Teologia solubile XXXI – …e apostolica.

Premessa
Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo signore, Gesu` Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo E per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, mori` e fu sepolto. Il terzo giorno e` risuscitato, secondo le Scritture, e` salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verra`, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati, Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen

Il sacerdote che celebra messa nella mia parrocchia è stato ordinato dal vescovo della mia diocesi. So perfettamente chi è il predecessore del vescovo attuale, e chi era vescovo qui prima di lui. E’ possibile risalire indietro nel tempo, ininterrottamente, fino al primo vescovo della città, più di millecinquecento anni fa. Ma da questi è possibile andare ancora più indietro, a colui che lo mandò, e di vescovo in vescovo, di città in città fino a giungere ai primi apostoli.

Insomma, la memoria di Cristo mi giunge passata di bocca in bocca da coloro che hanno visto e udito Gesù, relamente, in carne ed ossa, e a lui si sono accompagnati sulle strade della Palestina: dai testimoni del Risorto.
Una fede trasmessa di persona in persona (cinquanta, sessanta passaggi?) dal suo inizio fino a noi, che affonda le radici nel passato per garantirne il futuro.

Il Papa attuale è il successore di Pietro. Conosciamo esattamente, puntualmente la lista di tutti i Papi che si sono succeduti nei secoli. Che magari non sempre sono stati degni, ma pur nella pochezza personale e nel peccato che talvolta li hanno caratterizzati non hanno mai tradito o contraddetto il depositum fidei, il nucleo della fede che li rendeva quello che erano.
Una tradizione ininterrotta, confermata da una autorità: questo si intende con apostolicità. Nessuno si può improvvisare sacerdote, o vescovo, e amministrare i sacramenti, senza che la sua investitura arrivi tramite questa catena che ha attraversato i secoli.
 
Non abbiamo, come in altri casi, chi pretende di punto in bianco di avere capito tutto di Cristo, e considera quelli prima di lui falsi o imbecilli. L’autorità che garantisce arriva direttamente da quel mattino sul lago di Tiberiade in cui Cristo diede a Pietro l’incarico di “pascolare il gregge” e confermare i fratelli, e il potere di sciogliere e legare.

La Chiesa ortodossa, pur non riconoscendo l’autorità papale, conserva la continuità apostolica e quindi i suoi sacramenti sono validi; non altrettanto la Chiesa anglicana o le altre confessioni protestanti che, pur essendo talvolta simili formalmente alla cattolicità hanno avuto una interruzione della successione stessa.

E’ questo il significato del termine: che la nostra Chiesa è colei che è stata fondata su Pietro, il pescatore di Galilea, e di cui da Cristo è stato detto che giammai l’Inferno sarebbe prevalso su di essa. Se cercate qualcuno di cui fidarvi non troverete referenze migliori.

Annunci

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 25 maggio 2007 su Teologia solubile, tra lassù e quaggiù. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa” (Mt 16, 18)…mi prendi per la gola! Ma quanto mi piace questo passaggio del Vangelo. E poi come ormai s’è capito ci sono anche affezionato (vedi la solita vetrata…di cui mi piacerebbe spedirti una foto).
    Nessuna referenza migliore…e da qui in poi molta più Speranza.

    Simone

  2. in effetti è una gran bella famiglia…

  3. Ma se dobbiamo parlare dell’affidabilità dei papi, non dimentichiamo i roghi, la caccia alle streghe, indice, amanti, indulgenze a pagamento, Avignone ecc.

  4. «…dobbiamo chiedere lo Spirito, come gli apostoli, perché solo “nell’avvenimento di questo dono, la solitudine umana è sciolta”, “l’esperienza umana non è più quella di una impotenza desolante [perciò scettica]: ma quella di una consapevolezza e di una energica capacità»
    [Don J. Carron]

    Buona Pentecoste!
    Cuoredipizza

  5. DiabolicaMente, la prossima volta leggi prima di commentare:
    …i Papi che si sono succeduti nei secoli. Che magari non sempre sono stati degni, ma pur nella pochezza personale e nel peccato che talvolta li hanno caratterizzati non hanno mai tradito o contraddetto il depositum fidei, il nucleo della fede che li rendeva quello che erano.

    Il punto non è la pochezza degli uomini, ma la grandezza di Dio che nonostante il peccato (e talvolta addirittura tramite il peccato) che da duemila anni continua a risplendere. Non lo vedi? Nonostante amanti, Avignone, indulgenze, nepotismi, parzialità e il resto del tuo elenchetto da manualetto d’ateismo la Chiesa continua la sua missione, sempre trovando il modo di scrollarsi di dosso melme e catene. E se non è una testimonianza questa della Verità che c’è in essa…

  6. Com’è che disse quel cardinale a Napoleone?
    “Non siamo riusciti noi preti a distruggere la Chiesa in tutti questi secoli, e adesso ci vuole provare lei?”

  7. Ho dimenticato Sisto IV, il mandante dell’omicidio dei Medici perpretato con l’aiuto del clero fiorentino, per fortuna c’era proprio Ulisse in TV stasera a ricordarcelo.

  8. PS: il manualetto dell’ateismo in biblioteca non ce l’ho, al massimo libri di storia.

  9. Non mi sembra che Lorenzo sia diventato ateo per questo. Anzi piazzò il secondogenito al soglio pontificio :)

  10. Ah, ho capito, sei uno di quelli della “Storia alla Ulisse”…non sarà peggio della “scienza alla Focus” di qualcun altro…
    Se sono libri di storia alla Dan Brown, forse faresti meglio a cercare storici seri.
    PS: vuoi avere altre notizie scandalistiche sui Papi? Leggiti la Divina Commedia. Pare che un paio Danta li abbia messi anche al’inferno.

  11. Grazie Cuoredipizza, aggiungo:
    “E’ solo questo avvenimento dello Spirito che dobbiamo continuare a chiedere per immedesimarci di più con quello che è successo. Perché la coscienza nuova nasce da un avvenimento. La nostra ragione non vince come misura se è determinata da un affectus, da una bellezza, che impedisce che vinca la misura e la passività. E’ tenere uno sguardo fisso quello che ci impedisce di ridurci.”
    “Anche noi, come i discepoli, possiamo domandare di capire sempre di più…un domandare guardando e di un guardare che diventa domanda.”
    “La potenza dello Spirito è ciò che ci muove, che è in grado di muovere tutte le risorse del mio io perché possa capire. Chi deve capire, infatti, sono io, non un altro. Altrimenti tutto succede sempre fuori di me, non riguarda
    ultimamente me, non interferisce con me – fino al punto di farmi capire –, e perciò divento scettico.” [don Julián Carrón]
    x Diabolicamente rileggiti gli ultimi post di Berlicche “tra lassù e quaggiù”: Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Continuerai a restare scettico, e non troverai nessun libro che ti aiuta, neanche nella più grande biblioteca del mondo, se tu per primo non domandi.
    Domanda alla Madonna “Veni Sancte Spiritus, veni per Mariam”.

  12. Non è poi tanto male “Ulisse” c’è sicuramente di peggio in TV tipo Enigma di quel pseudogiornalista di Augias, Stargate di …boh non ricordo di chi :-), o la Machina del Tempo di Cecchi Pa(v)one.

  13. Quando stargate lo faceva Giacobbo dicevano un casino di balle. Adesso che lo fa quello nuovo (mi pare si chiami Manfredi) è molto migliorato, più obiettivo e indulge meno sul paranormale. Peraltro ultimamente hanno fatto una puntata sull’esodo biblico (alla faccia di Blondet che dice che non è mai successo). Voyager è il peggio possibile: è lì che sentii per la prima volta la balla sul Dio Mitra.

    Tornando in topic, non capisco come i protestanti possano dire di essere la vera Chiesa di Cristo se, a tutti gli effetti, sono spuntati solo 5 secoli fa. Posso capire gli ortodossi, che hanno una dottrina uguale alla nostra professata da sempre (tranne che in alcuni particolari al’epoca non chiariti e questioni ecclesiologiche sorte più tardi), ma i protestanti no, sono sorti da soli direi dal nulla. Sulla loro dottrina non sono competente, ma non mi pare risponda alla domanda “perché Cristo non ha fatto subito i protestanti ma solo 5 secoli fa?” per forza abbandonano la tradizione, non ce ne hanno una.

  14. Tu lo sai che la traduzione giusta non è quella che abbiamo sentito conosciuto e portato come lieta novella….riguardante il pietro(a) su cui viene edificata la chiesa?
    Altra tua ignobile affermazione “Il Papa attuale è il successore di Pietro”… si dice così per i profani… lo sai che non esiste niente di tutto ciò…. e non perchè questo si legge in un qualsiasi banale sito ateo… ma bensì perchè è la verità.
    …. ma se dovessimo restare in tema di citazioni e di utopia…. tu dimentichi le accuse che lo stesso gesù, subito dopo, quasi a prevedere i giorni nostri dice a pietro: “Lungi da me, satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!”
    A me hanno insegnato che lo stesso vangelo è il depostium fidei… e deve essere che tu confondi l’ autorità apostolica con la successione apostolica…. e poi scusami se non riesco tanto a fidarmi di una chiesa che come dici tu è stata fondata su un traditore!
    Le referenze??…. eccome se ci sono, basti che canti un gallo !!!!

  15. Errare, non dirmi cosa so o non so…ecco quello che non so è tu su cosa ti basi.
    E’ proprio il canto del gallo, e molto di più su quel “mi ami tu?” che mi rendono certo di Pietro, e di chi di Pietro è successore. Ne ho parlato qui:
    http://berlicche.splinder.com/post/7593096/Al+canto+del+gallo
    Se non potessi credere che Dio salva anche chi fa cazzate, come Pietro, non avrei motivo di seguirLo.
    Quanto al depositum fidei, non sta in un libro. Nella chiesa dei primi giorni non era in un libro, che è stato scritto dopo. La fede è stata trasmessa, ed è trasmessa, solo da uomini, con l’aiuto dello Spirito Santo.

  16. errare, lasciati chiedere una cosa, amichevole s’intende!!
    la bibbia e le scritture le hai studiate molto bene, lo si capisce; in una facoltà di teologia, immagino.
    il corso di simpatia, invece, l’hai fatto al cepu?

  17. #14 Mi sfugge quale sarebbe la “traduzione giusta” del versetto citato da Errare, qualcuno può aiutarmi? E in cosa consisterebbe la confusione tra “autorità apostolica” con “successione apostolica” che Berlic avrebbe fatto?

  18. Non ricordo bene quale Papa (Pio XII?)
    ha affermato qualcosa del tipo:

    “La maggior prova che la Chiesa è un’opera divina, è che nemmeno le sue gerarchie sono riuscite a distruggerla”.

  19. A proposito di Sisto IV: se non ci fosse stato lui niente cappella Sistina.

    Che bello vero?

  20. Inoltre è buffo notare come nello stesso commento si faccia riferimento ad una traduzione che sarebbe errata ed allo stesso tempo se ne citi una perlomeno dubbia!

    Nel testo greco c’è “hupage opiso” ovvero “vade retro”, che è molto più vicino a “ritirati dietro di me” che a “lungi da me”. Gesù non respinge Pietro (a parte che semmai respingerebbe la tentazione che tramite Pietro gli arriva) ma lo “rimette al suo posto”. E’ Pietro che deve seguire Gesù e non viceversa.

    E’ bello che questo episodio sia riportato in Marco, il vangelo che rispecchia la predicazione di Pietro. Non siamo uomini perfetti, non lo saremo mai, ma dopo l’incontro con Gesù siamo capaci di confessare i nostri limiti, di riconoscere il nostro peccato, così come ha fatto Pietro raccontando questo episodio e quello del suo tradimento.

    Seguendo Pietro, seguo un uomo peccatore, che sa e riconosce di esserlo e che sa e riconosce di aver avuto bisogno di essere perdonato e di averne ancora bisogno…come me.

  21. utente anonimo

    la storia della Chiesa e’ fatta di uomini, grandi anche nel male.
    la storia dell’antichiesa e’ fatta di uominicchi e quaraquaqqa’ (manca un’ altra definizione che non aggiungo)
    caposkaw

  22. utente anonimo

    Berlicche:
    La divina Commedia non è un libro di storia, Ulisse non scrive la storia ma la divulga e non ha nulla a che vedere con Dan Brown che è un romanziere e non scrive libri di storia, al massimo prende spunto da fatti storici e ci fantastica attorno. La storia è storia e si basa su prove documentali. Per fare certe affermazioni dovresti prima portare a dimostrazione la malafede del programma e la falsità dei documenti storici.
    Devo contestare la conclusione del tuo post “Se cercate qualcuno di cui fidarvi non troverete referenze migliori.” perchè le referenze non sono poi così buone essendo stata la Chiesa in più occasioni nient’altro che un centro di potere politico.

  23. utente anonimo

    no, caro, il 21 e’ mio.
    caposkaw

  24. xDiabolicamente:
    come credo dovresti avere studiato, Dante nella sua opera voleva fare anche opera di divulgazione…comunque l’osservazione, che a questo punto non credo tu abbia afferrato, era che se vuoi cercare scandali di Papi non hai da rovistare nella spazzatura. Come cattolico e cultore di storia ne sono perfettamente informato. E dico: embè?
    Su Ulisse non ti scaldare…volevo solo far notare che una cosa è la divulgazione, un’altra lo studio serio. Della divulgazione capisco i limiti; e capisco anche che gli autori tendano, talvolta, a dare interpretazioni un po’ di parte e -diciamo- preconcette. O sei un fautore del dogma dell’infallibilità degli Angela?
    E comunque, riguardo alla conclusione del mio post: visto che non sei d’accordo, ti dispiacerebbe allora indicarmi tu qualcuno con referenze migliori?

  25. Bhe… mi sembra ovvio che marco parli espressamente bene dell’opera di pietro… fu un suo discepolo…. Referenze? Eccole
    Gesu rimprovera pietro….
    Ma in verità perchè succede questo?
    Gesù sta parlando apertamente che il figlio dell’uomo deve soffrire, essere schernito e deriso per poi rinascere…. allora pietro per paura od anche perchè si sentiva oramai forte dell’autorità datogli, cerca di riportare gesù sulla una linea che non lo stessa a quella di gesu. Stop fermiamoci.
    Ora cercate di rapportare la chiesa con pietro…. irruento, manesco,traditore,zelota,ingannatore… sono tutti appellativi che si addicono bene alla chiesa…. e quindi seguendo pietro seguo anche la chiesa….la stessa che condanna, distrugge, nasconde….quindi in vero le refenze non sono delle più lodevoli… anzi direi pessime!
    E se è vero che pietro (quindi la chiesa) deve seguire gesù…. non penso proprio che lo stia seguendo o lo abbia seguito alla lettera.
    Forse avete da dire il contrario?

  26. WOW, errare
    speravo in qualche cosa di più convincente. personalmente non ho da dire niente in contrario.
    non hai che da fare uno scisma, reclutare tutti gli adepti che vuoi e “parlargli apertamente che” che Cristo non è col Papa ma è “sulla stessa linea a te”.
    secondo me ce la puoi fare.
    su, dài…
    parti….
    OT…comincio a pensare che al cepu il corso di italiano non sia un granchè….

  27. “Simone figlio di Giona, mi ami tu?” ripetuto per ben tre volte nel Vangelo di Giovanni, seguito da “pasci le mie pecorelle”. Pietro non deve essere perfetto, deve solo essere la roccia della fede. Gesù non lo allontanò mai, mai lo ripudiò. Inoltre non è uno zelota, quello era un altro apostolo.

  28. utente anonimo

    Siete una massa di deficienti, tutti quanti

  29. Referenze migliori le possiamo trovare nei singoli individui: Martin Luther King, Madre Teresa di Calcutta, il Dalai Lama, Gorbaciov, Ghandi, il prof. Kinsey, Einstein, Garibaldi, Enrico Mattei, Giovanni Falcone, e tanti altri che indipendentemente dal loro credo religioso e politico sono stati dei grandi.

  30. utente anonimo

    #29…grazie mi sento lusingato

    #26 ovvero Errare (quale nome fu più azzeccato): toglimi una curiosità, dove si vendono i bignami di ciò che dici? Nelle migliori rivendite per cabarettisti non li ho trovati…e a parte il mucchio di fesserie che, con rispetto, vai spargendo sotto il cielo mi togli ancora una curiosità? In quale brano del Vangelo trovi che Pietro sia una zelota? Forse ti confondi con l’altro Simone…non ti preoccupare comunque, non per questo errore che passerai alla storia.

    Simone (nè zelota, nè pescatore)

  31. C’è una differenza abissale tra buona persona e buon cristiano. Il cristianesimo non è la filantropia, questa pseudoreligione moderna. Garibaldi buono? Qui bisogna ripassarsi la storia. Kinsey buono? Ma se tutti i suoi studi sono stati smentiti poco dopo, e addirittura faceva esperimenti sessuali sui bambini e i neonati. Un grande uomo. Nel senso di un grande abietto. Ma è in linea con l’ideologia moderna.

  32. utente anonimo

    due precisazioni:
    1. “zelota” è maschile ma ho commesso un errore
    2. non riesco ad autenticarmi tramite il Login come Tremisure…uffa, non mi vogliono più

    Grazie
    Simone

  33. x tremisure
    magari per una tua lettura superficiale come la tua…. ci sta pure l’errore (pietro=no zelota)….ma se un giorno, non sapendo cosa fare, leggessi anche altre versioni di studi dove si mette in dubbio anche questo dilemma, ti accorgeresti che additare pietro come uno zelota, non è affatto un errore.
    E poi quale altre fesserie sto dicendo?
    Spero altresì che nelle rivendite in cui tu solitamente giri… non vendano solo fumo… fumo negli occhi!

  34. Pace, non costringetemi a cassarvi i commenti per eccesso di litigiosità…qui si discute delle idee, non delle persone.

    Vedi, Errare, il fatto è che Gesù affida la Chiesa a Pietro. E’ stato lui a sceglierlo e volerlo lì, pur sapendolo ignorante, rissoso e quant’altro. E Gesù è Dio. Avrà avuto le sue ragioni, no?
    Il fatto è che Pietro lo amava più di tutti gli altri. E in amore si cambia.
    Se poi ci indichi il posto dove si trova l’ipotesi che Pietro fosse anche lui zelota magari se ne può discutere. Intanto faccio solo notare che se per distinguere un Simone dall’altro uno lo si soprannomina “lo zelota” questo implica che l’altro non lo sia…

    Diabolicamente, a parte che stavamo parlando di istituzioni e non individui…però sei sicuro che questi individui che tu elenchi, alcuni degnissimi, altri che mi lasciano alquanto perplesso siano o siano stati completamente degni? Un Gorbacev che era a capo del Kgb, un Mattei industriale d’assalto, un Garibaldi commerciante di schiavi e avventuriero (e lasciamo da parte Kinsey)? E, anche se fosse: che mi indicano questi, con la loro vita? Hanno una visione comprensiva del mondo? Hanno provato ad affrontare 2000 anni di storia? E, molto di più: qual’è il loro riferimento? Perchè ad esempio Madre Teresa di calcutta ha fatto tutto per Cristo, fedelissima al Papa…
    Poichè siamo tutti deficienti, cioè mancanti di qualcosa come il simpatico anonimo del #29 ci ricorda, è giusto avere modelli a cui ispirarsi, purchè siano degni. I modelli che la Chiesa propone sono i Santi. Se approfondisci un poco la loro vita scommetto che scoprirai che sono stati molto più grandi di alcuni dei grandi che tu indichi.

  35. Pietro colui che più di tutti amava Gesù e voleva seguirlo, lui così irruento e passionale, ma anche colui che per primol rinnegò Gesù. Pietro, colui che incarna duemila anni di storia, lo seguiamo perché ci conduce a Gesù, perché come dice padre Lepori “non ha mai permesso alla propria fragilità di separare il suo cuore da Cristo, persino mentre lo rinnegava”.

  36. Berlic…va bene ci stò! Non avrai bisogno di cassarmi alcun commento anche se, come direbbe il don Camillo di Guareschi, era solo un “bastone di pioppo, leggero leggero”. Eh eh eh
    Citazioni colte a parte però trovo giusto (anche perchè era quello che intendevo) quando dici “per distinguere un Simone dall’altro uno lo si soprannomina questo implica che l’altro non lo sia…”.
    Per quanto riguarda gli “altri studi” che Errare mi ricorda inutilmente di compiere…non ho trovato mai riferimenti in cui si possa associare Simone (Pietro) agli zeloti. L’unico Simone è appunto lo zelota citato dai vangeli (quello che si festeggia il 28 ottobre insieme a Giuda Taddeo). A onor del vero, però, tra tutti gli apostoli c’è il dubbio su un altro vicino al mondo degli zeloti, ossia Giuda Iscariota…ne parla addirittura Benedetto XVI nell’ultimo libro (e non solo lui chiaramente).

    X Errare: immagino che per passione e curiosità (o magari per lavoro) tu vada spulciando qua e là i riferimenti che ci hai mostrato in precedenza…potresti dirmi dove posso leggere queste cose (ora non sono ironico) affinchè il dialogo sia il più corretto possibile da parte mia?

    Simone

  37. utente anonimo

    Infatti…un vero dibattito serio, dialettico, aperto alle altrui opinioni si fa citando le fonti, altrimenti ci stiamo appiattendo al livello delle chiacchiere da bar o mercato rionale.

  38. Su Pietro e la Chiesa, mi sia permessa una citazione di GKC: “la Chiesa è stata fondata da uomini deboli su uomini deboli, per questo è sopravvissuta a lungo. Gli imperi sono stati fatti da uomini forti su uomini forti, e appena questi morivano essi crollavano. Ecco perché la Chiesa è durata fino ad oggi, perché nessuna catena è più forte del suo anello più debole”.

  39. I miei riferimenti sui commenti precedenti non sono stati presi spulciando come dici tu qua e là… sono rimembranze di libri letti e poi adagiati… che magari mi ritornano in mente in virtù di dibattiti come questi.
    Cito i riferimenti e saggi che volevi sapere:
    Gesù e gli zeloti, autore: Brandon
    in cui dice che tra i discepoli di Gesù di Simone il cananeo, designato come zelota, anche se… lo stesso Pietro (Simone) armato fece uso di spada nel seguito di Gesù (Giovanni, 18,10).
    … Il fatto stesso che lo stesso pietro venga sopranominato “Barjiona” che una giusta traduzione di oggi potrebbe essere “terrorista”… e dulcis in fundo…
    e se avessi letto, non dico molto, ma l’ultimo libro del tuo papa “gesù di nazareth” in cui ratzinger (uno dei più grandi teologi viventi)sostiene che (ma va là)i soprannomi di -zelota- e -iscariota- forse in verità la traduzione giusta non è quella che avete fatto fino ad ora e cioè rispettivamente -zelante- e -proveniente dalla città di keriot…. e che alcuni apostoli (io direi, quasi tutti) erano degli zeloti e che giuda faceva parte del braccio armato dei sicari…. non mi chiederesti le fonti.
    lascio da parte autori storici come giuseppe flavio, grana, (anche se non è storico), e altri che ora non mi sovvengono.

  40. E’ vero, Brandon…che però, se permetti, è un pochino superato (a dire poco). Tanto per dire, la sua ipotesi fondamentale che Marco sia stato scritto dopo il 70 è caduta per le recenti scoperte A Qumran (e bisogna dire che il resto sta molto poco in piedi). Circa il libro di Ratzinger, a parte le altre considerazioni che non dicono quello che tu affermi, a quale pagina esattamente afferma che “che alcuni apostoli (io direi, quasi tutti) erano degli zeloti “?
    Premetto che devo ancora leggerlo, l’ho solo spulciato avendo dovuto prima ultimare altre letture – spero di cominciarlo in settimana.
    Giuseppe non dice niente al riguardo.
    Invoco i soliti esperti per risposte più dettagliate delle mie dilettantesche.
    PS: Guarda che non è un’offesa chiedere le fonti, è il minimo se sui vuole essere seri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: