Par sti putìn

Ho avuto ieri occasione di leggere, mentre attraversavo in treno il nord Italia, un libro americano sull’essere genitori. Un libro utilissimo, carico di esperienze e suggestioni, di suggerimenti e consigli. Quando l’ho chiuso ho cercato di capire cosa fosse quella sottile insoddisfazione che sentivo. Scritto bene, eccelentemente schematizzato, pieno di esempi di vita vera, altamente condivisibile. Ma…era come mancasse qualcosa.

Ci ho pensato un po’. Poi ho capito. C’era la descrizione tecnica bellissima e nobilissima di come allevare figli, ma è come se tutto terminasse ultimamente nello sforzo di togliere loro paure e complessi, e stimolare le loro virtù. Che, non fraintendetemi, è quello che ogni genitore vuole e ogni educatore dovrebbe fare. Ma…
Mi viene in mente un canto del Polesine:

A lavurar ch’andem prima matina,
a lavurar la terra par bunificarla
parchè la daga pan, parchè la daga pace,
par sti putin che cugnusca cusa sia la vita
( Andiamo a lavorare al mattino presto/a lavorare la terra per bonificarla/perché dia il pane, perché dia la pace/perché questi bambini capiscano cos’è la vita)

Quello che mi interessa è che i miei figli siano felici.
M’interessa per loro, come per me, un destino ultimo che sia qualcosa di meglio del non aver complessi. Un gradino più in su, un gradino oltre la virtù.

Per quanto mi alzi presto, questo non riuscirò mai a garantirlo. Posso solo dare loro la possibilità di viverla, questa vita, come gli scariolanti del Polesine facevano con i loro putei. E indicare loro la direzione per andare oltre.

Informazioni su Berlicche

Ufficialmente, un diavolo che dà consigli ai giovani demonietti. Avrai letto anche tu "Le Lettere di Berlicche" di C.S. Lewis, vero? Attenzione, però: i diavoli CREDONO in Dio. E questo in particolare svolazza, un po' su un po' giù, ma complessivamente diretto verso l'alto, verso quel cielo di cui ha nostalgia.

Pubblicato il 23 ottobre 2006 su meditabondazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

  1. “…Tutto quello che io sono – quindi come tratto me, come tratto i sentimenti, come tratto mio figlio, come tratto il mio lavoro, i miei amici, il mondo, la realtà e la vita – si irradia sul figlio il quale, assorbendo, per così dire, la mia immagine, impara chi è, impara la sua identità…”

    [Vittoria Maioli Sanese – “Ho sete per piacere – Marietti 2004]

    :-)

    Buona giornata e buona settimana a te, signora e putìn.

    Cuoredipizza
    __________

    La vita è saporita
    ad Jesum per Mariam

  2. Proprio perchè lo hanno capito i Putin sono scappati in Russia!

  3. – impara chi è, impara la sua identità…
    Non è che si è fin dall’ inizio, si impara quel che si è, c’è chi ti insegna che sei piccolo misero, colpevole….

    Nada.

  4. …ma che è un quadro di guttuso?

  5. Otto Dix “Ritratto con il figlio”
    Se nessuno ti insegna non impari, o impari poco e male. Questo vuol dire essere figli, questo vuol dire essere genitori. Noi tutti siamo seduti sulle spalle dei nostri padri.
    Grazie CdP, altrettanto…

  6. Dio mi ha fatto imperfetto e mortale. Permettete che sia, almeno, un po’ seccato.

  7. (battuta vecchia)
    Però ti dà possibilità della perfezione e dell’eterno…

  8. Salve a tutti. Scusate la prolungata assenza ma ho avuto da fare.

    Piccola correzione: Non è Dio che ci ha fatto imperfetti e mortali, ma la natura.
    La storia del poi saremo perfetti..poi saremo immortali..poi saremo felici..non regge neanche un pò.
    Un Dio che non cerca di rendere felici e perfette le sue creature quando sono vive come può farlo come queste sono morte?
    In realtà consci delle loro balle sono costretti a posticipare il tutto in una dimensione inesistente.

  9. non è la tua assenza da scusare, ma la tua presenza. ci proviamo.

    sicuro di non avere ancora da fare?
    perchè la tua mancanza non l’abbiamo sentita neanche un pò….

    per il resto, le tue convinzioni devono essere ben fragili, se senti il bisogno di venir qua a cercare approvazione, che evidentemente non riesci a trovare altrove.

    E la tua tecnica di accusare di menzogna consapevole chi non la pensa come te ha stancato. Non riesci ad accettare che le tue idee non siano approvate da tutti? Fattene una ragione.

    I tuoi dubbi sono legittimi.
    Mi ci interrogo a lungo.
    Ma il tuo modo di proporti rende inutile qualunque discussione.
    Cerca di essere più umile…
    ma da Berlic non hai imparato proprio niente? Io sono uno stronzo, ma lui ti tratta continuamente da amico.
    Eppure continui ad accusarlo e ad accusare chi non la pensa come te di mentire, di essere in malafede, di imbrogliare.

    Bah, chi ti capisce è bravo….

  10. Ciao Bruce. Ti faccio contento. Forse avrò ancora da fare.
    Io non cerco approvazione da nessuno. Esprimo le mie idee. Punto.

    Non stò accusando Berlic ma la religione.
    Forse i miei metodi sono un pò bruschi ma il senso penso sia chiaro.
    Lo dico in maniera costruttiva:
    Perchè dobbiamo sempre accontentarci di un “poi saremo felici” poi saremo perfetti ” poi…ecc ecc?

  11. Nel Cristianesimo non c’è un poi saremo… Cristo promette per oggi e domani.
    L’insoddisfazione e il recriminare sono la prova più palese della mancanza di Cristo in una persona

  12. Nel Cristianesimo non c’è un poi saremo… Cristo promette per oggi e domani.

    Promesse fallaci allora. Il Gesù di 2000 anni fa guariva faceva miracoli.
    Quello di oggi vivo e vero nell’eucarestia non fa un kaiser. Che si sia stancato? Mah… forse sarà andato in ferie.

    In realtà molte “promesse” di Dio sono solo aria fritta. Lo si vede nella vita di tutti i giorni.

    Liberissimi di credere in ciò che si vuole.

  13. embè nada?

    mi vuoi “convertire” con le chiacchiere dei filosofi?

    la conversione avviene attraverso la carne e il sangue.
    le chiacchiere sono un accessorio. sia per chi è a favore, sia per chi è contro.

  14. Woah!
    Amodeo, non hai letto i miei ultimi post?
    Quelli dove chiedevo di trovare gente felice, e cercare di capire perchè è felice?
    Forse non te ne sei accorto, ma quella è la risposta alle tue affermazioni.
    Il cristianesimo non è una religione del domani, come il comunismo. e’ dell’oggi, ti fa vivere bene adesso.
    Ed è sperimentabile. Trovami qualcosa di meglio, che mi faccia vivere meglio, Asmodeo, e mi convertirò a quello istantaneamente. Forza, indicami gente migliore, un modo migliore di vivere. Ti sfido.

  15. Tutti i preti che mi hanno insegnato religione sono stati beccati prima o poi a letto con qualche donna, quelli con i ragazzini erano di un altra parrocchia, l’ultimo poi lo hanno beccato con una orfanella, minorenne che era affidata al suo istituto, lo hanno spedito a fare il prete operaio in Germania, certo che come gente migliore e modi migliori di vivere, devi vivere proprio in una fogna per non conoscerne.

  16. cacchio nada, stai ore a discettare di alta filosofia, e tutto ciò che sai aggiungere riguarda i preti pedofili e che vanno a donne?
    e che scoperta sarebbe?
    ne parla pure il vangelo!

    e dovrebbe contraddire cosa del commento precedente?

    I cristiani sono peccatori.
    Come e più degli altri. Di più.
    Ma questo non cambia una virgola.

    ….che banalità, che piattezza, che sciatteria, nada.
    Puoi fare di meglio, tipo un’altro copia e incolla di Severino.

  17. Brucewayne:
    Berlicche diceva:
    – Trovami qualcosa di meglio, che mi faccia vivere meglio, Asmodeo, e mi convertirò a quello istantaneamente. Forza, indicami gente migliore, un modo migliore di vivere. Ti sfido.-

    Non penso sia difficile essere migliori, probabilmente anche tu e Berlicche lo siete!
    Perchè vi convertite?

    Ciao.

  18. Berlic è la mente che crea tutto è la mente.
    Tu per caso hai provato tutte le altre religioni o teorie per affermare che con il cristianesimo si vive meglio?
    E poi meglio di cosa? In cosa consisterebbe questo vivere meglio? Per caso non si lavora più? Non ci si ammala più o per caso sei protetto dalle catastrofi naturali?

    Berlic te lo dico sinceramente: Se è così mi converto anche io ADESSO!!!

  19. Facciamo un esempio pratico.
    Abbiamo 2 soggetti: Ateo, Credente.

    Ateo: Gli muore il figlio. Stà male molto male. Punto
    Credente: Gli muore il figlio. Stà male molto male ma pensa che il buon? Dio avrà avuto qualche buona ragione per chiamarsi suo figlio.

    Ateo: Si becca una malattia. Va all’ospedale. Se lo curano bene altrimenti si tiene la malattia.

    Credente: Si becca una malattia. Va all’ospedale. Se lo curano bene altrimenti si tiene la malattia. Potrebbe pensare che se Dio così ha voluto ciò è meglio per lui.

    In entrambi i casi si può notare come l’unico discrimine sia il pensare che vi è un Dio una entità, un qualcosa. E il soggetto trae “consolazione” da ciò. Ma se questo è vero possiamo immaginarci qualsiasi cosa. Anche ad esempio che siamo un esperimento degli abitanti del pianeta Namec. Questo esperimento è necessario. Ma un giorno finirà e saremo tutti felici.

    In tutto questo processo come potete vedere non c’è nulla di reale ma è la mente che ha lavorato in auto- consolazione.
    Un processo involontario che si attiva ogni volta per dare un senso alla sofferenza.
    Processo che d’altro canto è all’origine di tutte le religioni esistenti, e che poco o nulla ha fatto di reale.

  20. siete davvero capziosi.
    evidentemente siete in difficoltà, e quindi distorcete a vostro comodo i concetti.
    i preti pedofili non si comportano da cristiani, non possono essere presi ad esempio del vivere cristiano. è ovvio.
    e che senso ha provare tutte le religioni?
    ma queste cose le capirebbe anche un bambino, se avesse un briciolo di buona fede.cosa che voi non avete.

    e quindi siete solo dei poveri troll, per l’ennesima volta.

    o se preferite dei bambini viziati, che sporcano la tastiera con la nutella che frignando si sono fatti comprare a tutti i costi dalla mamma al supermarket.

    parlare con voi è tempo perso, visto che tutto ciò che volete è avere ragione a tutti i costi.

    vi lascio ai vostri giochetti, amici, ho di meglio da fare.

  21. Mai come questa volta stiamo parlando pacatamente e senza dar l’impressione di essere troll e tu te ne vai?

    Dove vai Bruce? Rispondi. Che differenza c’è tra uno che non crede e uno che crede?
    Riguardo i preti la faccenda è diversa. L’uomo e la donna sono fatti anche per il sesso che è un istinto primordiale insopprimibile. Anzi secondo Freud è l’istinto degli istinti.
    Sopprimerlo significa generare un tal senso di repressione che non sempre la mente riesce a controllare. Ed ecco gli episodi di pedofilia ecc da parte dei preti.
    Non c’è nulla di naturale in una sessualità negata. Prima o poi il soggetto represso esplode.
    Meglio sarebbe consentire ai preti il matrimonio. Ma questa è un’altra faccenda in cui non metto becco.

  22. brucewayne:
    Lo sai che in Croazia poco prima dell’ ultima guerra esistevano campi di concentramento gestiti da frati cattolici? Lo sai che in questi campi furono eliminati tutti gli ebrei del luogo e moltissimi ortodossi serbi? Tutto a conoscenza dei vescovi e del Vaticano?

    Non venire a dirmi che quei frati non possono essere presi ad esemipo di comportamento cattolico, quello è il vostro modo di comportarvi, c’è ogni tanto qualche eccezione, ma è appunto un eccezione!
    ciao

  23. Eccezione che conferma la regola: Massa di farabutti

  24. Berlic, berlic,
    dovresti cambiare il nick in Giobbe, data l’infinita pazienza che dimostri.

    Personalmente, dopo un post come il #24 passerei al bando immediato.

    Quello non cerca il dialogo.

    E’ però vera anche una cosa, che mi ha fatto notare un mio amico.

    Chi dice “Non credo in nulla” perché nulla di ciò che vive e sperimenta nel mondo gli basta, è uno che chiede l’infinito.

    Implicitamente e senza forse rendersene conto i “nostri” due trollettini che vengono qui a far rumore stanno chiedendo aiuto.

    E forse è questo, Berlic, che ferma il click del mouse su quella iconcina a forma di manina, che io invece non esiterei a premere?

  25. Lampisterio!
    Ci sei arrivato! è proprio li che cerco di portarti, nell’ infinito! cerco di ridurti tutte le idee, credenze, sentimenti, con cui disperatatamente ti identifichi per convincerti di essere qualcosa!
    Qualsiasi cosa pensi di essere è limitata, relativa, insoddisfacente, abbandona tutte queste nuvole e riposa nel vuoto il tempo di riconoscerlo!
    Ciao.

  26. E poi, Lampisterio, di blog cattolici autoreferenzianti mi pare ce ne sia già troppi!

  27. Però le montagne sono belle e la panna montata buona…

  28. Ooohh, aahhhh…
    Allora, vediamo un po’ cosa ci serve l’accoppiata Budda-Marx.
    Nei miei post precedenti, spero che li abbiate letti, vi parlavo di gente meravigliosa che vive bene la vita. Non dubito che ci siano dei preti che vivono male l’esser preti: ne conosco anch’io. Ma non era certo a loro che mi riferivo.
    “In cosa consisterebbe questo vivere meglio? Per caso non si lavora più? Non ci si ammala più o per caso sei protetto dalle catastrofi naturali?”
    Allora è tutto chiaro: non hai mai conosciuto nessuno che viva bene. O, se lo hai visto, non lo hai riconosciuto – e dal modo in cui commenti mi sembra che la seconda sia quella buona. Occorre avere gli occhi aperti e il cuore spalancato per riconoscere il bello e il vero. Se hai presente il mio post, non è che non si lavora più, si lavora meglio (e già il fatto che tu dica “non si lavora più” vuol dire che lavori male, o almeno non ti piace lavorare).
    Non è che non si muoia, ma anche la morte ha un senso, come puoi vedere da http://berlicche.splinder.com/post/9554387/Un+silenzio+pieno+di+stupore (e da altre testimonianze di cui vorrei scrivere).
    Non ci credi? Se, dopo avere visto con i tuoi occhi non sei ancora convinto, a cosa puoi credere? Di essere un esperimento di Trafalmadore, forse. E stare lì a tignarti nell’odio e nel disprezzo, come mi sembra ti faccia.
    Non so se è auto, ma consolazione lo è di certo.
    Per la faccenda della sessualità “negata”, potresti avere un trauma nell’apprendere che il cristianesimo non nega la sessualità umana ma la esalta. Ma forse è quella animale quella a cui ti riferisci.
    Nada, le ultime “notizie storiche” che hai dato erano bufale, come ti ho dimostrato. Queste da dove le hai prese, dallo stesso posto delle altre?

  29. Berlic, io non voglio vedere con i miei occhi. Gli occhi potrebbero anche ingannare. Io voglio sperimentare su di me.
    Se veramente è come dici tu non avrò la minima difficoltà ad ammetterlo.

    Penso questo: E’ una questione caratteriale il vivere bene oppure no.
    Conosco gente atea che vive bene semplicemente perchè hanno un carattere che non gli frega niente.
    Altri sempre apprensivi insicuri.

  30. No, la famiglia di mia madre viene da quelle parti, mio nonno acquistò e trasferì la famiglia in una di quelle case che si erano così liberate, mai sentito parlare di Fratello Mitra e Sorella Morte?
    Ambedue frati francescani.
    A proposito, quando Hitler decise la soluzione finale fu molto sorpreso che dalla Croazia non arivassero ebrei, ebbero difficoltà a spiegargli che il problema li era già stato risolto.
    ciao.

  31. Comunque anche su internet c’è ampia documentazione.

  32. un delirio

    Berlic chiede un esempio di vita piena e di gente felice, e gli viene risposto che dei frati francescani ammazzavano gli ebrei in Croazia.

    cacchio, che logica!

    Nada, però non sei esaustivo…hai dimenticato l’inquisizione, i conquistadores e le crociate!

    Ho vinto qualcheccosa?

    Niente? Niente.

  33. Nada,
    Essere preti, come ho già scritto, non è certamente garanzia di immunità dal peccato. Anzi.
    I sacerdoti sono solo dei servitori, e di servitori (di esseri umani) ce ne sono di sciocchi, infidi, bugiardi e assassini. Se la composizione degli apostoli può essere un’indizio, almeno uno ogni dodici.
    Asmodeo, “vedere” lo usavo esattamente in quel senso.
    Può essere caratteriale, ma fino ad un certo punto. Conosco gente che è completamente cambiata. Io sono completamente cambiato. Il solo presupposto è volere “vedere”, e volere cambiare.

  34. utente anonimo

    Berlic ma per cambiare cosa intendi?
    Cambiare modo di comportarsi? Di affrontare i problemi in maniera positiva? Di trovare soluzioni? Di stare più tranquillo nella vita?

    Insomma cosa intendi esattamente?

    Anche io su alcune situazioni della mia vita vorrei trovare se non la soluzione almeno avere “diritta” un consiglio.
    A volte nella vita ti trovi a dover affrontare certe situazioni che non hai voluto ne cercato ma che sono li davanti a te e pesano come macigni.
    Macigni che vorresti scrolarti di dosso ma nn ci riesci.

    ASMODEO80

  35. Cambiare in meglio. Lasciarsi alle spalle i macigni. Hai presente quando, a scuola, c’erano dei problemi di mate che non sapevi risolvere? Poi magari studiavi con gli amici, crescevi e l’anno dopo quei problemi ti sembravano semplici, elementari. Eri cambiato senza neanche accorgertene. Ma se ti fossi rifiutato di imparare, se invece di cercare la vicinanza e il consiglio di quelli che sapevano risolverli avessi voltato loro le spalle…allora certamente non avresti imparato un bel niente.
    Per sollevare un macigno non basta una persona, ce ne vogliono tante. Amici veri, che ti abbiano a cuore: dalle mie parti si chiama “una compagnia”. Occorre trovare questa compagnia, trovare dei tizi tosti, e cercare la loro amicizia. Amicizia che sia per il destino.
    Quelli che conosco che “ce l’hanno fatta” hanno seguito tutti questa strada.

  36. utente anonimo

    Berlic gli amici “tosti” sono si importanti, ma x alcune cose nessuno può fare niente.
    Vedi Berlic nella vita ci sono due tipi di problemi: Quelli risolvibili (anche se con sacrificio) e quelli irrisolvibili.
    Irrisolvibili significa che non possono essere risolti.
    La cosa che mi fà tanta rabbia è che a volte alcuni problemi ti piombano addosso improvvisamente contro la tua volontà.
    L’unica cosa da fare è fregarsene. Altrimenti ti consumi il fegato ad imprecare contro il destino.

  37. utente anonimo

    E comunque Berlic non è facile in alcune situazioni.
    Io per foruna ha un carattere abbatsanza duro dunque affronto le cose.
    Ma la vita a volte ti riserva delle bastoste micidiali.
    Lo sai che la prima causa di morte tra i giovani tra i 18 e i 26 anni è il suicidio?
    Nella mia zona in appena 2 mesi ci sono stati 2 suicidi di giovani.
    Eppure esternamente erano ragazzi normalissimi: Studiavano con profitto, fidanzati, giocavano a calcio.
    Mah… a volte la mente umana è un mistero. Comunque se la vita gli pesava troppo meglio così.Almeno hanno finito di soffrire.

    ASMODEO 80

  38. O le tue, nadam non sono solo credenze?
    Perché mai dovrebbero essere peggiori le mie?
    Cosa hai tu di meglio da offrire?

    Niente? Niente.
    Un nome un programma.

    Allora te lo dico: io ho trovato l’Infinito nel cristianesimo dal nulla del nichilismo in cui affogavo e in cui vedo affoghi anche tu.

    Ho vissuto il fascino potente del Marxismo prima (per nascita) e del Buddismo (anticamera del nichilismo).

    Poi ho ri-scoperto il cristianesimo.
    Ma sono prefido e non te ne voglio parlare.

    Berlicche è più generoso, vedi di dialogarci invece di continuare a difenderti.

    Perché se non ti avesse stuzzicato quello che dice, tu non torneresti a scrivere qui, giusto?

    Vuoi farci credere che con i post sgangherati e fuori tema che fai, tu voglia de-evangelizzarci?
    No. Non sei cosi demente da non esserti reso conto che il livello culturale medio di chi discute qui non è da poco.

    Io sono convinto che fai come facevo io i primi tempi che frequentavo quelli di CL, che un pò li insultavo e sminuivo ribattevo le mie convinzioni (comuniste e buddiste e taoiste e pure un pò new age), ma poi tornavo sempre attratto non so da cosa.

    Ora so da cosa.

    “Solo che tu guardi con i tuoi occhi…”

  39. Ehi, Asmo, sono vivo anch’io, quindi di vita un po’ me ne intendo.
    E ti dico che la vita è positiva. In qualche maniera, è positiva.
    In matematica, ad esempio, non esistono problemi irrisolvibili: al limite indeterminati, ma questo avviene perchè te ne manca un pezzo. Se non riesci a risolvere un problema o è per questo o è perchè non lo stai guardando dalla giusta angolazione.
    Non pensi che se un ragazzo – o chunque – si suicida è anche perchè fa gli stessi tuoi discorsi? Che se vive ed è felice è perchè magari ha incontrato quello che ho incontrato io?
    Se non riesci a risolvere il problema e posi la penna fegandotene l’unica cosa certa è che prenderai l’insufficienza.

  40. Asmo hai detto che la vita umana a volte è un mistero, non lasciare cadere questo è lì che il Mistero può farsi intuire e riconoscere. E’ questa la zona che attira, come quella della bellezza che comunque ti porta fuori dalla tua zona di “comfort” e amplia la conoscenza.

    vedi il mio post sopra

  41. Quando iniziai ad usare Linux era tutto un enigma. Non si capiva niente. Quante nottate, quante formattate ecc.
    Poi la promessa di tenere solo windows e mai più Linux.
    Ma immancabilmente ritornavo ad installare Linux.
    Dopo aver penato, studiato, formattato riformattato ecc finalmente ho scoperto le grandi potenzialità del Linux.
    L’errore che facevo era arrendermi di fronte ad una cosa nuova. Bisognava reimparare a camminare poco alla volta.

    Nella vita però almeno per mia esperienza non è stato così.
    Non parlo neanche del dolore per la separazione di una persona cara che con il tempo si affievolisce, ma mi riferisco sopratutto a quegli eventi che ti capitano improvvisamente, contro la tua volontà.
    Sono problemi contro cui non puoi fare niente.
    Provi e cadi, provi di nuovo e ricadi. Fino a quando sfinito smetti di combattere e accetti la cosa così come è.
    Semplicemente non rientra nelle potenzialità umane risolvere certi problemi.
    Credo molto nel destino, altrimenti tante cose non si spiegherebbero. Non credo in Dio, perchè la mia mente non riesce a conciliare la presenza di un Dio amore e onnipotente con l’abisso del male presente davanti agli occhi di tutti.
    Il libero arbitrio non può aver creato tutto questo.

  42. Lampistero una cosa è vera: Il marxsismo ha un fascino potentissimo. Ha un qualcosa che attira ma se devo dire cosa non saprei.

  43. bravo asmo.
    sei in fase non-troll.

    W linux

  44. L’hai detto, Asmodeo, risolvere certi problemi non rientra nelle potenzialità umane.
    E’ per questo che io prego (e, misteriosamente, vengo esaudito)

  45. #30 Asmodeo:
    Una cosa che mi hanno insegnato le filosofie orientali è che la voglia di vivere, l’attaccamento, il desiderio, la volontà di possesso e di controllo da cui nasce la gelosia, l’afferrarsi a qualcosa strettamente in un certo senso CREA il mondo in cui vivi, sei tu così che gli attribuisci l’esistenza (o almeno l’importanza).
    Se ‘te ne frega di qualcosa’ a quel qualcosa può succedere di tutto e tu resterai tranquillo.
    Cosa importantissima quindi è imparare a gestire questa istinto, per non essere sempre apprensivo, insicuro, rispetto a quello che vuoi, un atteggiamento tipo ‘Vediamo se posso averlo’ è più consigliabile, il problema quindi è in gran parte psicologico.
    Nel post #35 parli di macigni che vorresti scrollarti di dosso…
    Quel che succede nella vita non capita perchè lo vuoi tu, la vita è di per se stessa fatta di dolore, i genitori muoiono, è normale, anche i figli muoiono a volte, ed anche questo è normale, non sei il primo nè l’ultimo al quale succederà,
    in certe parti del mondo il 30% dei bimbi muore entro i primi tre anni.
    La vita è fatta così perchè sei nato umano, e sei nato umano perchè il tuo buon karma ti ha portato ad esserlo, molti altri karma sono molto peggiori, il tuo karma sono le tue azioni passate, anche di vite passate, depositate nella tua mente, quindi quel che ti succede adesso dipende esclusivamente da come in passato hai gestito te e la tua mente! (Questa è l’unica spiegazione che ha qualche logica no? E’ meglio avere una spiegazione che niente del tutto).
    Chiedi cambiare che cosa?
    La realtà in verità è molto poco modificabile, quel che puoi modificare facilmente sono le tue idee, approfondire i tuoi punti di vista.
    #38 Solo nell’uomo il cervello si è talmente sviluppato da produrre una mente che elabora le proprie regole di comportamento quando queste regole, queste mappe mentali del mondo sono inadeguate, a volte non si vede che una sola via d’uscita, ma sappilo, sono le mappe mentali del mondo che sono inadeguate!
    #42 Tutto quel che esiste deriva da cause e condizioni, il mondo stesso deriva da cause e condizioni concatenate da tempo senza inizio.

  46. X Nada: La rinuncia è già una sconfitta.
    Alcune cose ti fanno stare male indipendentemente dal significato che gli attribuisci.
    Se ucidono mio fratello, la mia ragazza stai male indipendentemente dal significato che gli dai. Alcuni dolori, alcune sofferenze sono oggettive e colpiscono tutti. Ovvio che ogni soggetto ha una diversa sensibilità.
    Riguardo la reincarnazione mi riesce difficile da credere.
    Se io sono il risultato di vite passate e così via da dove ho avuto origine?
    La scienza dice che la terra non è esistita sempre. Per cui io 2 miliardi d’anni fa dove ero?
    E andando ancora indietro prima dell’origine dell’universo dove ero?

  47. Asmodeo, da quando ci sei?
    Che significa esserci?
    Siamo sempre li.

  48. Comunque continua ad interogarti,
    -Dimmi che faccia avevi prima di nascere-
    è uno dei più usati koan zen!

  49. @berlik:
    A proposito di preghiere, grazie di aver cominciato a ricordarmi nelle tue.
    (Da sabato 14 ottobre alle 8 di mattina no?)

  50. @ Brucewaine:
    Guarda che sono i cristiani che stanno dichiaratamente combattendo una GUERRA contro il male, e che poi decidono loro che cosa è il male di momento in momento (Le risorse non c’entrano nulla per carità) a messa si prega ‘Signore liberami dai miei nemici, ed il mio grido giunga a te’, l’inquisizione, i conquistadores e le crociate sono semplici battaglie di questa Guerra Stellare, perchè ti preoccupi dei morti che fai in campo momentaneamente avverso non lo consideri del tutto normale?

  51. Scusa Nada non ti seguo. Siamo dove?
    Chi siamo noi? Siamo il corpo o qualcosa d’altro?
    Cosa va a reincarnarsi?

  52. Asmodeo: un sacco di suggerimenti in proposito sono nei miei precedenti post, ma prova ragionarci su da solo e definirlo.

  53. “A far le carezze ai somari si prendono i calci in bocca” dicono dalle mie parti.

    Non si può dialogare con uno che prende solo quello che vuole delle cose che uno gli dice.

    Sai, Asmodeo, una cosa giusta l’hai detta anche tu.
    Il mio nickname.

    Bah.

  54. Dimenticavo.
    Il Marxismo è stato affascinante per me.
    E’ un passato. Remoto.
    E lo era perché portato dalla mentalita dominante. In cui sono nato. (Toscano).

    Il Marxismo e’ uno straordinario inganno che si maschera da discorso logico e prospetta un meraviglioso futuro possibile.

    E l’inganno di fondo, io credo, è sulla natura dell’Uomo.
    Il marxismo è formulato sull’ipotesi che l’uomo sia fatto in un certo modo e che sia manipolabile secondo certi criteri.

    Alla prova pratica, costata milioni di morti (fino ad oggi) si è dimostrato un fallimento.

    Credimi, fai più fatica tu a credere al “sol dell’avvenire” che io agli angeli.

  55. @Lampisterio:
    Questo è un sito aperto, spero serva a comparare differenti esperienze, prima parlavo di mappa mentali con Asmodeo, questo penso di avere da offrire, mappe mentali del mondo un po diverse dalle vostre (Voi state combattendo una guerra pare, io esploro il territorio, potrebbero essere complementari!).
    Controllando ciò che si afferma in questo blog, approfondendo argomenti mi sto arricchendo notevolmente (a livello mentale? A livello spirituale?) spero di contintinuare.
    Mi dispiace che il tuo contatto con il Buddhismo sia scivolato nel nichilismo, questo è il principale pericolo per i principianti, per questo i tibetani iniziano ogni spiegazione a riguardo con una formula che dice pressapoco: – Cercherò di capire per poter poi meglio aiutare gli altri-
    Se si dimentica lo scopo finale, è facilissimo cadere nel nichilismo.
    Non penso poi che stiamo del tutto parlando di cose diverse, forse è solo una questione di termini, interessantissimo a questo proposito il post di Berlicche che descrive Dio come pensiero che crea Dio stesso oltre al mondo, ma qui è meglio che chieda a lui di approfondire.
    Grazie Lampisterio.

  56. Nada io non sono credente. Però se devo proprio scegliere è più convincete la teoria di un essere superiore che ci crea che la reincarnazione.

    Se ci reincarniamo, noi chi siamo?
    E poi perchè ci reincarniamo continuamente?

  57. Avrai una penna sul tuo tavolo,
    Smontala, i vari pezzi che hai di fronte sono una penna?
    Quand’è che diventa penna?
    Forse allo stesso modo esisti tu.

  58. Non è più convincente, è solo molto più facile è la soluzione a tutti i problemi, non lo dicevi tu in un tuo precedente post?

  59. Vi consiglio un film. Soprattutto all’intellettualoide nadazero.

    “I heart huckabees”

    con dustin hoffman, jude law, naomi watts, etc.

    Divertente e istruttivo. E molto indicato per la discussione in corso.

  60. #51

    nada, non sai di cosa parli.
    LETTERALMENTE.

    Devi ripassare il catechismo.
    Invece di perdere tempo con Severino.

  61. Umm. la penna diventa penna non quando tutti i pezzi sono montati insieme, ma quando capisco che è una penna e serve per scrivere altrimenti potrei usarla come fermacapelli. E che è una penna e serve per scrivere lo imparo.

  62. Scusa Nada e quale sarebbe il vantaggio di smontare la penna e poi rimontarla?
    Non è fatica persa? Se già è penna perchè devo smontarla e poi rimontarla?

  63. Brucewayne, Questa è la descrizione del cristianesimo che da C.S. Lewis in ‘IL CRISTIANESIMO COSI COM’E’
    Se ritieni di contraddire Lewis……

  64. Sei già convinto di esserci?
    Come sei?
    come esisti?
    Se fossi solo al mondo esisteresti?
    prima di nascere c’eri?
    cosa morirà di te?
    o morirai tu stesso?

    Un passo avanti lo ha fatto Factum nel post qui sopra.

  65. Oh, allora…
    Nada, nel post dove hai citato Lewis riporto il pezzo integrale, giusto per completezza. Come al solito, distorci un pochettino il senso.
    Nada, chi ha fatto la penna? Sulle mie vedo il logo del costruttore. E chi è che le smonta e le rimonta? O una penna è in grado di farla da sola?
    Vedo che in fatto di storiografia siamo fermi all’illuminismo. Ti suggerisco di informarti meglio su crociate, conquistadores e affini.
    Ti suggerisco la sezione “controstoria” di http://www.kattoliko.it/leggendanera/.

  66. nella discussione su lewis io non ci sono entrato.

    nada fai confusione.

    del resto fare confusione fa parte del tuo personaggio…

    fai un bel respiro, gira la ruota, compra una vocale, e rileggi la serie di commenti di QUESTO post…

    e guardati il film che ho segnalato, ti piacerà.

  67. Controllerò Lewis, sto infatti citando a memoria.
    Chi ha fatto la penna? Siamo d’accordo che perchè la penna sia serve anche una mente che la imputi? Che l’ha fatta? Che ci ha messo il marchio?
    In fatto di storiografia…
    Era un copia-incolla di un precedente post di Brucewayne, lascia perdere.

  68. Un papà che ha in braccio il bambino appena nato, può fregarsene della propria vita come adulto, ma non può evitare che gli vengano i brividi davanti a quello che sarà di quel bambino.

    Io, davanti a questo brivido, ho qualcosa da offrire come risposta esauriente al destino di mio figlio?

  69. Nada ripeto: Io non sono un credente ma un certo discernimento sulle varie religioni riesco ancora ad averlo.

    Il buddismo può essere racchiuso in una sola parola: Rinuncia.

    Il Cristianesimo lo considero troppo scandaloso (almeno per i miei gusti).
    Scandaloso perchè afferma che un Dio si fa uomo e si fa pure uccidere.

    I musulmani (sempre per i miei gusti) hanno il torto di diffondersi con la violenza. Non è una religione pacifica ma viene imposta.

    Certo è che tra le tre ammettendo per vera l’ipotesi del Dio fatto uomo quella Cristiana è la più affascinante. Ripeto: Sempre per chi crede.

  70. Un solo appunto a Nada:
    “Siamo d’accordo che perchè la penna sia serve anche una mente che la imputi? Che l’ha fatta? Che ci ha messo il marchio?”
    No, non è affatto necessario che ci sia una mente che ha costruito la penna. Posso presumere che esista un cespuglio che produce penne a sfera, ed una varietà tropicale che produce stilografiche. Resta da capire chi ha fatto il cespuglio.

  71. @Asmodeo, il post #70 è il migliore di tutti i tuoi post che ho letto.

    Mi ricorda San Paolo :
    Gesù Cristo, scandalo per i giudei, stoltezza per i pagani.

    Parole di duemila anni fa, ancora oggi attualissime.

    @Nada.
    Il mio giudizio sul Buddhismo è e rimane quello. Tuttavia, non è uguale al nichilismo. Ma questo lo dico azitutto per l’amicizia che legava Don Giussani ai Buddhisti del Monte Koja (non ricordo come si scrive esattamente).

    In seconda battuta si tratta di una espressione del sentimento religioso umano e come tale la rispetto.

    Tuttavia l’unica grande cosa che mi è successa è che io ho incontrato Cristo.
    Vivo presente in mezzo a coloro che dicevano e dicono che è risorto.

    Questo fatto, di cui mi sono accorto e mi ri-accorgo sempre più spesso (per fortuna) è l’unico grande evento che ha completamente cambiato il mio approccio a tutte le cose.

    Senza dover rinunciare a nulla.

  72. @ factum:
    Il Buddha dice che per il semplice fatto di esser nato, a quel bambino come minimo toccheranno malattia, vecchiaia e morte, come conseguenza diretta della nascita.
    L’unico modo per uscirne , segnala, è (Oltre alla retta vita) il comprendere pienamente come è fatto il mondo, adoperando il metodo scientifico come ricordava Asmodeo qualche post fa, Questo presenterei a mio figlio.

    @Asmodeo. Come sopra da te ricordato il Buddhismo adopera il metodo scientifico, è perciò una filosofia prima di una religione, niente impedisce poi di adorare una formula tipo E=MC2.
    Il percorso del Buddha quindi è un percorso di conoscenza diretta più che di fede, quel che tu chiami rinuncia ne consegue sensa sforzo e impegno, non avendo bisogno di reclutare eserciti, non ha bisogno di convertiti, al buddhismo ci si arriva, non ci si converte.
    @Lampisterio:
    La grande cosa della mia vita è che ho incontrato il buddismo (ritengo su indicazione di S. Antonio da Padova, pensa un pò).
    @Berlicche:
    Ti riferisci al cespuglio i cui frutti sono stati trovati nelle grotte degli Homo Sapiens Con il probabile uso di bastoncini per le orecchie?

    Ciao a tutti

  73. E’ vero, la conseguenza della nascita è malattia, vecchiaia e morte. Ma anche gioia, amora, giovinezza (e non solo quella fisica). Bellezza: il mondo è bello, e la vita è un positivo. Se no perchè si starebbe al mondo?
    IO non voglio uscire dal mondo. Io voglio starci e goderlo.

  74. #73
    forse è questo il problema, ho usato il paragone del padre con il figlio perchè c’è un rapporto tra loro, a cui il metodo scientifico non si può applicare, non c’è una formula per spiegare il rapporto che c’è fra di loro si potrebbe chiamare rapporto affettivo o amoroso ma non E=MC2.

  75. La psicologia studia anche i rapporti affettivi ed amorosi…..

  76. @Berlik:
    Che tu voglia starci e goderlo non dovrebbe essere un ostacolo a conoscerlo un po meglio no?

  77. Certamente no. Ma dimmi: il Budda ha esplicitamente richiamato il “metodo scientifico”? Temo nelle mie letture sull’argomento mi sia sfuggito…

  78. Da Asmodeo80
    – Non dovete credere solo perche’ alcune cose sono contenute in antichi manoscritti,
    non dovete credere solo perche’ questa e’ la fede del vostro paese,
    non dovete credere solo perche’ siete stati indotti a farlo dai vostri genitori e dai vostri maestri,
    ma ragionate sulla verita’ delle cose,
    e se dopo averle analizzate ritenete che siano buone, allora credeteci,
    vivete in armonia con esse ed aiutate gli altri a farlo. (Budda)-

    Da Wikipedia
    – Il metodo scientifico è lo studio sistematico, controllato, empirico e critico di ipotesi formulate sulle relazioni supposte tra vari fenomeni, (Frédéric Kerlinger) ed è usato in particolare dalle scienze sperimentali. Secondo molti scienziati e pensatori, esso è alla base della moderna definizione di scienza.-

    Chiedo scusa per i copiaincolla, Il primo è dal post di Asmodeo80, il secondo da Wikipedia.

    Certamente ai tempi del Buddha non lo si chiamava metodo scientifico, in quanto la scienza è nata con Galileo se non sbaglio (2300 anni dopo), ma le due citazioni mi sembrano sovrapponibili.

  79. Se è per questo…”Vagliate tutto e trattenete il valore”, diceva san Paolo.

  80. No, non sono sovrapponibili se non per il fine. La prima non usa il metodo scientifico, ma la ragione in effetti dice di vivere in armonia con le cose che ritenete siano buone. E quello che ritengo io non è riproducibile, posso infatti cambiare idea se me ne viene mostrata una migliore.
    La seconda non si può applicare al rapporto padre e figlio, (e alla panna montata), servono comunque entrambe per arrivare più vicino alla verità (o questa non esiste?).

  81. Opps, mancava un punto… retry

    No, non sono sovrapponibili se non per il fine. La prima non usa il metodo scientifico, ma la ragione. In effetti dice di vivere in armonia con le cose che ritenete siano buone. E quello che ritengo io non è riproducibile, posso infatti cambiare idea se me ne viene mostrata una migliore.
    La seconda non si può applicare al rapporto padre e figlio, (e alla panna montata), servono comunque entrambe per arrivare più vicino alla verità (o questa non esiste?).

  82. utente anonimo

    Vabbè factum ma la psicologia non è sperimentale? se va bene per 90 casi su 100 non lo si può pensare esperimento riuscito?

    Nulla vieta poi di cambiare idea se te ne viene mostrata una migliore.

  83. Giustamente empirica.

    Citando a memoria Lewis (visto il luogo) se non sono mai stato in America posso avere certezza della sua esistenza tramite la testimonianza di chi c’è stato: Certezza morale.

    Si allarga così il concetto di ragione che usiamo.

  84. La psicologia è come la Forza di Guerre stellari: funziona solo sulle menti deboli. L’uomo è ben più complesso di quanto gli psicologi possano capire. Altrimenti saremmo governati dagli psicologi e non dai politici.
    factum, l’esempio non è Lewis, è Giussani…comunque hai ragione. Esistono metodi per raggiungere la certezza che non sono quello scientifico, che funzionano benissimo ognuno nel suo contesto.
    Che tua madre ti ama non è una certezza scientifica, ma è una certezza.

  85. La cosa che taglia la testa al toro è “Verbum Caro factum est”.

    Una volta che ci se ne accorge si ha una certezza monumentale sulla propria fede che non dipende da manoscritti o da quello che mi dice qualcuno che “ha studiato” o che “è saggio”.

    Ho la possibilità di parlare direttamente con il Mistero fatto carne.

    Non ho bisogno d’altro.

  86. utente anonimo

    Il cartesiano “cogito ergo sum” nella logica buddhista diventa: “Io non sono i miei pensieri ed emozioni, ma li percepisco in una relazione soggetto percepiente ed oggetto percepito, ma la mia vera natura è il Vuoto in cui ciò accade che è creativo poiché da esso tutto ha origine”.

    Nada.

  87. #86
    Mi hai citato in latino :-)
    #87
    meglio “sum ego cogito” prima ci sono poi penso e questo vale anche per il figlio idrocefalo del mio amico.
    #85 Lewis in “Il cristianesimo così com’è” se vuoi ti dirò la pagina, Giussani è arrivato secondo oppure ha letto Lewis e l’ha fatto suo come Leopardi…

    Ciao

  88. utente anonimo

    ‘Cogito ergo sum’
    E’ vero! sono un pensiero percepito come gli altri…

    Nada.

  89. Factum, dici all’inizio del libro IV, quando parla della mappa?

  90. Pg.91 dell’edizione Adephi del 1997 l

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: