stati creati…da Dio, non dalla natura.

    …e anche per Leilani:
    Forse il mio punto (il punto della Chiesa) non è emerso con sufficiente chiarezza.
    La Chiesa (e io) non odia nessuno, ci mancherebbe. E’ proprio perchè non c’è odio che si perde un sacco di tempo a dire che certi comportamenti, certe scelte non si dovrebbero fare. Fosse odio, chissenefrega di cosa fanno.
    E invece no. Il ragionamento è: l’uomo è costruito in una certa maniera. qualcosa, qualunque cosa, raggiunge il suo scopo, (la felicità potremmo dire) quando è tuilizzata secondo il suo scopo. Se non viene usata in tal modo c’è una infelicità, una tensione a un non-realizzato. Così è per la sessualità.
    Lo scopo della sessualità è la riproduzione, ed è innegabile. Esistono poi sottoscopi, che possono essere il relazionarsi con un altra persona, o il piacere. Ma distaccare questi dallo scopo primario è renderli parziali, cioè, alla fine, produrre infelicità.
    Quindi non sei tu che sei sterile, ma il comportamento omosessuale lo è; e mi farebbe piacere se tra cinquant’anni vi vorrete ancora tutti bene, ma so che proprio per le tensioni di cui sopra è altamente probabile di no; e non ci saranno bambini. Sul punto 3 d’accordissimo – ma qui ci sarebbe da parlare a lungo, e me lo riservo per un prossimo post. Perciò, capisci, non si tratta di merito o demerito, ma di capire cosa alla fine sia meglio.
    E i miei figli io li accetto così come sono, ma ciò non mi ferma dal desiderare che siano migliori, perchè loro stessi siano più felici.

  106. Berlic sai bene che non posso accettare questo argomento. :)

  107. No, sono bisessuale, mi attraggono anche gli uomini… ma anche se così non fosse, il mio corpo sarebbe perfettamente in grado di procreare. E’ vero che servono uno spermatozoo e un ovulo, ma questa è una questione tecnica che ha molto poco a che fare con la relazione affettiva tra due persone e la capacità concreta di allevare figli.

    Veramente per quanto si possa anche dire che la Chiesa non odia, le persone odiano eccome.
    Parole come degenerato, vizioso, perverso, non sono e non possono essere parole d’amore.

    Lo scopo della sessualità non è solo procreativo, dove la mettiamo la necessità di dare e ricevere amore al di là del fatto di riprodursi?
    Se così fosse le persone sterili non sentirebbero comunque la necessità di formare coppie e il sesso riguarderebbe soltanto il momento della riproduzione… invece come esperienza insegna non è così.

    Ma al di là di questo, il tuo discorso sul “senso corretto” e la finalità parte da un’ottica cristiana.

    Io che cristiana non sono, perchè dovrei sottostarvi quando sia il mio Dio che le persone che mi conoscono bene non vedono come ostacolo alla mia felicità e completa realizzazione la mia sessualità?

    Se dovessi fingere di essere eterosessuale allora sì che mi sentirei mutilata.

    Credo che io e la mia famiglia, nell’accezione più ampia del termine, continueremo a volerci un bene incredibile al di là delle “tensioni”… :)

    Ti lascio l’opinione di una suora che non vedeva motivo di considerare l’omosessualità peccato, spero vorrai prenderla in considerazione:

    “Quasi ovunque le donne lesbiche, nel caso di omosessualità dichiarata, devono temere per la loro vita e per il loro sostentamento. L’inevitabile segretezza e l’invisibilità forzata spogliano queste donne della loro dignità umana stabilita da Dio. Esse sono obbligate a mantenere una finzione di eterosessualità. […] Poichè la discriminazione verso le lesbiche nasce nell’ambito di un pregiudizio contro le donne di proporzioni epidemiche, risulta spesso difficile distinguere quest’ultimo da un pregiudizio contro le donne lesbiche. Entrambi affondano le loro radici nella misoginia e nella conservazione di modelli sessuali stereotipati. […] La risposta ufficiale della chiesa al lesbismo può essere descritta in termini di negazione e disinteresse. Molti vescovi cattolici si limitano semplicemente a ripetere che l’attività omogenitale è intrinsecamente immorale, come se questa continua riaffermazione servisse a confermare o a inculcare questo principio nel cuore dei fedeli. Solo pochi vescovi hanno affrontato il dilagante peccato dell’omofobia. Molti cattolici sostengono che la chiesa continua ad essere ossessionata dalle parti sessuali del corpo, mentre la vita delle lesbiche è ostacolata o distrutta. Sarebbe tempo, per la chiesa, di dedicarsi con vigore al bene di tutte le donne, opponendosi all’intolleranza in tutte le sue forme. […] Il nostro buon Dio misericordioso ha creato persone che sono sessualmente diverse dalla maggioranza di noi. Sapremo accettare e ascoltare l’altro? Solo quando la chiesa inviterà le donne lesbiche a partecipare pienamente alla sua vita noi incontreremo il Gesù dei Vangeli che accoglieva tutte le genti nella sua comunità di fratelli.”

  108. Chissà se è disumano sperare ed augurare che i tuoi figli possano essere migliori di te come tu desideri e pur diversi da te come tu non riesci a comprendere ed accogliere e che magari tu ti ritrovi ad amare MOLTO MA MOLTO di più per questa ragione….
    MOLTO LE E’ STATO PERDONATO PERCHE’ MOLTO HA AMATO
    Giovanni

  109. Tentando di inserirmi in un’ottica cattolica: perché esistono gli omosessuali? Magari il vostro dio li ha messi sulla terra per mettere alla prova la vostra capacità di accogliere senza discriminare il diverso.

  110. considerando che una grande parte dell’umanità è perseguitata , questi piagnistei da parte di persone che NON sono perseguitate o discriminate in questo paese mi sta rompendo le scatole…
    provate a andare a fare gli omo da qualche altra parte… invece che farlo qua.
    (scusa berlic!)
    caposkaw

  111. xShymm: era un esempio. Quindi secondo te lo scopo primario della sessualità non è la riproduzione?

    xLeilani: quello che sto cercando di dire è che non è solo una questione tecnica, è come farsi delle ali di cartapesta – per tornare al tema del post – e pretendere di volare con esse perchè assomigliano a delle ali vere.
    Magari potrai anche tenerti in aria per un po’, ma quasi certamente poi cadrai.
    Lo scopo della sessualità non è solo procreativo
    l’ho detto anch’io!

    Cosa il tuo Dio dica non so, non lo conosco. Però posso dire che non sempre ciò che ci dà soddisfazioni (e.g. il sesso) è anche il bene per noi. Altrimenti passeremmo il nostro tempo a scopare e mangiare cioccolato.

    Come mi sembra di avere già detto, per me il vero problema non è che si possa sbagliare, ma che si pretenda che lo sbaglio sia la strada giusta.
    Il problema di avere un Dio fatto da noi è che ci perdona anche quando non lo meritiamo…ovvero quando non gli chiediamo di perdonarci.
    Io avrei paura di un Dio che mi assomiglia, e mi giustifica in tutto.
    Sarebbe come avere un padre che ci lascia fare tutto quello che vogliamo, e non ci insegna cosa è bene e cosa è male. Non lo vorrei per niente al mondo.

  112. Berlic, quando avrei detto una cosa simile? :S

  113. non si fa in tempo a rispondere…mannaggia, devo lavorare!

    Caposkaw, le cose che dici si capiscono meglio se sei meno polemico.

    Shymm, magari Dio permette il desiderio omosessuale per mettere alla prova la capacità di usare correttamente del proprio corpo…

    Giovanni, non sono sicuro di avere capito bene il tuo commento.

  114. Shymm, 113: la storia dell’ombrello…questo è ciò che si deduce.

  115. hai proprio ragione.
    ma l’ora tarda, il caldo, la stanchezza portano là dove non si vuole…
    caposkaw

  116. Non sono giustificata a fare “ciò che voglio”, semplicemente finchè non arreco danno a qualcuno (me stessa compresa) in alcun modo, nessuno mi fustiga o mi fulmina ;)

    Ora, dimostrandomi efficacemente che reco danno a me stessa assecondando la mia natura il discorso può stare in piedi… ma tale dimostrazione non è mai stata data se non ricorrendo a pregiudizi infondati o argomentazioni incomplete e/o incorrette… io ti credo quando mi dici di non avere odio dentro… ma anche un po’ di più di fiducia negli esseri umani, anche se le loro azioni ti paiono incomprensibili, male non farebbe :)

    Magari si potesse passare la vita facendo l’amore e imboccandosi a vicenda di cioccolato, non ci sarebbero più guerre ;)

  117. X Berlic

    Considerare la procreazione lo scopo del sesso fa degenerare al rango degli animali gli uomini. Gli animali fanno le cose in unica vista del loro utile. Gli uomini si distinguono dagli animali perchè fanno cose meravigliosamente inutili (dall’ arte a tenere un blog). Gli uomini non vivono la loro sessualità a solo scopo procreativo ma la vivono come libero dispiegamento di se stessi nei confronti dell’ altro. A parole puoi dire di non essere violento ma quando affermi come dovrebbero o non dovrebbero usare della loro sessualità gli esseri umani sei violento, mi dispiace.

  118. Berlic fatichi a volerci bene e fatichi ad amarci. Gesù è come Dio e quindi ama molto la donna che ha molto peccato tu invece sembri tanto Simone tutto preso dal voler dare senso alle cose alle questioni alle tue idee proclamando che ciò che tu dici è ciò che la Chiesa dice. Vorrei vederti padre di figli migliori di te ma non per questo etero e vorrei vederti amarli molto molto di più
    spero di essermi spiegato bene
    Giovanni

  119. Mh, mi sfugge il sillogismo che hai usato.

    È ovvio che il rapporto sessuale nasce come metodo riproduttivo, ma è anche vero che, come diceva acclarenzia, l’uomo ha subito imparato a sfruttarne altre potenzialità. Per intenderci, un mio rapporto sessuale ora che ho vent’anni ha tutt’altro scopo della riproduzione e non mi sento contro natura. Tra N anni, se lo vorrò, potrò fare spazio anche al suo obiettivo primario.

  120. X SHIMM

    Non esiste l’obiettivo primario della sessualità. La fecondazione assistita ci insegna che ci sono altri modi per indurre la fecondazione. Ormai la sessualità umana è libera da qualsiasi scopo procreativo. I bambini ormai possono nascere quando due persone che si amano lo vogliono. E il sesso può essere libero.

  121. “Altrimenti passeremmo il nostro tempo a scopare e mangiare cioccolato.”

    magari! sai che bello!

  122. “Altrimenti passeremmo il nostro tempo a scopare e mangiare cioccolato.”

    Non è detto che prima o poi non ci si arrivi …… ;)

  123. xLeilani: boh, a me sembra che la dimostrazione ci sia, e anche corretta…a cominciare da S.Tommaso. Ma temo che discuterla adesso sia oltre la mia riserva di energie…;-)
    Devo dire che però la dimostrazione più grande è guardare la vita di alcune persone che ho bene in mente.
    “Azioni incomprensibili”??? Al contrario, proprio perchè mi sono comprensibilissime che non ho fiducia! Ecchè, so’ de carne anch’io!
    Ci sarebbero le guerre per il cioccolato…se non si fosse troppo grassi e brufolosi per alzarsi! ;-)

    xAccalarenzia: gli uomini si distinguono dagli animali perchè ragionano, e sono capaci d’infinito.
    Sono violento perchè dico che il sesso esiste principalmente per la riproduzione? Allora la vita è molto più violenta di me, perchè non solo lo dice, ma punisce anche chi ne abusa.
    xGiovanni: che ne sai tu della fatica che faccio? A me pare che la difficoltà ad accettare gli altri (me) ce l’abbia tu. Cosa sarà dei miei figli dipende solo in parte da me, nel senso che posso educarli ma non posso legare la loro libertà. Se non saranno etero o migliori di me sarà una loro scelta, non quella che tu vorresti imporre, ed io li amerò comunque. Ciò non mi impedirà di piangere per i loro sbagli, e di perdonarli, ogni volta.

    xShymm: quindi lo scopo dell’uomo cambia tra i venti e i quaranta, o non è piuttosto la sua maturità? E lo scopo dell’uomo è dettato dalla quantità di ormoni nel sangue? O da cosa “sente”?
    PS: non è che alla tua età però ragionassi tanto diversamente…

  124. X berlic

    sei violento perchè dici una cosa che non è vera: la sessualità esiste per la riproduzione solo per gli animali. E sei violento quando argomenti su che cosa è corretto e non è corretto fare nella sfera sessuale degli uomini che deve rimanere un fatto privato su cui nessuno deve poter interferire o dire che cosa è giusto o non giusto, cosa sia bene e che cosa sia male.
    La ragione fa giusto giusto a pugni con quella che tu chiami capacità di infinito, è l’ irrazionale che ci distingue dagli animali.

  125. Innanzitutto non è lo scopo dell’uomo (abbiamo uno scopo?) a cambiare. Dico che ora il sesso ha un intento decisamente poco orientato alla nascita di piccoli Shymmtakulini. Un giorno forse interverranno anche altre pulsioni, resta il fatto che non mi sento contro natura se non faccio sesso per riprodurmi! Se sono contro natura gli omosessuali sono contro natura anche io.

  126. Sorvolo sul “punisce chi ne abusa” perchè mi sembra davvero un’ idea che non sta nè in cielo nè in terra.

  127. X Shimm

    E’ esattamente per questo che io ho aderito al Pride di sabato scorso.

  128. X Berlic,

    mi era sfuggito il tuo commento 94.

    Chiarisco meglio il mio pensiero visto che viene travisato:

    a) la malattia mentale esiste;
    b) esiste la cura della malattia mentale;
    c) il pensiero religioso non ha una teoria sulla mente umana per cui la malattia mentale non esiste o è incurabile (il che è lo stesso) e ci si deve limitare all’ assistenza;
    d) La sessualità è per definizione non violenta. La pedofilia è un crimine contro l’ umanità oltre che una gravissima patologia mentale.

    Non capisco proprio chi ha le idee confuse e mi spiace dirti che quello non sono io. Chiarisci meglio qual’è la confusione che farei.

  129. Sorvolando (giustamente) su S.Tommaso, anche io come dimostrazione ho la vita di alcune persone… e attento ad andare nel particolare, perchè si rischia di dire assurdità. Ricordati che persone come Himmler o Mengele sono cresciute in famiglie cattoliche eppure sarebbe da pazzi dire che sia quello il motivo della loro – e questa lo è veramente – perversione mentale… cosa ti fa pensare che le persone che conosci facciano qualcosa di male perchè non-eterosessuali? Ci sono molte altre persone con la stessa sessualità che di male non fanno proprio nulla.

    Dicevo non comprensibili perchè non le hai provate sulla tua pelle. E’ vero che sei di carne, ma un conto è l’azione di ogni individuo sui suoi istinti per motivi religiosi o etici (vedi anche discorso sull’astinenza), un conto volere che questo sia applicato universalmente facendo violenza a chi magari appartiene a una spiritualità diversa o ha semplicemente deciso, nel pieno del suo libero arbitrio, di vivere la stessa in maniera diversa. Confido nella tua intelligenza e non mi aspetterò in risposta paragoni poco rispettosi e piuttosto volgari che ho sentito altrove e che portano il discorso sullo stupro.

    Non credo di dover chiedere perdono perchè amo.
    Sono d’accordo con Accalarenzia sul punto della violenza, anche se penso te lo aspettassi.

  130. Bell’ intervento, Leilani.
    Il mio riferimento alla omosessualità come sintomo si riferisce alla dimensione non cosciente e non al comportamento sessuale delle persone che come tale deve essere un fatto rigorosamente privato e di cui non deve interessare niente a nessuno.
    In altre parole moltissimi eterosessuali anche con mogli e figli vivono inconsciamente la loro sessualità in modo omosessuale, per questo affermo con forza che non c’è teoria sulla mente umana quando si fanno affermazioni generiche che hanno come obiettivo solo ed esclusivamente il comportamento manifesto.
    grazie per avermi dato lo spunto per chiarire meglio il mio pensiero.

  131. Sì! Sono un violento!!! Arrrhh! Secondo il tuo ragionamento, Accalarenzia, allora nessuno deve dire a nessuno cosa è lecito o no fare? Tu sei violenta quando mi dici che sono violento? O è valido solo per la mitica “sfera sessuale”? Un padre che dice al figlio di non toccarsi il pistolino in pubblico fa violenza? E’ il toccarsi il pistolino che fa dell’uomo l’uomo, visto che negli animali è solo per la riproduzione? Sei completamente irrazionale, quindi non sei un animale. Io invece sono razionale, quindi sono un animale e come tale sono violento. E ti dico che, siccome checchè ne dica S.Tommaso il pensiero religioso non ha una teoria sulla mente umana, e la sessualità è non violenta (delusione per tutti i SM!) io mi sento confuso sulla tua confusione e scelgo di smettere di usare violenza a me stesso e cercare di capire da dove prendi le tue idee e definizioni -appunto – irrazionali.

    xShymm: se centri il buco giusto non sei contro natura, ma contro la persona intesa come totalità (vedi il mio post di oggi)…

  132. Ma vogliamo scherzare ?
    Un padre DEVE dire a sua figlio piccolo cosa è giusto e cosa non è giusto.
    E’ quando siamo fra adulti che non va più bene e per questo c’è il codice penale che sanziona quando un comportamento lede la libertà di qualcun altro.
    Quando siamo fra adulti ci si deve astenere dall’ obbligare gli altri a fare ciò che noi identifichiamo come bene superiore perchè appunto esiste la sfera pubblica e la sfera privata, ambedue sacrosante ma particolarmente la seconda.
    Io mi sento colpito quando fai le tue affermazioni sull’ ordine naturale delle cose (inesistente) e ti dico che sei violento e che le tue idee non giovano alla civile convivenza fra diversi in una società plurale.

  133. Leilani, non sono certo immune dal male, anzi. Sono alla ricerca del modo di vivere meglio: e il modo principale che ho è confrontarmi con chi vive meglio e con chi vive peggio. Si chiama esperienza. Confrontandolo con quello che mi viene detto, imparo. Io ho visto persone eccezionali infelici, e persone semplici felici, anche a causa di una sessualità vissuta bene oppure male, con una pretesa. Non è fare il male, è vivere male. Si capisce la differenza?

    Amare significa…anche avere a cuore il bene della persona che hai davanti, tutta intera. Non si chiede perdono dell’amore, ma di quello che l’amore (a chi, poi?) ci fa fare.

  134. “nessuno deve dire a nessuno cosa è lecito o no fare?”

    Devi ammettere che c’è una differenza fra avere regole comuni per evitare che i diritti di un individuo sconfinino nel limitare quelli degli altri e imporre le proprie regole solo perchè si ritengono migliori.

    Sei liberissimo di ritenermi “incorretta”, ma una volta che tu mi hai comunicato le tue perplessità se io continuo ad avere fiducia nelle mie percezioni, nei miei sentimenti, nella mia fede e in correnti filosofiche diverse della patristica non credo tu abbia il diritto di fare in modo che io segue le tue direttive con la forza agendo sulla legge – per fare un parallelismo, in certi paesi la donna è considerata realizzata a pieno solo in funzione dell’uomo e non può neppure girare a volto scoperto. Il fatto che per loro questo sia meglio per le donne stesse li autorizza a fare in modo che tutte le donne debbano sottostare a queste regole?

    Il mio modo di vivere non ti impedisce di vivere la tua vita in accordo con le tue convinzioni e la tua spiritualità. E’ proprio questo che mi lascia perplessa quando alcune persone si accaniscono così tanto contro le persone GLBT (perchè gay in effetti è riduttivo, qui si tratta di tutti i non-eterosessuali e anche dei transessuali).

  135. X Berlic

    L’irrazionale non porta alla confusione, è la razionalità, quando è onnipotente, che confonde. E Leilani quando ti ha detto di Himmler e Mengele cresciuti in famiglie cattoliche ti ha adombrato dove può portare la razionalità usata ciecamente.

  136. X Leilani

    Il discorso non può essere ridotto al solo mondo GLBTQ.
    E’ un attacco generalizzato alla sfera privata delle persone. Io aggiungerei anche una E di etero-sessuale.
    Per me il movimento è GLBTQE, io lo vivo così e aderisco ai Pride con questo spirito.

  137. Non avevo letto, rimedio: ho fatto e faccio la stessa cosa, solo che siamo giunti a conclusioni diverse… per me ad esempio vivono male coloro che considerano peccato gli istinti sessuali o che pensano che la via della santità sia la mortificazione del corpo (non parlo di te, ovviamente, mi riferisco ad alcuni conoscenti).

    Ma, visto che le nostre conclusioni sono quasi opposte, per vedere chi ha ragione non resta che permettere a ognuno di noi due di vivere come meglio crede – visto che ciò non danneggia né te né me – e, una volta esaurito il nostro ciclo vitale, se ci reincontreremo potremmo sapere chi aveva ragione.

    Se questa possibilità viene esclusa non c’è modo di saperlo se non per inferenza.

    Quanto all’amore, per me magari il bene dell’altra persona non è costringerla a rinnegare sé stessa e frustrare la propria natura… è sul concetto di bene che c’è da discutere.

  138. Alè ho scritto potremmo anzichè potremo… scusatemi, sono un po’ rimbambita.

    x Accalarenzia: no, è vero, è un discorso molto più ampio. Solo che visto che di gay si parlava sono rimasta lì… poi ora che me lo fai notare è giusto, parlare di ingerenze coinvolge anche gli eterosessuali e le relazioni eterosessuali.

  139. Riapplicando un tuo ragionamento, Berlic: per cosa servono pene e vagina? A) per riprodursi B) per ottenere piacere. Se A è vera, B è contro natura.

    E sinceramente non credo di essere contro la persona. Vivo un rapporto sessuale come opportunità per procurare sensazioni positive prima che per riceverne, ergo non utilizzo il corpo della mia ragazza. Essendo lei consenziente, non turbo la sua psiche. Senza tirare in ballo il fatto che non ci affidiamo a dio, perchè saremmo contro la persona?

  140. @Caposkaw: Senti fai poco lo spiritoso.
    Io faccio il troll quando mi va di farlo. Soprattutto perchè mi diverto un mondo a far arrabbiare Brucewayne ora Alessandro X.

    Quando voglio ragionare e fare il serio lo faccio.

    @Leilani: Ma tu chi sei?

    ASMODEO80

  141. Il Bianconiglio in incognito.

  142. XLeilani ma anche per gli altri: non so se vi piace il genere o la musica (a me tantissimo) ma vi consiglio di vedere questo video che tratta anche del tema del post http://www.youtube.com/watch?v=wi7G-3qBbrU

  143. xLeilani,135: se io continuo ad avere fiducia nelle mie percezioni, nei miei sentimenti, nella mia fede(…)diritto di fare in modo che io segue le tue direttive con la forza…

    Sto usando la forza, oppure ho invocato l’uso della forza? Non mi pare proprio. Io credo che esista il libero arbitrio, e quindi liberissima di di fare quello che vuoi
    MA
    come giustamente ricordi esiste la necessità di regole comuni. E queste regole comuni devono essere al servizio della comunità e della persona, in quest’ordine. Come già detto, che interesse ha la società a sancire e sovvenzionare una convivenza sterile?

    Ancora una volta, se dico queste cose non le vedere come un moralismo! Non vedi i problemi? Io ci ho messo anni. Pensi che il tuo ragionamento sia corretto? Quando la realtà reclamerà la sua parte (e credo lo farà) allora, come dici tu, ne riparleremo – non voglio augurarti male, lo dico tranquillamente, come una constatazione. Su un punto non sono d’accordo: “visto che ciò non danneggia né te né me”. Io sono convinto che tu ti danneggi, se no non sprecherei neanche un attimo di fiato.
    PS: Gli istinti, sessuali o no, non sono peccato…sono il mezzo con cui Dio ci richiama. Non è questione di rinnegare se stessi, ma capire quali sono i veri desideri, la vera natura.

    xShymm: A e B. Non A o B.
    Ho detto la persona tutta intera…dà un’occhiata al post di oggi, magari mi spiego meglio.

  144. xAccalarenzia: come abbiamo già discusso in passato, usi i termini razionalità e irrazionale in modo diciamo originale…
    Ora, con che diritto fai le pulci a Himmler e Mengele? Erano adulti, non usare loro violenza imponendo il tuo modo di vedere le cose. Il fatto che siano cresciuti in famiglie cattoliche cosa mi dice, a parte che esistono il libero arbitrio e i cattivi educatori?
    Perchè limitarsi alla GLBTQE? Aggiungiamo pure FNIAOG (per limitarsi ai primi che mi vengono in mente). O vuoi discriminare?

  145. Ti ripeto che la sterilità non è una caratteristica delle unioni di fatto… ce ne sono molte con bambini. Eterosessuali ed omosessuali.

    Che giovamento trae la società dal negare una tutela a quegli stessi bambini ed ai loro genitori?

    Diamo per buono che io sia “socialmente inutile”, anche se non è così dal momento che come essere umano lavoro, produco, pago le tasse e non sono certo un’incubatrice… anche se così fosse, da quando la dignità di un essere umano e il suo diritto a qualcosa viene sancito in base a quanto può produrre? Se così fosse allora un ragazzo con la sindrome di down andrebbe penalizzato rispetto a un ragazzo con un quoziente intellettivo di 178 e la capacità pratica di Edison, invece ha altre qualità e andrebbe agevolato anzichè danneggiato… o mi sbaglio?

    Il punto è che non posso che vederlo come un moralismo perchè tu appari assolutamente sicuro che la vita mia andrà male, che mi stia danneggiando, senza prendere in considerazione l’idea che magari non è una verità assoluta… anche il creatore di Scientology ci avrà messo degli anni a formulare le sue teorie, ma non mi sembrano più valide per questo.

    Tu continui a parlare di vera natura ma sempre tirando in ballo Dio e quindi l’ottica cristiana… :D

    Ma pazienza dai, possiamo concordare di non concordare… ho dato un’occhiata al post qua sopra ed ho capito un altro punto chiave del nostro disaccordo.

    Tu cerchi la perfezione (in Dio), io mi innamoro anche dei difetti… Yin e Yang ;)

  146. Riappaio su questi commenti e trovo chilometri di deliri, con il povero Berlic che cerca di rispondere… vi ho persi molto prima, diciamo che interverrò in altra sede, sennò tanto quello che scrivo non sarebbe che sepolto nella quantità. Ma dovevo una risposta a Shymmvattelapesca, perchè, chiarisco meglio, dicevo, in OT rispetto a questa querelle, che il suo avatar è poco chiaro ma appare blasfemo, con quello che sembra come una sorta di Cristo deformato con gli occhi spiritati (forse mezzo scimmia?) e questo, se è vero, è un comportamento per il quale, fossi io, gli presenterei la porta.

  147. No Berlic affatto!!
    Se uso 4 persone a metro quadro, valore usato dalla questura, viene fuori 250.000 circa.
    Se uso 8 persone a metro quadro, valore utilizzato per non sminuire troppo i calcoli degli organizzatori, viene fuori 510.000 circa. (Sfido però a farci stare 8 persone in un metro quadro….)

    Se vuoi ti posto la foto della planimetria con le aree calcolata con autocad della piazza e delle relative vie laterali. Puoi poi confrontarla con le zone occupate durante l’F-Day e fare i calcoli da te….vedrai che per farci stare 1.5 milioni di persone bisogna riuscire a farne stare 17.6 ca. per metro quadro.

  148. xLeilani: Ehi, non stavamo parlando delle coppie di fatto! Almeno, io no.
    E non sto parlando di produrre…acc, non riesco a risponderti compiutamente ora, su questo, comunque dico solo che una cosa è proteggere il debole e un’altra premiare l’errore.
    Se tiro in ballo l’ottica cristiana è perchè penso, anzi, so che è vera. Se so che Hubbard spara cavolate, perchè dovrei usare l’ottica di Scientology? Però hai ragione, è impossibile che riesca a convincerti se non ne fai esperienza. Quindi, perchè non provare a farne esperienza? ;-)

    Sì, cerco la perfezione, ma sono i difetti che me la indicano!

    xSaki: avevo fatto calcoli simili per una certa manifestazione di cui si era banfato “tre milioni”…proverò a rifarle su Piazza S.Giovanni e dintorni e poi ti farò sapere. Intanto ti posso dire che, se i calcoli sono giusti, allora a certi “pienoni” sindacali occorre togliere uno zero…

  149. Semplice: già provato e la cosa mi sembrava lontana dalla verità ;)
    Ci sono nata in una famiglia cattolica e lo sono stata, convinta, fino a una certa età in cui ho cominciato a farmi domande, le cui risposte mi hanno portato su un altro sentiero. Che non è per forza quello sbagliato… per arrivare in un posto posso prendere strade diverse.

    Ma appunto, partendo da diverse premesse si arriva per forza di cose a diverse conclusioni.

    Quello che non capisco, di fondo, è: se siamo entrambi cittadini italiani perchè non possiamo adottare leggi che garantiscano ad entrambi la piena possibilità (che tu già hai) di vivere secondo coscienza?
    Non credo che a te cambi la vita se io decido di vivere la mia con un’altra donna. Ma potrebbe cambiare la mia se mi trovassi a non poter svolgere al meglio i miei doveri di compagna perchè non mi è permesso.

    Quanto alla questione dei difetti la vedo in un’ottica un po’ diversa: se l’uomo non può raggiungerla per limiti naturali (siamo uomini e non dei), allora imporrei all’altra persona un modello irraggiungibile e frustrante.

    Se invece una persona si convince di averla raggiunta non ha più stimoli di miglioramento, resta nel suo brodo e addirittura regredisce in alcuni casi. Crede di non avere più nulla da imparare e questo non fa bene :)

    Poi, e questa è un’opinione del tutto personale, credo sia fin troppo facile amare una persona perfetta, è per amare chi è “nato sbagliato” (citando una canzone) che ci vuole impegno.

  150. (molto OT: ma l’avatar di Shimmtakula non è il dottor Zoidberg di Futurama?)

  151. @ 102 Factum:
    “Nada, nada quando provochi per provocare, non ti riconosco, Dio ha permesso anche l’omicidio, ammazzami…”
    Chiedo scusa.
    Non volevo provocare per provocare, sto cercando di ragionare su quali categorie adoperiamo per separare il reale (Pardon il Creato) in accettabile ed inaccettabile
    in quel che posso praticare e quel che debbo rifiutare e perchè.
    Se Dio ha creato il tutto diavolo compreso, perchè non accetto la totalità? in base a quali principi Lo divido?
    Per quel che riguarda l’omicidio la sua possibilità è talmente ben inserito nei nostri geni che è impossibile avvicinare un nostro simile senza convenevoli e saluti che chiariscano preventivamente quali sono le intenzioni!

    Ciao Mara nada.

  152. AlphaT, come notato dall’intenditrice Leilani, nell’avatar è il Dottor Zoitberg del cartone animato Futurama che assume sembianze divine.

  153. (ho questo avatar da più di un anno, non lo metto apposta per provocare nei blog cattolici)


  154. però tirando le somme…
    tutto deriva da questo:
    un certo numero di persone che non aveva mai manifestato nella loro vita fa una manifestazione pro qualcosa che secondo i loro principi è valida cioè la famiglia tra uomo e donna. questo perchè negli ultimi tempi un governo tendeva a promungare leggi che secondo quelle persone mortificavano la famiglia.
    il suddetto governo, terrorizzato dalla quantità e dal riscontro di queste persone , ha fatto marcia indieto.
    una fazione ideologicizzata , che diceva di riconoscersi negli ideali di questo governo, si è terribilmente offesa (di cosa ? del fatto che questa gente abbia mostrato la sua opinione?) e ha affermato in un’altra manifestazione la sua disapprovanzione contro gli ideali altrui…
    e qua, si continua , da parte di alcuni esponenti di questa manifestazione contro, a dire ad altri che cosa si deve fare, in nome di nebulosi concetti…
    se vuoi convincere qualcuno, devi portargli degli argomenti sensati, non la moralità omo ,ad esempio…
    e poi dato che siamo in democrazia, ogniuno ha diritto alla propria opinione.
    non si può accusare nessuno di bigottismo, solo perchè pensa in modo diverso…
    caposkaw

  155. Prendo spunto “dall’ombrello” sopra citato perché è vero che la forma di un oggetto parla di quell’oggetto. Una bottiglia, per esempio, serve per contenere liquidi. Una sedia per sedersi. Non serve che qualcuno te lo spieghi, viene naturale usarli così perché per questo sono stati creati. In più tutti pensano sia normale utilizzare una bottiglia per contenere liquidi ed una sedia per sedersi e nessuno se ne scandalizza, anzi, questo accade se avviene il contrario. Per esempio si definirebbe non normale utilizzare la sedia per contenere i liquidi e la bottiglia per sedersi perché non sarà mai che una bottiglia è “bottiglia” ed un’altra bottiglia è “sedia”. Quindi in questi casi il “normale” è quando qualcosa funziona secondo un progetto. Questo però non è accettato da tutti, almeno non per tutto.
    Ma anche il corpo umano, di uomo e di donna (guarda caso non ce n’è di un solo tipo), parla di se stesso e del suo “progetto”. Se pensi ad una donna la immagini con le fattezze di una donna (seno, fianchi, etc…), se pensi ad un uomo lo immagini con le fattezze di un uomo. E questo sarà sempre così, ed è così anche per quelli che vorrebbe usare una sedia per bere.
    Ciao
    tpuntopunto

  156. “Intanto ti posso dire che, se i calcoli sono giusti, allora a certi “pienoni” sindacali occorre togliere uno zero….”
    Non lo metto in dubbio che anche quelli siano calcoli sballati, dopotutto l’ho detto all’inizio: siamo viziati da anni di calcoli approssimativi e gonfiati. Quello che però rende sempre l’idea è il calcolo della questura, loro non hanno interessi, se non legati alla sicurezza e quindi i loro numeri sono per lo più vicini alla stima esatta.
    Ma parliamo di dati concreti, dire, quasi per ripicca ;) , che anche alle manifestazioni sindacali bisogna togliere uno zero è un po’ azzardato, bisogna avere qualcosa sottomano prima. Tanto ti posso dire che al concerto del primo maggio le cifre degli ultimi anni vanno ritoccate e si collocano tra 510.000 ca. e 600.000 ca., per il resto ancora non ho calcolato nulla, anche perchè non ho trovato planimetrie di altre piazze purtroppo.

  157. io vorrei imporre? ma senti chi parla!
    tu non solo vuoi imporre mai dichiari di parlare a nome della Chiesa di nostro Padre nostro capito nostro non tuo
    spero di sbagliarmi ma un figlio a te non te lo riuscirebbe a dire di non essere etero gliela stai già facendo leggere ora la tua faccia delusa, il tuo occhio deluso….scommetto che preghi che cresca “normale”….non è vero? o quanto meno “diverso” da noi omo….
    quando pensavi ai nomi dei tuoi figli avevi paura che Andrea fosse un nome da checca?

    Giovanni

  158. X Berlic

    Gli adulti non sono autorizzati a commettere delitti e volere diritti per le coppie di fatto non è un delitto a meno che non si tiri in ballo l’ astruseria della legge naturale.
    Il Family Day è stata una manifestazione contro le coppie di fatto altrimenti sarebbe stato indetto da vent’ anni ogni anno.
    Uso razionale e irrazionale in maniera originale? Sono contentissimo, per me è un complimento.

  159. Il Family Day non è stata una manifestazione contro nessuno ma a favore del matrimonio e della famiglia, così come sono e come sono sempre state, ed è stata indetta in questo periodo dato che con i DICO si stava mettendo in dubbio la loro validità e necessità sociale e morale e spirituale. I diritti che tu reclami, checché se ne dica, già ci sono e sono garantiti dal normale esercizio legislativo. Infatti sono i doveri che ne costituiscono la differenza. E comunque la legge naturale esiste, ma non è per questo che giudicheremo col nostro sguardo perché Qualcuno per primo ha posato su di noi il suo sguardo senza giudizio. Ma di questo è difficile argomentare se non si è provato.
    tpuntopunto

  160. Ancora questa storia che tutto è già garantito dal codice civile. La quota legittima ereditaria non è prevista, la facoltà per un non parente di decidere della salute dell’altro non è prevista, eccetera eccetera.

  161. Il fatto che il family day non sia stata una manifestazione contro nessuno purtroppo è ampiamente smentito. Si chiedono aiuti ad alcune famiglie, mentre le altre non sono né volute né si fa qualcosa per aiutarle. Addirittura si nega che siano tali e questo non nasce da argomentazioni razionali, ma da (in pochi casi, mi auguro) l’egolatria di alcuni che vogliono mantenere uno status di privilegio e la paura (non fondata) che “l’altro” sia una specie di mostro distruttore venuto da Marte.

    Eppure fino a prova contraria non c’è un Druido che tutti i giorni o quasi fa filipicche contro il matrimonio cristiano… ma ci sono esponenti della gerarchia cristiana che fanno filipicche, a volte anche offensive, contro le forme d’unione che non rientrano nello schema da loro prefissato. La cosa che mi amareggia è che tutto ciò non è né necessario, visto che ci sono molti cristiani che non reputano inconciliabili le diverse forme di famiglia, né viene ammesso per ciò che è. Si insulta ma si nega che l’insulto sia tale… eppure ogni volta che ci viene tolta dignità dicendo che tra noi non può esserci amore, che siamo “degradanti” per l’umanità ed altre piacevolezze, non si fa certo “del bene”.

    A questo punto devo riconoscere più onestà intellettuale nei nazistelli che mi hanno quasi fracassato una costola a calci, più che in qualcuno che si impegna attivamente per rendermi la vita impossibile, mi danneggia con calunnie e poi dice d’amarmi.

    Magari voi personalmente non avete mai fatto niente del genere, ma è qualcosa che negli ultimi tempi si fa costantemente e quasi sempre nel nome di Dio.

  162. staranno bene nelle fiamme dei gironi danteschi

  163. Come volevasi dimostrare.

  164. @Leilani: Ma tu quale famiglie vuoi? Quelle che passano nella tua testolina?

    Quà non si tratta di religione ma di usare la ragione. E la ragione dice da sempre che una famiglia è composta da un uomo e una donna non da due donne o 2 uomini.

    Se poi c’è qualcuno che vuol “pervertire” le cose faccia pure ma non pretenda che tutti accettino le loro farneticazioni. Questo è quanto chiuso l’argomento.

    ASMODEO80

  165. Leilani, certi commenti sembra che siano fatti apposta per dare ragione. :P

    Posso chiedere caposkaw e company se non è discriminazione il fatto che la società si rifiuti di riconoscere pubblicamente quelle unioni che, esattamente come quelle eterosessuali, sono fondate sull’amore e sulla reciproca assistenza? Unioni “sterili”, verissimo, ma allora perde senso anche il riconoscimento del matrimonio tra due settantenni. E siccome, come spesso si obietta, un istituto come i DiCo introdurrebbe solamente doveri e non obblighi, a questo punto perchè non permettere il matrimonio civile anche a coppie omosessuali (senza tirare in ballo l’adozione che necessiterebbe un ragionamento un tantino più ampio)?

  166. diritti, non doveri -.-‘

  167. questo è quanto chiuso l’argomento

    confronto civile a gogo -.-‘

  168. Ecco Asmodeo, più che ragione a me pare il comportamento di un bambino cinquenne che dice “o così o non si gioca più perchè il palloneemmio”. Molto maturo, sicuro di essere più vecchio di me?

    Non è la mia testolina il problema è la tua: neghi la realtà. Perchè per quanto la tua “ragione” straparli la realtà è ben diversa e non è che le persone scompaiano nel nulla solo perchè tu ficchi la testa nella sabbia e desideri che non esistano… ma hai ragione, argomento chiuso. Non c’è molto da parlare quando l’altra persona vive in un micromondo tutto suo.

  169. @ leilani: Non c’è niente da discutere e ragionare. 2 donne o due uomini è una cosa anormale. Non vedo cosa ci sia da discutere.

    Se poi qualcuno vuole regolarizzare la perversione io avrò il diritto di dire la mia o no?

    ASMODEO80

  170. Pensaunpo’, a me e a molti altri sembra anormale un simile ragionamento Asmodeo. Da domani per la società tu non esisti più.

  171. Due settantenni che praticano sadomaso applicandosi mollette sui capezzoli e cospargendosi il corpo di cera calda sono regolarizzati invece. Asmodeo, inizia a tremare, la perversione è alle porte.

  172. Purtroppo come dicevo la società odierna sta scivolando lungo una china pericolosa approvando la perversione e addirittura facendola passare x qualcosa di buono.

    Ecco perchè oggi si approvano cose che soli pochi anni fa facevano rabbrividire.

    Regolarizzare certe forme anomale di unioni significa in un certo senso “certificarle” come buone e salutari quando ciò non è vero.

    Tu puoi regolarizzare pure la droga…ma resta il fatto che questa è nociva.

    ASMODEO80

  173. Allora fingiamo che non esistano? Perché per la legge non esistono ora come ora.

  174. Se qualcosa è nocivo lo si vieta, Asmodeo. Se non lo è, lo si fa rientrare nei canoni della legge.

  175. Certo che inizio a tremare!!! Mio zio (camionista) racconta che su ogni piazzola di sosta c’è sempre qualche pervertito (leggasi frocio) che fa il guardone e addirittura si mastrurba quando il camionista va a pisciare.

    Continuando di questo passo mi sa che dovremmo comprare una cintura di castità.

    Ora mi fermo quà senò berlic mi cassa

  176. A me non frega un cazzo che esistano?

    Anche i pedofili e i drogati esistono. Ma non possiamo andare a regolarizzare la pedofilia o la droga xchè questi esistono.

    ASMODEO80

  177. Uhm, su quelli non posso darti torto :). Spalle al muro quando vai in Autogrill, Asmodeo!

  178. Ma la pedofilia e la droga sono vietate, la legge le regolarizza! A me non interessa che esista la religione, da domani la religione non sarà più tutelata dalla legge! Che ragionamenti sono?

  179. Va’, chiudiamo qua perché mi sa che il padrone di casa inizia a stancarsi di noi! Alla prossima a tutti quanti!

  180. Ma tu ci sei o ci fai? Cosa centra la religione ora?

    Ti stò dicendo che se inizi a regolarizzare la perversione poi si prende una china pericolosa. Così alcuni chiederanno di regolarizzare la pedofilia o perchè no l’incesto. Io ad esempio amo mia madre e voglio un figlio da lei.

    Scusa ma che male c’è? Ci amiamo e non diamo fastidio a nessuno.

    Riguardo gli autogrill mi sa che ci vai spesso!!!

  181. Brucewayne amore mio dove sei???

    Ti voglio bene ti prego rifatti vivo!!!

    ASMODEO80

  182. Avete presente il dejavu? A me pare sta’ discussione di averla fatta un mille volte, identica…non sarò in un libro di PK Dick? ;-)

    OT: Mi pareva che l’avatar fosse lui…quella puntata non l’ho vista.

    Cercherò di rispondere alla meglio, abbiate pietà…
    xLeilani: non sono sicuro di avere capito il tuo discorso sulla perfezione, #150.
    Per quanto riguarda il discorso coppie di fatto, #162, esattamente quali sono le tue richieste? “Matrimonio”? Diritti individuali? E per chi?
    Mi dispiace dirtelo, ma per me la famiglia si basa ancora sull’unione di un uomo e una donna, e sui figli. E la società si basa sulla famiglia. E i diritti sono dati non solo dai doveri che ci si assume, ma anche da quelli che ci si possono assumere.
    Uomo e uomo, donna e donna sono qualcosa di diverso e vanno trattati diversamente. E ti assicuro che questo è perfettamente razionale.

    Se vuoi ascoltare filippiche contro il matrimonio cristiano sitonizzati con i siti gay, con quelli radicali e, di tanto in tanto, con i commenti di questo blog.
    Dio ha un posto speciale per quelli che esagerano nella confidenza con Lui…

    xSaki: se vuoi mappe va su Google Maps…

    xGiovanni: quanto odio hai.

    xShymm#161: sulla quota ereditaria sai che ci sono sistemi alternativi, per non parlare delle possibili aberrazioni del sistema. Sulla salute, lo sai vero che il disegno dei PACs non lo prevedeva?
    #166 sui commenti hai probabilmente ragione…sul resto no. Ma ne abbiamo gia discusso a suo tempo, ad nauseam…

  183. uhahaha asmodeo o sei un fake ben riuscito oppure sei un imam in incognito… tante care cose per la tua crociata, comunque.
    E vedrai che ti libererai di quella fastidiosa verginità prima poi, abbia fiducia. Non c’è bisogno di rosicare così, prima poi ce la farai anche tu.

    Abbandono anche io, noi donne perverse e lascive verso quest’ora andiamo a ritrovarci in luoghi dubbi con drogati e satanisti per dare rave party e mangiare code di lucertola… come tutti sanno, del resto. Adieu

  184. @ leiliani: Scusa se sono indiscreto ma tu come ti sei liberata della tua verginità?

    No così giusto x sapere

  185. Abbiamo postato in semi-contemporanea… le mie proposte? Guarda se fosse solo per “me” la questione, basterebbe che rendessero l’handfasting riconosciuto dalla legge. Ma il punto non sono solo io, è una moltitudine di persone tra loro diverse e accomunate da una stessa condizione di anacronistico svantaggio… secondo me il matrimonio civile dovrebbe essere esteso a tutti. Molte delle argomentazioni “contro” assomigliano alle stesse tirate fuori a suo tempo per denigrare i matrimoni tra due persone di etnia o religione diversa.

    Inoltre servirebbe, a prescindere da ciò, una regolamentazione che garantisca quantomeno l’assistenza ospedaliera e altri “dettagli” che non sono affatto capricci ma servono a prendersi cura dell’altro in una maniera in cui tu non pensi possiamo fare, ma che di fatto facciamo. Ti auguro di non trovarti mai in questa situazione ma so cosa vuol dire prendersi cura di una persona il cui corpo va a pezzi. Asciugare vomito, fare iniezioni, aiutare nel lavarsi e a prendere le medicine e soprattutto sostenere quella persona perchè non si arrenda. Secondo te tutto questo vale meno perchè non ho un anello al dito?

    Guarda, ti posso assicurare che non facciamo filippiche contro poveri cristiani indifesi: semmai ci girano legittimamente le scatole a sentirci insultare gratuitamente in maniera invadente e quotidiana. E per favore non prendiamoci in giro… un po’ di odio c’è eccome…

    So che non puoi capirmi e va bene lo stesso, non ti porto rancore… grazie per la discussione e per aver mantenuto un tono civile a differenza di altri ;)

  186. Verginità intellettiva, tesoro.
    Alludevo a questo.
    Il materiale per la masturbazione cercalo altrove, sozzone ;P

  187. Berlic: Ahimé, so che quella schifezza di legge firmata Bindi e Pollastrini è totalmente lontana da quello che servirebbe. Sistemi alternativi? Intendi dire che la quota legittima svanisce in presenza di un testamento in favore di altri? Anni di Santi Licheri non mi hanno insegnato proprio niente allora. In ogni caso, hai ragione, nonostante le mille discussioni sull’argomento nessuno da entrambe le parti ha mai cambiato idea, quindi tanto vale finirla qua. La ragione non sta né a me né a te decidere da che parte sta. Saluti! :)

    Asmodeo: Auguri e figli maschi con tua madre, immagino tu sappia che inseminare una genitrice è consentito dalla natura. Brutta perversa la natura, cattivona! Buon trollaggio!

  188. Anche inseminare una bambina è consentito dalla natura. Ma si adesso vado proprio a farmi una scopata con una ragazzina di 11-12 anni!!!

    E che nessuno dica niente perchè è consentito dalla natura.

  189. -.-‘ non era per legittimare l’incesto o la pedofilia ma era un richiamo alla questione delle cose contronatura -.-‘

    un troll bell’e buono eh?

  190. Senti caro skimm a me del tuo troll nmon me ne può fregar de meno.

    E’ il mio modo di esprimermi punto.

    Se hai argomenti replica pure altrimenti lascia stare il troll. Quando faccio il troll Berlic lo sa.

  191. x Leilani: Wiccan?
    “garantisca quantomeno l’assistenza ospedaliera”…io sono d’accordissimo. Non presumere di sapere cosa io pensi…ti assicuro che di corpi a pezzi ho qualche esperienza, e non sono tanto cieco da presumere che altruismo e generosità e amore siano solo dei cristiani.
    Quello che dico è che nel cristianesimo tutto questo assume un senso – e non potrei dirlo seriamente se non l’avessi visto accadere. Ma, ancora una volta, occorre vederlo.

    Se c’è odio da parte di cristiani, è odio non cristiano, questo lo posso assicurare. Quanto a me, come posso odiare, quando so come io stesso sono? E, come ti ho già detto, credo (credo) di capirti.

    xShymm: sarà che non guardo Forum…ma mi dicono che i mezzi ci sono. Non semplici ma ci sono (d’altra parte sull’argomento soldi e leggi capisco poco, forse appunto perchè non guardo Forum…)

  192. No, non wiccan :)
    Però ci sei andato vicino, neopagana.

    Non mi riferivo a quello, pensavo al fatto che appari convinto che certe persone sbaglino nell’amarsi a priori per i motivi di cui abbiamo già discusso… anzi, faticate a definirlo amore.

    Quanto al senso, ho capito che sei molto innamorato della tua fede ed è una cosa bella ma non pensare che i suoi pregi siano una sua esclusiva ;)

    Sono d’accordo, è odio non-cristiano.
    Potrà sembrarti assurdo ma è proprio per amore di Cristo che ho lasciato il cristianesimo odierno… ma è un discorso moooolto lungo e non so quanto ancora mi sopporti qui :D

  193. xLeilani: “Be my guest, metti i piedi sul tavolo e sputa sul gatto”
    Ecco, come non detto: neopagana non lo capisco. Poi me lo spieghi.

    Ecco, è proprio nella definizione di amore probabilmente il problema. Parola ambigua, in italiano; i greci e i latini, tra filìa, eros e caritas eran messi meglio. Per me l’amore per una persona non necessariamente deve comprendere il sesso, anzi, per parafrasare “il sesso è una questione troppo seria per lasciarla fare agli amanti” ;-)
    Se c’è una filìa tra due persone, lasciarci entrare l’eros, a meno che questo non sia portato fino al suo compimento generativo, è pigliare a mazzate la filìa, perchè l’eros per sua natura è possessivo (se sto sparando cavolate potrebbe anche essere effetto dell’ora. Mi riservo di rileggere il tutto quando sarò meno sverso)

  194. E’ una definizione molto ampia, semplicizzando molto indica tutti i gruppi religiosi di matrice pagana che non si limitano a riprendere i culti pre-cristiani ma che costituiscono una sorta di “modernizzazione” sincretica degli stessi. La Wicca è un movimento preciso, piuttosto recente.
    Questo detto in maniera spicciola e imprecisa, era tanto per darti un’idea :)

    Sul discorso eros/filia immancabilmente non sono d’accordo :D

    Penso che il lato fisico completi, a prescindere dalla riproduzione, l’amore come sentimento. Non è obbligatorio, certo, ma è importante e almeno nella mia visione delle cose è qualcosa che eleva, non qualcosa che fa affondare.

    Si può fare sesso anche senza, ma una cosa è fare del sesso una cosa è fare l’amore.

    Non ho capito bene una cosa: secondo te ogni volta che si ha un amplesso senza concepire è insultare in qualche modo la filia?

    Oh Berlic, non sarai un po’ pessimista nei confronti degli esseri umani? :D

  195. e tu?
    Giovanni
    comunque non ti odio ma non mi stupisce che tu riesca ancora a dire male o a voler vedere male ad ogni costo

  196. “xSaki: se vuoi mappe va su Google Maps….”
    ….sai che le uso tutti i giorni tra un po’ le mappe di google e non avevo mai pensato di usarle per questa cosa? Più che altro ci saranno dei riferimenti metrici? Non ci ho mai fatto caso….ora vado a vederci! Grazie per avermelo fatto venire in mente! ;)

  197. i gay vorrebbero diritti per i loro perversi vizi diabolici.
    non è l’amore che li guida ma solo il soddisfacimento del guadagno e della luxuria

  198. Lacerbiano, qua la discussione è stata chiusa dopo essersi spinta a livelli argomentativi un attimo più elevati di “i gay sono perversi comandati dal diavolo”.

  199. xLeilani: so cosa sono i neopagani, quello che non capisco è, oggettivamente, come si faccia a crederci.
    Circa l’amplesso, sarebbe un discorso lungo che vorrei fare per bene (quindi un post). L’amplesso, come ogni altra cosa, dovrebbe tenere in conto tutta la totalità del reale, a partire da chi ti sta vicino. Un amplesso senza la possibilità di concepire, ovvero con una intenzione limitante e limitata, è un di meno. E’ abbassare il tiro. Danneggia la filia perchè introduce una notarella, più o meno nascosta, di egoismo, che alla lunga sarà un tarlo letael per quel rapporto. La filìa non ha una faccia per essere insultata; è un male che ci si fa da soli, e alla persona cui, cumunque, si spera, vogliamo bene (e meno male che volevo scrivere poco).
    Pessimista? No, realista…;-)

    Giovanni, dove avrei detto male o augurato il male?

    Lacerbiano, che vuoi farci, sono peccatori come noi…

  200. Eh, vale lo stesso per me e i monoteisti :)

    Attenderò e commenterò, sempre se la cosa non ti secca…

    Ma due persone di sesso diverso ma in cui uno è sterile oppure non può procreare per altri motivi (sieropositività per esempio e questo mi riguarda da vicino) sono un di meno? In questo caso l’altra persona sarebbe autorizzata a lasciare l’altro/a per trovarsi un rimpiazzo non-sterile o non-infetto. Quello sì che sarebbe egoista, no? :D

    Non credo ci sia egoismo, perchè lo fai per mostrare tutto quello che hai dentro alla persona che te lo fa provare… restituisci, ringrazi, celebri.

    Ci vedo un filo di pessimismo, sinceramente… io la vedo come una cosa molto più piena di gioia, qualcosa di meraviglioso, mentre tu parli spesso di egoismo, distruzione, corruzione più che di bellezza. Sarà la differenza d’età che ci fa vedere le cose in maniera diversa? O forse abbiamo avuto esperienze diverse, non saprei.

  201. DiabolicaMente

    L’amplesso nel suo svolgersi non si fa troppe domande (fortunatamente), è la liberazione di un’energia totalmente egoistica anche se provieneda un atto d’amore.

  202. xLeilani:
    Come ho già detto , be my guest…

    “neopaganesimo”:seriamente, ci credi veramente?

    Sono chiamati a vivere diversamente il loro rapporto. Quelloche sto cercando di dire è che il sesso è solo una delle componenti di un rapporto. So di sposi meravigliosi che non possono avere rapporti sessuali, magari perchè uno dei due ha un cancro. E conosco coppie sterili, che tuttavia sono più feconde di quanto si riesca ad immaginare…
    Non credo di avere dato l’idea, perchè occorrerebbe vedere e conoscere. E’ un’altra dimensione, è veramente un’altra umanità, che fa desiderare di potere essere come loro.

    Se parlo troppo di “egoismo, distruzione, corruzione” sto sbagliando! Grazie per avermelo detto, a volte mi scappa la mano. Ci sono, certo che ci sono; ma come accennavo prima c’è la possibilità di una bellezza e di una gioia infinitamente più grande.
    Se non dicessi che c’è il male, sarei uno sciocco; ma se non vedessi che c’è un bene più grande che lo perdona e lo cancella, allora sarei un cieco e un folle!

    xDiabolicaMente: ecco dove sbagli. Se hai provato solo amplessi di questo tipo, mi spiace per te.

  203. Beh forse un pochino di amarezza c’è… io ci penserei :)

    E’ vero è una parte, ma quando si può attualizzare diventa anche importante… anche se non si è sposati.

    Sì, ci credo veramente.
    Non andiamo in giro a cavallo di scope, è più una filosofia di vita ;)

  204. E’ il mio lato cinico e disperato che ritorna fuori di tanto in tanto, anche se gli dò scarponate in testa…
    Il problema dell’attualizzare è che spesso scassa tutto il resto. Come aprire il forno a piluccare mentre la torta lievita.
    Niente scope? Acc, era la parte migliore ;-). Mi piacerebbe cercare di capirla meglio.

  205. constato dalle tue parole che pensi male dicendo “quanto odio ci sia in me” io non ti odio affatto è un sentimento che non penso e spero non mi appartenga mentre certi tuoi vaffa ben piazzati qua e là nel tuo sito quando le persone la pensano diversamente da come la pensi tu e da come tu dichiara che come la pensi tu la pensa la Chiesa mi sgomentano non poco
    Io non odio e non ti odio
    Giovanni

  206. xGiovanni:
    indicami per favore questi “vaffa”.
    Se non odi, allora commenti come il #158, per esempio, sono solo dettati da acredine? O il #196, dove vedrei il male ad ogni costo?
    Mi pare che tu ti stia scagliando contro me in maniera abbastanza acritica e amotivata. Oppure ho inteso male i tuoi commenti, intesi invece ad una critica costruttiva e a un dialogo aperto?

  207. Ciao sono sempre Giovanni. Scusa cosa ti aspetti che io adesso mi vada a rileggere tutto il tuo blog e ti metta i numerini e i titoli di dove hai mandato qualcuno a quel paese perchè la pensava diversamente o tutte le volte che dici che tu la pensi come la pensa la Chiesa? Scusa non ce la faccio non ho tempo. Fallo tu con calma quando hai tempo vedrai che forse rileggendo te ne accorgerai. Magari erano giorni difficili per te e quindi avevi delle reazioni istintive…è umano per carità
    ciao Giovanni

  208. Giovanni ora sei tu che parti dall’istintività insita in ognuno, e se non espliciti e tue affermazioni…significa che in fondo in fondo, anche tu non ne sei ben convinto al punto da sostenerle con forza.

  209. Giovanni, mi aspetto più che altro che se uno accusa motivi le accuse. Se è tanto difficile trovare quegli ipotetici post, o commenti, vuol dire che non è che mandi continuamente a quel paese gente…nonostante un bel numero di gente ostile che mi scrive.
    Ma non c’è problema. Magari per te sono giorni difficili.

  210. Avete sentito che è stata assolta la maestra che ha fatto scrivere 100 volte ad un ragazzo “sono un deficiente” perchè ha impedito l’accesso ai bagni ad un compagno dicendogli che era un gay e che nei bagni dei maschi non ce lo voleva?
    L’ dovrebbero come minimo invitarla in parlamento…
    Mara nada.

  211. Berlic ma hai visto la pubblicità di lastminute? La tua estate in paradiso, no ci posso credere!!!!

  212. Ciao, penso che a volte tu ti attribuisca il monopolio della verità e di conseguenza ti adoperi a convincere chi ti legge e che “magari” è al di fuori dalla tua dottrina personale ma che tu spessissimo dichiari universale perchè la paragoni alla dottrina alla Chiesa. Da qualche tempo gli evangelisti televisivi degli stati uniti d’america lamentano un caldo di ascolto, dovuto ad alcune delle loro prediche, o al loro agire scandaloso. Tutti si ricordano di James Jones, in Guyana, che impose il suicidio a novecento dei suoi adepti. Il lavaggio del cervello (attentato supremo alla libertà) non fallisce mai i suoi obiettivi. I capi delle sette si impongono come investiti da Dio di una missione particolare e salvifica. Essi si considerano eletti, puri, e perciò dicono di essere incompresi e perseguitati. Essi (ma forse tu no) posseggono la capacità di suscitare turbamento, paura e insicurezza nei loro adepti, di farli regredire in qualche modo, rendendoli incapaci di “essere” al di fuori del proprio giro. Alcuni capi giungono fino al punto di minacciare di morte coloro che osassero rinnegare “la loro fede”. Il pericolo viene dal fatto che questi illuminati (o questi profittatori) recitano la persuasione come dei virtuosi, alternando dolcezza e fermezza con un’arte consumata. Essi “seducono” i loro “fans”, che finiscono con l’inghiottire tutto ciò che gli viene detto con delizia. Ogni volta che la convinzione o la pratica religiosa indietreggiano, le sette prendono piede. L’intolleranza dei fondatori verso coloro che non pensano come loro giunge spesso fino all’aggressività. Purtroppo, non sembra che la carità abiti i loro cuori. E, senza carità, non si può essere che falsi profeti. Fu chiesto un giono ad un capo setta come andasse la “sua” chiesa: “non molto bene” rispose “ma grazie a Dio le altre non se la cavano meglio”.
    Gesù, quello vero, quello della Chiesa vera grazie a Dio dona serenità A TUTTI.
    Pace e Bene
    Giovanni

  213. “Gesù, quello vero, quello della Chiesa vera grazie a Dio dona serenità A TUTTI”
    vista la “serenità” dei tuoi ultimi commenti sembra che si sia dimenticato di te, Giovanni.
    Credo che gli esempi che tu hai portato poco si addicano a Berlic, che da quando lo seguo (due anni) ha sempre risposto in modo gentile e paziente, senza mai negare completamente le tesi altrui ma piuttosto faccendo domande o, almeno, dando prove delle sue tesi, al contrario di quello che hai fatto tu. Capisco che i tuoi intenti siano nobili, ma se contiinui così finirai per predicare bene e razzolare male.

    Mormegil

    P.S. Grazie Berlic! I tuoi post mi hanno fatto veramente crescere!

  214. Giovanni #158
    Ma Andrea non deriva dal greco “uomo”, nel senso di contrario di Donna? Non vedo nome meno da checca!;-)

    Mormegil

  215. I commenti di Asmodeo a questo post sono per me la prova che guardando VERAMENTE la realtà, anche persone con ideali diversissimi tra loro possono trovarsi d’accordo

    Mormegil

  216. Grazie Mormegil per l’implicita accusa. Quindi io mi rifiuterei di osservare la realtà in nome di una pregiudizievole ideologia?

  217. Scusa Shymm, forse mi sono espresso male ma non era mia intenzione offenderti. Stavo esprimendo la mia sorpresa nel vedere un troll di lunga data come Asmodeo pensarla come Berlic.

    Mormegil

  218. comunque sì, temo che spesso tu sia offuscato dall’ideologia

    Mormegil

  219. Giovanni #213
    Io sono stata sedotta e ora sono perdutamente innamorata, ma non da o di Berlic, bensì da chi ha seddotto lui.
    E’ da poco che giro tra i blog, ma sapete indicarmene qualcuno che arrivi a 220 msg in un solo post?

  220. E quale sarebbe questa ideologia? E cosa ti porta a pensare che non si tratti del frutto della mia elaborazione della realtà? E se invece fossero i cattolici quelli offuscati da un’ideologia? Domande da un milione di dollari.

  221. Il blog di Berlic è sulla buona strada nel far concorrenza a quello di Grillo.

  222. Ovviamente peer risponderti parto esclusivamente dalla mia esperienza.
    Conosco molte persone che sono condizionate dall’ideologia, e quando cerco di parlare seriamente con loro, loro cominciano ad arrampicarsi sugli specchi e a cambiare argomento, proprio come tu hai fatto rispondendo ad asmodeo 117, quando lui ti ha esposto a cosa portava il tuo ragionamento.
    Quanto ai cattolici, molti sono condizionati dalle ideologie, ma purtroppo non quelle che credi;-)

    Mormegil

  223. Ehm, il commento 117 non è sicuramente di Asmodeo nè mio. :)

    Immagino però che tu ti riferisca all’ultimo scambio di battute con Asmodeo culminato nel 188 189. Si tratta di un commento infelice in cui, lo ammetto, mi sono ridotto al livello del troll facendo ironia sulla questione “cosa è naturale e cosa non lo è” di cui si era già discusso. Quello che ho scritto lì era un pensiero che non mi appartiene e che utilizza argomentazioni che non mi appartengono. Mi sono rifiutato di argomentare seriamente con un anonimo che si permette di dire Riguardo gli autogrill mi sa che ci vai spesso!!! e di lì ho degenerato leggermente. Prima di esporre seriamente le mie posizioni, sempre che ti interessino, preferirei che tu mi dicessi a cosa ti riferivi nel tuo commento. Se si tratta solamente di questo caso, puoi benissimo rileggere gli altri punti della discussione per trovare che non sono solito sviare.

  224. scusa,, intendevo 177

    Mormegil

  225. Le tue posizioni mi interessano, con il mio commento volevo semplicemente dire che tutte le persone che tutte le persone il cui sguardo sulla realtà è offuscato dall’ideologia di fronte a risposte ragionevoli, come il commento 177 di Asmodeo o, se vuoi un altro esempio, il suo #62 (tralasciando ovviamente il discorso degli autogrill che c’entra poco con l’argomento in questione) si comportano come mi sembra tu abbia fatto nel #179, cioè dando una risposta che, come ti ha “gentilmente” fatto notare Asmodeo, non vedo come potesse essere IT.
    Spero di essermi chiarito, se non l’ho fatto chiedi pure:-)

    Mormegil

  226. Allora.

    177: Asmodeo dice che a lui non interessa che esistano gli omosessuali e sostiene che, allora, così come si fa con pedofili e drogati, è giusto non regolarizzarli.

    179: Al che ho notato come pedofilia e droga siano regolarizzati eccome dalla legge. La prima è severamente vietata e la seconda è molto limitata. Un’unione omosessuale per la legge non esiste nemmeno concettualmente (come è comprensibile che fosse appena dopo la guerra). Ho poi notato come il suo ragionamento “non mi interessa quindi la legge non deve occuparsene” potrebbe essere riapplicato per tutto, come per la religione, evidenziando l’assurdità di un simile sillogismo.

    181: Asmodeo penso non abbia capito questo paragone e ha incalzato ribadendo con la pedofilia e aggiungendoci l’incesto. Io dopo l’offesa dell’autogrill non ho più risposto seriamente anche perchè avrei ribadito che pedofilia e (almeno credo) incesto sono vietati dalla legge, non ignorati.

    Aggiungerei che l’omosessualità non fa male a nessuno, a differenza della pedofilia, e che dire che regolarizzare uno vuol dire regolarizzare l’altro è la più grande assurdità che continuo a sentire in queste discussioni.

  227. Olà! Ritemprato dalla “montagna più lunga d’Europa” (il Monte Bianco secondo mio figlio) ripiombo nel blog…
    Giovanni #213, capo setta io? AHRAHRAHR! Penso che chi mi conosce si sia unito nel ROFTL (Roll on the floor laughing, rotolarsi sul pavimento ritendo). Guarda, se di una cosa sono consapevole è del mio limite e del fatto che non ho la verità. La Verità è Uno, ed è anche la Via e la Vita…più che consigliare di fare riferimento a Lui, che posso fare? Tacere?
    NB: Jones della Guyana non credeva in Dio, nè i suoi seguaci…la sua era una setta marxista.

    xShymm e altri: l’ideologia è un pericolo per tutti, sempre, cattolici e no. Sono convinto che un vero ateo dovrebbe dire in continuazione, se è serio con se stesso: “Dio, se ci sei, rivelati a me!”

  228. O.o

    Cioè?!

  229. Shymm, ho iniziato a spiegare poi mi sono reso conto che è meglio fare un post…quindi appuntamento a mezzanotte ;-)

  230. xShymm e altri: l’ideologia è un pericolo per tutti, sempre, cattolici e no. Sono convinto che un vero ateo dovrebbe dire in continuazione, se è serio con se stesso: “Dio, se ci sei, rivelati a me!”

    Si ma è fiato sprecato xchè non essendoci nessun Dio nessuno si rivela.

    Dio rivelati a me se ci sei….ora………………………….niente…………….non si vede nessuno dovrò riprovare domani mattina. Può darsi che a quest’ora Dio stia già dormendo. Forse domani mattina ascolterà..

    ASMODEO80

  231. Asmodeo, Lui ascolta sempre. Ma tu no.

  232. Ho 24 anni e sono fidanzato con un ragazzo da 3 anni ! Lo amo più di ogni altra cosa e progettiamo di viver insieme. Lo proeggo, gli son vicino e qunado sarò vecchio sogno di essere ancora al suo fianco. Sono gay e come gli altri amo e mi sento completo. L’unico che sarà solo e triste quando sarà vecchio sarà l’unico neurone che hai nella testa.
    Vaffanculo te e le tue farneticazioni perbeniste !
    E il rispetto non te lo concedo perchè non lo meriti. Non hai nemmeno l’empatia di capire l’amore e ti permetti di giudicare. TIPICO !

  233. Ieri sera sono stato a sentire Ascanio Celestini a Milano durante la rassegna “Da vicino nessuno è normale” presso l’ex Ospedale Psichiatrico P. Pini. Ascanio è un racconta storie veramente eccezionale e parla di Dio magnificamente e ne ha raccontata una in particolare sui “FROCI” e su tutti i luoghi comuni specie sul fatto che Dio per punirli gli dà l’AIDS, e sull’odio per i “froci”…
    Ho appena letto l’anonimo qui sopra. Mi spiace che sia anonimo vorrei che si firmasse se se la sentisse. Ogni tanto qualche vaffa lo ricevi anche tu Berlicche confermo la tua tesi, ma nel blog ho letto che ricambi il fatore certe volte quindi siete a pari merito tu e l’anonimo. Mi dispiace credo che la palla sia al centro e non posso fare a meno di chiedermi come gestirai questo possibile “contatto” evidentemente infastidito o ferito dalle tue affermazioni.
    Pace e bene. Giovanni

  234. Anonimo #233,
    in cosa ti ho offeso?
    Ti ho insultato? Non ti ho rispettato? Non mi pare.
    Invece tu mi attacchi con una sfilza di epiteti. Dici che non merito rispetto, ma non mi pare che tu sia disposto a darne.
    Se sarai ancora a fianco del tuo “lui” quando sarai vecchio – permettimi di dubitarne, ma potrebbe anche essere – allora mi scriverai dinuovo.
    Mi mostrerai i tuoi figli, i tuoi nipoti?
    Non credo. Sarai, o al limite sarete, soli.
    E allora, che cosa mi accusi di non capire?

    Giovanni, ti ho già detto di mostrarmi dove avrei mandato vaffa, come dici tu, altre persone. Mi pare che tu non sia stato in grado, quindi perchè insisti?
    Un’ultima notazione: quel tuo “pace e bene”, in fondo ai commenti malevoli che fai, puzza veramente di ipocrisia.

  235. Berlic, Giovanni sta solo facendo un po’ di pubblicità per il “Vaffa…-day”, altrimenti chi lo c.ga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: